contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Scoppia una bombola alle Saline: feriti due giovani passanti

3' di lettura
8153
EV

Un boato improvviso che fa tremare mezza città. Una bombola di gpl lasciata all'interno del campo sportivo delle Saline esplode e le conseguenze dell'esplosione investono due giovani fidanzatini di passaggio.

Un incidente su cui con ogni probabilità la procura aprirà un'indagine quello che si è verificato sabato intorno alle 19. Un boato improvviso ha provocato un vero terremoto in tutto il quartiere delle Saline e non solo. Lo scoppio della bombola di gpl è stato avvertito nitidamente fino alla zone del Cityper e dell'Ospedale.

All'interno del campo sportivo delle Saline, nei pressi della pista di atletica si trovavano quattro bombole di gpl lasciate dalla Protezione Civile dopo la tre giorni di esercitazione della scorsa settimana e proprio una di queste è improvvisamente scoppiata.

Un'esplosione violenta che ha fatto schizzare via mattoni e pezzi di calcestruzzo (del muretto al quale la bombola era appoggiata) finiti contro le abitazioni circostanti. Nella palazzina accanto all'esplosione pezzi di mattone sono arrivati a colpire anche le finestre del quarto piano.

L'esplosione di schegge impazzite però ha colpito fatalmente e tragicamente anche due giovani che proprio in quel momento stavano transitando in sella alla loro bici di rientro da un pomeriggio trascorso in spiaggia.

Si tratta di Valentina Argentati, diciottenne senigalliese, subito trasportata con l’ambulanza all’ospedale cittadino, e di Andrea, 19 anni, che purtroppo ha avuto la peggio. Andrea, infatti è stato trasportato in eliambulanza all'ospedale regionale di Torrette con un'emorrargia tanto che nella notte è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per bloccare choc emorragico da trauma addominale.

Le condizioni dei due ragazzi, apparse gravi, sembrano lentamente stabilizzarzi, soprattuto quelle di Andrea che secondo i sanitari non correrebbe pericolo di vita. Per Valentina invece la diagnosi, oltre a varie escoriazioni, è la frattura della mandibola e varie lussazioni. Sul posto sono subito accorsi i Vigili del Fuoco, la Polizia e i Vigili Urbani che hanno transennato tutta l'area chiudendola al transito.

A provocare lo scoppio della bombola sarebbe stato un principio di incendio ma è proprio sulle cause di quest'ultimo che si aprono gli scenari più cupi su cui gli inquirenti dovranno fare chiarezza. L'incendio infatti sarebbe stato provocato da un mozzicone di sigaretta o peggio ancora sarebbe stato appicato da incoscenti che si "divertono" a bruciare la bambagia dei pioppi. Proprio l'altra sera un giovane sarebbe stato colto in flagrante. Altra questione cui la Protezione Civile dovrà dare una spiegazione è sul perchè quattro bombole di gpl si trovassero "abbandonate" a cielo aperto.

Testo alternativo Testo alternativo Testo alternativo Testo alternativo
Testo alternativo Testo alternativo Testo alternativo


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 maggio 2007 - 8153 letture