contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Ostra Vetere: in mostra i gioielli della tradizione orafa locale

2' di lettura
2132
EV

Arte e raffinatezza insieme per una mostra sui capolavori dell'arte orafa realizzati dai migliori artigiani locali.

di Giulia Mancinelli
penelope@viveresenigallia.it
Sarà inaugurata sabato 19 maggio all'interno di Palazzo de Pocciantibus ad Ostra Vetere la mostra "Orizzonti, capolavori dell'arte orafa dal luogo degli sguardi", promossa dalla Cna in collaborazione con il comune di Ostra Vetere e la Provincia di Ancona.

Diciotto orafi e 9 studenti dell'istituto d'arte esporranno le proprie creazioni che resteranno visitabili, ad ingresso libero, fino al 3 giugno, i mercoledì e i giovedì dalle 9 alle 12 e dal venerdì alla domenica dalle 15.30 alle 19.30.

"Insieme agli orafi alla mostra partecipano anche alcuni studenti che hanno svolto un corso professionale sulla lavorazione delle pietre preziose come segno tangibile dell'importanza di tramandare quest'arte anche alle nuove generazioni -ha detto il segretario di Cna Marzio Sorrentino- l'arte in questo caso diventa anche opportunità di crescita per tutto il territorio".

"La nostra volontà è quella di favorire la nascita e la crescita di nuove imprese - -aggiunge Orietta Olivetti, presidente Cna di Ostra Vetere- del resto, l'arte applicata da sempre è legata alla storia e radicata nella cultura".

Sabato 19 maggio dopo l'inaugurazione della mostra alle 16.30, è prevista una tavola rotonda, alle 17.30, dal titolo "I mestieri d'arte: una risorsa culturale ed economica", con la partecipazione di Orietta Olivetti, presidente Cna Ostra Vetere, il sindaco Massimo Bello, il presidente della Provincia Enzo Giancarli, Maurizio Cesarini, docente all'accademia Belle Arti di Perugia, e Maurizio Troiani, segretario nazionale Cna.

"Avendo scelto come sede della mostra proprio Ostra Vetere, la Cna si è mostrata attenta al territorio -sottolinea il sindaco Massimo Bello- questa mostra inoltre si inserisce perfettamente nel progetto avviato della creazione di una cittadella della cultura che ha il proprio fulcro a Palazzo del Pocciantibus".

"Durante la mostra saranno proiettati anche dei video che mosrano la lavorazione dell'oro
-aggiunge Albina Nicolini-dall'estrazione alla lavorazione per far conoscere la nostra arte orafa".

Nelle foto, da sinistra, Sorrentino, Bello, Olivetti e Nicolini.

Testo alternativo Testo alternativo


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 maggio 2007 - 2132 letture