Ostra Vetere: i sindacati replicano al Comune sul bilancio

1' di lettura 30/11/-0001 -
La legge Finanziaria 2007 ha dato a tutti i Comuni la possibilità e non l'obbligo di innalzare l'addizionale IRPEF fino allo 0.8%, questo è talmente vero che alcuni Comuni della zona hanno ritenuto di non applicarla per niente, altri di non incrementarla rispetto all'anno precedente altri ancora incrementarla fino ad un massimo dello 0.6%.

da Cgil Cisl e Uil


E' vero invece che il Comune di Ostra Vetere ha l'aliquota più alta della Zona come è vero che ha effettuato l'incremento tra i più alti d'Italia (dallo 0.2% allo 0.8%) il 400%. Questisono i fatti.

E' vero che il Comune di Ostra Vetere ha approvato il bilancio di previsione il 30.03.2007, ma è anche vero che la misura dell'addizionale IRPEF, con il relativo regolamente erano gia stati determinati nel consiglio comunale dell'8 febbraio e la convocazione delle OO.SS. era per il 16 febbraio (ecco perchè non abbiamo partecipato) il confronto tra le parti era stato privato di una fondamentale questione per la tutela dei redditi dei lavoratori e dei pensionati e perchè nessun confronto avrebbe potuto modificare una decisione già presa. Questi sono altrettanti fatti.

E' vero infine che ognuno deve assumersi le proprie responsabilità degli atti che compie, senza scaricare su altri o cercare pretesti su mancate condivisioni delle parti sociali, come è successo d'altronde anche l'anno precedente (2006) in quanto si è elevata a dismisura la pressione e tariffaria rispetto al contesto territoriale.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 aprile 2007 - 2666 letture

In questo articolo si parla di sindacati, ostra vetere, bilancio, comune di ostra vetere





logoEV
logoEV