Lungomare Mameli regno del degrado

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Vi scrivo questa lettera per esprimere il disappunto e il disgusto mio e della mia famiglia e di amici, anche non residenti, per le condizioni in cui versa il lungomare Mameli, dove abbiamo la nostra abitazione.

da Marco Marchetti
Residente Lungomare Mameli


Siamo ormai, da tempo, al buio perché non si sa per quale motivo, i lampioni lato monte e lato mare sono sempre spenti. Non accampate la scusa dei lavori al marciapiede perché è da tempo che sono in queste condizioni! Abbiamo avvisato, telefonicamente e personalmente, la Polizia Municipale ma il problema puntualmente si ripete. Visto che questa zona è notoriamente di serie B se non di serie C rispetto al lungomare di levante, non è giusto che chi ci abita e paga le tasse come gli altri sia costretto a subirne il degrado. Nascondendosi nel buio, la scorsa notte ignoti hanno approfittato per spaccare un vaso di grandi dimensioni di proprietà del mio vicino.

Ma il degrado continua… Siamo circondati da sporcizia e ruderi squallidi: l’area Sacelit alle spalle, di cui non si sa più nulla da un anno; di fronte, il fatiscente Cantiere Navalmeccanico ostello di ratti e ferracci arrugginiti.

Le fogne poi… Quella di fronte al Cantiere suddetto è talmente otturata che sopra ci cresce l’erba. Quella sul lato della nostra abitazione la teniamo costantemente pulita e libera noi, poiché mai nessuno è venuto in questi anni a fare manutenzione…

Ultima novità della Giunta la costruzione di nuovi marciapiedi. Intanto, come si possa svolgere queste operazioni a ridosso della stagione estiva è un mistero che solo i migliori enigmisti sarebbero in grado di risolvere. Ma poi, non vi eravate mai accorti che i marciapiedi erano malmessi da anni, tanto che alla prima pioggia si riempivano d’acqua, così che i passanti erano costretti a camminare in mezzo alla strada per non riempirsi le scarpe di acqua?

Forse una passeggiatina da queste parti, vi avrebbe fatto capire che quello era un intervento da svolgersi molti anni fa.

Avreste dovuto sentire i commenti dei gruppi dei primi turisti che si aggirano da queste parti, non so con quale coraggio ancora.

Tanto dovevo in termini di testimonianza, ma temo, come sempre che le mie saranno parole al vento.



La protesta un anno fa.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 aprile 2007 - 3067 letture

In questo articolo si parla di lungomare mameli, marco marchetti


myway

23 aprile, 19:43
Spero che almeno nell'ultima riga dell'articolo il sig. Marchetti si sbagli.<br />
E che non siano parole al vento.<br />
Per il resto come si fa a non dargli ragione?

melgaco

23 aprile, 19:55
Un saluto all'ottimo Marco Marchetti (sempre che sia lui e non un omonimo e sempre che si ricordi di me)

Anonimo

23 aprile, 14:15
Concordo pienamente con la lettera di Marco Marchetti.<br />
A proposito, perchè non parlare del Ponte Portone?<br />
L'assessore Mangialardi proprio dalle pagine di questo giornale circa 1 anno fa aveva rassicurato con lettera solenne e convincente tutti i senigalliesi che per la fiera di agosto 2006 i lavori sarebbero stati completati. Tra pochi mesi ci sarà la fiera 2007.. ogni ulteriore commento sarebbe superfluo.<br />
<br />
--Paolo

Anonimo

23 aprile, 08:47
Sbaglio o fra un po' si dovrebbe votare?<br />
Se si, ecco risolto il mistero del rifacimento dei marciapiedi proprio ora (si sa che quando ci sono elezioni vicine si asfaltano le strade, si rifanno i marciapiedi, ecc.)<br />
Se no, probabilmente l'assessore ai lavori vorrà dare lavoro a qualche amico bisognoso...<br />
<br />
--Ragno Nero

Daniele_Sole

23 aprile, 12:11
E' vero che fra poco quella prima parte di Lungomare Mameli sarà soggetta ad una serie di lavori stradali, di manutenzione di edifici (già cominciata per alcuni di essi, e in previsione per altri) e di lavori collegati all'area Ex Sacelit, per cui tutto quello che si fa o si farà dovrà essere rirotto e riaggiustato, ma che non si faccia proprio niente per più di un anno...bha.




logoEV
logoEV