contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Ecolabel: firmato il protocollo per la certificazione delle strutture ricettive

2' di lettura
2653
EV

Un turismo ecosostenibile che migliori l'offerta attirando una fetta sempre maggiore di turisti con risvolti positivi anche per l'ambiente.

di Giulia Mancinelli
penelope@viveresenigallia.it
È stato firmato ieri mattina il protocollo d'intesa tra il comune, la Provincia e Legambiente per il via libera al progetto Ecolabel , una rete di accoglienza ecologica che prevede il rilascio di un marchio di certificazione per alberghi, B&B, camping e stabilimenti balneari che rispettano un apposito decalogo "ambientale". Il protocollo impegna i sottoscrittori a ridurre i rifiuti, i consumi idrici, a risparmiare energia e a promuovere un’alimentazione più sana.

A sottoscrivere il protocollo, alla presenza dell'assessore provinciale al turismo Luciano Montesi, dell'assessore comunale al turismo Luigi Rebecchini e alla qualità urbana Maurizio Mangialardi, oltre che del presidente di Legambiente Luigi Rambelli e del presidente di Legambiente Marche Luigino Quarchioni sono state ieri le prime otto strutture ricettive della spiaggia di velluto.

Si tratta degli hotel Holiday Inn, Duchi della Rovere, Ritz, International, Universal, Sirena, Stella e SenbHotel. “Con questo protocollo andiamo verso un'offerta sempre più di qualità -ha affermato Rebecchini- è un punto di partenza che proseguirà con nuove adesioni". “I risultati di questa inizitiva -aggiunge Montesi- sono il miglioramento della qualità delle strutture e l'aumento della sostenibilità”.

Soddisfatti per la firma del protocollo senigalliese anche i responsabili di Legambiente. "Per vincere la concorrenza -ha sottolineato Rambelli- è importante valorizzare la nostra qualità e identità, contro la massificazione del turismo. Tanto più che oltre a migliorare l'ambiete si aumenta il comfort dei turisti". "Per Legambiente è un onore aver siglato questo protocollo proprio a Senigallia, località turistica leader nella nostra regione -fa eco Quarchioni- l'importanza di questo progetto è anche che nasce e si sviluppa fra i soggetti che aderiscono all'Ecolabel e non resta un'astrazione".

Testo alternativo Testo alternativo Testo alternativo

Nella foto al centro, a destra Luigino Quarchioni e a sinistra Rambelli di Legambiente.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 maggio 2007 - 2653 letture