x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Sindaco e assessore all'urbanistica difendono la variante arceviese

2' di lettura
2089
EV

Il sindaco Luana Angeloni e l'assessore all'urbanistica Gennaro Campanile "difendono" la bontà della variante all'arceviese.

di Giulia Mancinelli
penelope@viveresenigallia.it

“Questa variante rappresenta la sintesi più alta possibile -ha esordito nella sua relazione in consiglio comunale Campanile- avremo un parco fluviale di 13 ettari tra il casello autostradale e Borgo Bicchia, un parco tematico di 60 ettari nella ex cava di San Gaudenzio, piste ciclabili che collegano le frazioni e il potenziamento dei servizi nelle frazioni”.

Sul centro direzionale la visione però è opposta a quella di Rc. “Il polo direzionale previsto è la risposta alla domanda di servizi e insediamenti produttivi e rappresenterà la nuova porta della città -sostiene Campanile- è previsto anche un parcheggio di interscambio all'uscita del casello, atteso da anni. E' bene ricordare che il centro direzionale è previsto in un'area già destinata dall'attuale prg ad area produttiva e credo quindi che le perplessità avanzate siano poco fondate e circostanziali. Per quanto riguarda poi i due comparti edificatori di borgo Bicchia, il primo è individuato dall'attuale piano particolareggiato mentre il secondo risponde alla necessità di reperire abitazioni da destinare all'edilizia sociale".

Di natura politica l'intervento del primo cittadino in merito alla variante arceviese. "Questa pratica è un atto di pianificazione urbanistica che caratterizza questo mandato, in continuità con il mio primo mandato quando l'assessore Lanfranco Bertolini gettò le basi della variante, per un lavoro proseguito con l'assessore Francesco Stefanelli e concluso dall'attuale assessore Gennaro Campanile -ha detto la Angeloni- la variante che ci accingiamo ad approvare è migliore di quella con cui eravamo partiti perchè si è arricchita di tanti contributi. Rappresenta una crescita armonica con la salvaguardia ambientale coniugando il tutto con l'esigenza di crescita delle frazioni".


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 aprile 2007 - 2089 letture