contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Gli operatori turistici pronti ad aderire al progetto di Legambiente Ecolabel

2' di lettura
2015
EV

Un marchio di certificazione ambientale per le strutture ricettive più virtuose della spiaggia di velluto che prevede un “bollino” di riconoscimento per tutti quegli alberghi, b&b, campeggi e anche stabilimenti balneari che propongono un'offerta turistica attenta alla tutela dell'ambiente.

di Giulia Mancinelli
penelope@viveresenigallia.it
Con il marchio di certificazione ambientale per le strutture ricettive più virtuose Senigallia intende puntare ad attirare una nuova fetta di turisti sempre più attenti al rispetto della natura. Per ottenere il "bollino" di riconoscimento, le strutture ricettive dovranno rispettare un “decalogo” stilato da Legambiente che ogni anno, dopo attente verifiche, rilascerà annualmente un marchio di certificazione.

I parametri ambientalisti spaziano vanno dalla riduzione dei rifiuti, dei consumi idrici con l'installazione di acceleratori idrici per le docce e rubinetti, al risparmio energetico attraverso la riduzione della biancheria destinata al lavaggio, alla promozione di un’alimentazione più sana con frutta e verdura provenienti da coltivazioni biologiche, alla valorizzazione della tradizione gastronomica con i piatti regionali preparati con pesce, carni e formaggi locali, dall'incentivazione del trasporto collettivo e della diffusione di mezzi di trasporto a basso impatto ambientale all'impegno contro l’inquinamento acustico, alla promozione e valorizzazione dei beni culturali e ambientali dell’area fino ad azioni per il coinvolgimento dei turisti.

“Come Comune, in collaborazione anche con l'assessorato al turismo della provincia di Ancona, abbiamo sostenuto fin dall'inizio questa iniziativa promossa da Legambiente perchè il nuovo marchio di qualità proposto da Legambiente rappresenta un valore aggiunto per le nostre strutture ricettive -afferma l'assessore al turismo Luigi Rebecchini- gli alberghi, i campeggi e anche gli stabilimenti balneari che potranno vantare il marchio Ecolabel possono presentare al turisti un'offerta certificata e garantita.

A mio avviso si tratta di un'innovazione importante perchè apre la spiaggia di velluto verso un'ampia fetta del settore turistico dato che i turisti stanno dimostrando di essere sempre più sensibili ai temi dell'ambiente e del risparmio energetico e che scelgono le mete delle proprie vacanze anche in base a questi parametri”. Il protocollo d'intesa che sancisce a Senigallia la costituzione di una rete di strutture a basso impatto ambientale, aderente all'Ecolabel di Legambiente, è prevista per domani alle 12 presso il palazzo del Turismo. Alla firma del protocollo parteciperanno oltre a Rebecchini, il presidente di Legambiente Marche Luigino Quattrocchi, l'assessore provinciale al turismo Luciano Montesi oltre ai primi operatori che aderiranno all'iniziativa.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 maggio 2007 - 2015 letture