contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Chef del Panzini all’università in U.S.A.

3' di lettura
2120
EV

Si è conclusa l’esperienza di due settimane dello chef Massimo Bomprezzi presso l’Università Johnson & Wales nello stato di Rhode Island, città di Provvidence.

dall' Alberghiero Panzini
Il progetto è stato finanziato dal Ministero delle Risorse Agricole in collaborazione con la scuola professionale Alba Barolo e l’ICF (Italian Culinari Foundation) di cui il presidente è Mrs. Tony May, uno dei personaggi più illustri della ristorazione americana, titolare di diversi ristoranti tra cui il San Domenico di New York.

Dopo una selezione sul territorio nazionale, l’organizzazione ha scelto 18 chef italiani di diverse regioni per divulgare la gastronomia italiana. Massimo Bomprezzi chef rinomato e professore di cucina dell’Istituto Panzini di Senigallia ha sviluppato un progetto presentando alcuni dei prodotti d’eccellenza italiani. Il risultato è stato grande ed ha permesso di far conoscere agli studenti americani sapori e tecniche, ricevendo grandi consensi da parte di studenti e chef dell’università. Sono stati presentati piatti regionali e in particolare piatti marchigiani con l’obiettivo di far conoscere la nostra regione, la nostra scuola e iniziare una collaborazione con l’istituto Panzini di Senigallia. L’esperienza si è svolta in una delle quattro università più prestigiose e organizzate d’America per la gastronomia e il management turistico.

Sono state effettuate anche diverse riprese e interviste televisive con i piatti preparati dallo chef marchigiano che ha poi concluso la sua esperienza americana con una breve permanenza a New York, visitando alberghi e ristoranti più importanti della città. Lo chef Bomprezzi è stato ricevuto dal presidente dei ristoratori di Brooklin Joe Chierico e dal già citato Tony May con cui ha cenato nell’importante ristorante S. Domenico di fronte al Central Park, nella via più importante per la gastronomia e la ricezione del turismo mondiale. Conclusa l’esperienza, allo chef Bomprezzi è stata donata una targa di merito dall’università per il suo impegno nel divulgare la gastronomia italiana, molto amata e considerata nella grande mela. È stato un progetto importante il cui obiettivo è stato quello di portare a conoscenza delle istituzioni e del pubblico americano la vera cucina italiana contemporanea.

Rainer Hienerwadel, Preside del Dipartimento di Arti Culinarie del College Johnson & Wales University, e Brad Baran, Presidente del Connecticut Culinary Institute (CCI), hanno dichiarato che: "Questa è un'opportunità meravigliosa per sfruttare le risorse e le conoscenze di questi insegnanti che sono giunti nei nostri campus di Providence e di Charlotte, e di giocare un ruolo nella preservazione della vera cucina e cultura italiana. Siamo entusiasti di accogliere talenti simili in entrambi i nostri campus e di poter offrire ai nostri studenti e al pubblico la possibilità di imparare da figure tanto prestigiose”.

Gli studenti americani in questo modo hanno avuto la possibilità di confrontarsi con uno chef tra i più rappresentativi del modo italiano di fare cucina, nel pieno rispetto delle tradizioni e delle caratteristiche della tradizione marchigiana, alfiere della professionalità di tutto lo staff dell’istituto Panzini.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 15 maggio 2007 - 2120 letture