x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Al Gabbiano Il labirinto del Fauno, continua il cinema d'essai

2' di lettura
2735
EV

Al cinema Gabbiano continua la rassegna "mercoledì d’essai" Frammenti dalla Biennale Eccezionalmente di giovedì.
Giovedì 26 aprile: spettacolo unico ore 21.15 Il labirinto del Fauno.

dal Cinema Gabbiano
www.gabbiano.senigallia.biz/

Spagna, 1944. Dopo la fine della guerra civile, con la vittoria di Francisco Franco, Carmen, risposata da poco con un capitano dell'esercito di Franco, si trasferisce con la figlia Ofelia, nell'abitazione del nuovo marito, un vecchio casolare nel nord del paese. Ofelia non si trova bene nella nuova sistemazione, e allora trova rifugio nelle rovine di un antico e misterioso labirinto nelle vicinanze della nuova casa. Il Fauno, una creatura magica predisposta a guardia del labirinto, le rivela che é proprio lei la principessa perduta del suo magico regno, ma per conoscere tutta la verità, Ofelia dovrà eseguire tre compiti per nulla facili...

La storia si svolge nel 1944, la Guerra Civile è appena terminata e la bella Carmen (Ariadna Gil) si trasferisce, insieme alla figlioletta Ofelia, nella casa del nuovo marito, il Capitano Vidal (Sergi Lopez). La piccola Ofelia, disturbata dalla disumanità di Vidal (crudelissimo fascista al soldo di Franco) trova rifugio in un antico labirinto nascosto in mezzo al bosco e governato da Pan, un fauno che le confessa di essere la reincarnazione della loro Principessa. Con questa toccante fiaba per adulti, sempre in bilico tra realtà (l'orrore della dittatura) e immaginazione (il mondo fantastico del labirinto) Del Toro esplicita tutto il suo disprezzo per un epoca ed un'ideologia che ha rappresentato "la perversione dell'innocenza, dell'infanzia e quindi la morte dell'anima" per un'intera nazione. Giudicando (a ragione) gli effetti digitali troppo freddi e distanti, il regista messicano si è affidato al caro e vecchio make-up e all'animatronic per dare vita ad alcune creature veramente spettacolari come il surrealista Pale Man, un inquietante mostro lattiginoso mangia-bambini che però scompare se paragonato alla crudeltà del Capitano Vidal, un mostro molto più concreto. Completano l'opera un cast ispiratissimo e una colonna sonora da brividi!

La frase:
- Vidal: "Dite a mio figlio che suo padre è morto..."
- Mercedes: "Tuo figlio non saprà mai della tua esistenza!".
Distribuzione : Videa-CDE, Warner Bros
Durata: 112’
Regia: Guillermo del Toro
Genere: Fantastico, Horror, Drammatico


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 aprile 2007 - 2735 letture