contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Ostra Vetere: festa per le bande musicali gemellate

2' di lettura
1814
EV

Una bellissima ed emozionante cerimonia quella svoltasi ad Ostra Vetere domenica scorsa, che ha visto protagoniste le bande musicali di Ostra Vetere-Barbara e quella francese di Urzy-Guerigny, che si sono gemellate, sottoscrivendo un protocollo d’intesa per valorizzare l’attività delle due associazioni in Europa.

Il gemellaggio di Ostra Vetere con il comune francese di Urzy ha iniziato, quindi, a prendere forma e ad entrare nel vivo delle iniziative istituzionali, sociali, sportive, economiche e culturali, che erano alla base dell’accordo di programma siglato nell’ottobre del 2005.

I quattro giorni trascorsi ad Ostra Vetere, la delegazione francese li ha passati presenziando ad una serie di incontri ed iniziative culminate poi nella cerimonia di sottoscrizione del patto tra le due bande, quella francese e quella italiana, guidate rispettivamente dal Maestro Philippe Kaltembacher e dal Maestro Filiberto Campolucci.

Tutta la delegazione francese, guidata invece dal Sindaco di Urzy Roger Rigaud e dal Vice Sindaco Jean-Emile Evrard, è stata accolta dalle famiglie del “Comitato di Gemellaggio Ostra Vetere-Urzy”, presieduto da Bertrando Bordi, che hanno ospitato tutti gli amici di Urzy, dal Sindaco di Ostra Vetere Massimo Bello e dall’Assessore alle Politiche del Gemellaggio Susanna Massi. La Banda musicale “La Lyre Guèrignoise” di Guerigny-Urzy e la Banda cittadina “G. B. Pergolesi” di Ostra Vetere-Barbara hanno eseguito un concerto dedicato all’Europa nell’affascinante cornice dell’ex Chiostro di San Francesco.

“Questo gemellaggio – ha detto il Sindaco Massimo Bello – con la città francese di Urzy e quello che stiamo per realizzare con la città tedesca di Kamp-Bornhofen rappresentano per Ostra Vetere un’occasione importante per affacciarsi in Europa. Anche la nostra città ha potuto celebrare i cinquant’anni della fondazione dell’Europa e lo ha fatto con entusiasmo e partecipazione.”

“L’importanza di questi gemellaggi – aggiunge l’Assessore Susanna Massi - rientra in quelle finalità, attraverso cui le città europee non solo instaurano rapporti di conoscenza reciproca, ma anche una serie di rapporti e di accordi per la crescita dei rispettivi territori e comunità.”



Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 maggio 2007 - 1814 letture