Sempre disperate le condizioni della ragazza che si è data fuoco

1' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Rimangono stabili ma gravissime le condizioni di Anna A., la ventisettenne che sabato mattina ha tentato il suicidio in spiaggia.



Ricoverata al Centro Grandi Ustionati "Bufalini" di Cesena la ragazza presenta ustioni di secondo e terzo grado su oltre il novanta percento del corpo, soprattutto sulle bracci a e sulle parti superiori del capo.

Il rischio più grande che ora Anna A. corre è quello che le proteine carbonizzate dall'ustione blocchino il funzionamento dei reni. Una vera e propria corsa contro il tempo. Intanto il giallo delle diverse fratture sul volto che la ragazza presentava al momento del soccorso sono state ricondotte alle ingenti ustioni che hanno praticamente carbonizzato gli strati epidermici facciali.

"Si è sempre dimostrata una ragazza tranquilla ed allegra -ha affermato la titolare del bar in cui lavora Anna A., a Ponte Rio-. Non è mai mancata al lavoro. In questo momento è molto difficile tornare al lavoro senza che un pensiero vada a lei. E' con noi da diversi anni e tutti i clienti sono veramente choccati per l'accaduto."





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 17 aprile 2007 - 3416 letture

In questo articolo si parla di riccardo silvi, suicidio, redazione





logoEV