contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Nuova raccolta di rifiuti: al via ieri anche alle Saline

2' di lettura
2609
EV

Dopo Marzocca e Montignano, la nuova riforma che rivoluziona la raccolta dei rifiuti solidi urbani è partita ieri anche nel quartiere delle Saline.

di Giulia Mancinelli
penelope@viveresenigallia.it
Una innovazione che nel giorno del debutto sembra essere stata accolta positivamente, dal punto di vista “ambientalista”, ma un po' meno da quello organizzativo. I problemi principali riguardano gli spazi delle cucine senigalliesi, spesso piccole, e che quindi non consentirebbero facilmente la collocazione di ben quattro mini-pattumiere. Per molti poi la difficoltà sta anche nell'individuare a quale categoria ciascun rifiuti appartiene. Separare in casa i rifiuti secondo categorie distinte per carta, vetro, plastica, materiale organico e rifiuti non differenziabili non risulta così semplice come si può pensare.

“Per fare la raccolta differenziata serve un sacco di tempo ed è anche complicato -afferma Raffaella Piersanti-i> per esempio un clinex usato non va buttato nella sezione della carta ma in quella dei rifiuti organici, oppure un tetrapak che comunque è fatto di carta va nella sezione della plastica. Molti rifiuti possono trarre in inganno”.

C'è anche chi della raccolta differenziata è assolutamente entusiasta. “Sono contentissima che questo nuovo sistema di raccolta dei rifiuti venga introdotto ora tassativamente -sostiene Liliana Tognetti- è utile e soprattutto serve a rispettare di più l'ambiente”. “La raccolta differenziata è inevitabile e va fatta -fa eco Liliana Perelli- è un po' più complicata di quello che si poteva pensare ma sono sicura che ci abitueremo”. Per le utenze non domestiche, che producono una quantità decisamente più ingente di rifiuti, sono previsti kit a misura.

“Il nuovo provvedimento è un'ottima idea -dice il titolare del bar caffetteria Senigalliese Gilberto Pirani- io facevo la raccolta differenziata, nel mio piccolo, già da anni quindi mi trovo abbastanza bene. L'unico problema è trovare lo spazio per collocare tutti questi bidoni”. In questi primi giorni di avvio del nuovo sistema, i vecchi cassonetti conviveranno con i nuovi, salvo sparire per lasciare definitivamente il posto a quello colorati per la raccolta differenziata.

rifiuti rifiuti rifiuti


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 maggio 2007 - 2609 letture