Il lungomare di Ponente al buio e senza attrazioni

30/11/-0001 -
Il primo bagno di folla sul lungomare, favorito dal bel tempo e dal lungo ponte pasquale, ha messo in luce le “criticità” della zona nord dell'arenile senigalliese. E subito monta la protesta degli operatori turistici.

di Giulia Mancinelli
penelope@viveresenigallia.it


A scatenare le reazioni di bagnini, commercianti e albergatori è stata la mancata accensione dell'illuminazione pubblica che ha lasciato al buio il lungomare di ponente per tutto il week end, proprio mentre sul vicino lungomare Alighieri imperversava la “movida” serale.
“Il lungomare di ponente è rimasto letteralmente al buio dato che i lampioni dell'illuminazione pubblica non sono stati accesi -lamenta Giacomo Bramucci del negozio di abbigliamento mare La Conchiglia- è chiaro che dopo il tramonto nessuno ha avuto voglia di venire a passeggiare da queste parti. Noi che lavoriamo sul lungomare di ponente ci sentiamo di serie B rispetto al tratto centrale del litorale. Sono anni che chiediamo più attenzione ma nulla viene fatto”.
Una goccia che ha fatto traboccare il vaso, ma gli operatori aggiungono sale alla polemica e ricordano i “mali” cronici del litorale nord. “Il lungomare di ponente è storicamente trascurato e declassato rispetto a quello centrale -chiosa il presidente di Asshotel Claudio Albonetti- questa zona della città è priva di arredo urbano, non ci sono aree verdi, né mezzi di trasporto pubblico per non dire dei parcheggi praticamente inesistenti. D'estate il servizio di trasporto viene potenziato ma per la riviera di ponente si tratta di una semplice istituzione del servizio. Anche sul fronte della sicurezza e dei controlli la situazione è drammatica. Mentre sul lungomare Alighieri ci sono spesso presidi delle Polizia Municipale e delle forze dell'ordine, sul lungomare Mameli di controlli non se ne vedono proprio”.

Una situazione che si trascina da anni, ma cui ora gli vogliono mettere fine. “La mancanza di attenzione degli amministratori verso il lungomare nord e il conseguente stato di abbandono è una condizione storica -aggiunge Albonetti- agli operatori dico di pazientare ma ora di cambiare e cominciare a pensare che esiste anche un lungomare di ponente”. Dai commercianti agli albergatori, fino ai bagnini, il malumore per le precarie condizioni cui versa il lungo tratto di lungomare che si estende dal porto in direzione nord, fino a Cesano, è più che mai diffuso.
“Anche noi abbiamo notato che in questi giorni il lungomare nord è rimasto praticamente buoi e non ci è piaciuto -fa eco il presidente della Fiba-Confesercenti Valter Morganti- non è giusto perchè gli operatori qui pagano proprio come quelli di levanti, eppure ricevono un trattamento diverso. Sul lungomare di ponente si lavora al pari che nel restante tratto di lungomare e i clienti hanno diritto alla stessa accoglienza”.
Ieri intanto sono iniziati i lavori di rifacimento del primo tratto di marciapiede, sul lungomare Mameli, un intervento atteso da anni dagli operatori ma ritenuto un segnale ancora troppo debole per una riqualificazione di tutta la zona.




Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 aprile 2007 - 4201 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, lungomare, lungomare mameli


Anonimo

11 aprile, 19:28
Fanno bene gli albergatori del lungomare di ponente a lamentarsi insieme agli altri operatori turistici e male fa chi li attacca anche nei commenti.<br />
Si vede benissimo che il lungomare di ponente è trascurato fin troppo e loro cosa c'entrano? é l'amministrazione che deve ricordarsi che verso nord c'è un lungomare e non c'è solo quello di levante.<br />
Se poi gli operatori devono essere meno "spilorci" non ho nulla da dire ma uesto vale per tutti, ponente e levante.<br />
Questa amministrazione guarda solo i propri interessi trattando male diverse fasce di cittadini lo volete capire? è sotto gli occhi di tutti specie di chi queste ingiustizie le subisce e dunqu fa bene a lamentarsi.<br />
Tutti si lamentano però alle elezioni tutti a rivotare sinistra per partito preso vero?<br />
E allora che ci si lamenta a fare?<br />
Cambiamoli alle elezioni una volta ogni tanto questi amministratori<br />
<br />
--Marco

Renato_Pizzi

11 aprile, 16:57
Daniele non piangere che gli amortizzatori erano già alla frutta :-)<br />
<br />
Però hai ragione, hanno ragione gli altri commenti e soprattutto hanno ragione operatori e residenti della riviera di ponente. Attraversi la passerella ed è come tornare indietro nel tempo. Pensare che a marina vecchia c'è una spiaggia che quelli di là se la scordano...

Anonimo

11 aprile, 12:38
Se manca l'illuminazione o un marciapiede o una pista ciclabile questo è compito dell'amministrazione comunale!<br />
<br />
Il problema del lungomare di ponente è che lo si vuole povero perchè almeno rimane un luogo tranquillo per famigliole e anziani.<br />
Come al solito viva la gerontocrazia e intanto i turisti stranieri non vengono più e quelli del nord calano ogni anno.<br />
<br />
--senigalliese

Anonimo

11 aprile, 16:33
Albergatore Albonetti mi consenta una domanda:<br />
quanto hanno messo di tasca gli operatori turistici di levante, di ponente, di giù, di su, di destra e di sinistra, PER LE ATTRAZIONI? Da quanto ne so la risposta è ZERO. Ma al Summer Jamboree non vanno anche i suoi clienti? E cosi agli altri spettacoli che si svolgono in centro. E cosi ai fuochi, ecc... Ma avete cacciato di tasca mai una lira o un euro per le attrazioni? Albergatore Albonetti io la conosco ormai da decenni e ricordo in modo chiaro che lei si è sempre lamentato. L'anno scorso si è lamentato perche anche se il numero dei clienti aumenta oggi con gli alberghi si guadagna poco, "poca remuneratività" come lei dice. Ma basta! Il 2007 a detta di molti altri operatori si presenta meglio dell'anno scorso e lei continua sempre a lamentarsi. Mah! e per favore metta qualcosa anche lei per le attrazioni. <br />
P-S.Dimenticavo che anche il mio lavoro oggi frutta meno guadagni, ma vivo bene e non mi lamento.... Forse guadagnavo troppo prima...<br />
<br />
--un operatore

Brontolone42

11 aprile, 10:47
Dai commenti che mi hanno preceduto si può comprendere quanto sia difficile fare un Europa Unita......non riusciamo neppure a mettere d'accordo gli operatori della Riviera di Levante con quella di Ponente.<br />
Anche se in questo caso, a soffiare sul fuoco è l'amministrazione, che, non si comporta, come farebbe un bravo "genitore" di due figli, nei confronti dei quali non dovrebbe avere preferenze....<br />
Invece a Senigallia, da sempre, la spiaggia di Ponente, anche se scherzosamente (ma la cosa infastidisce ugualmente) la si è indicata come la Spiaggia de' Puret.<br />
Conferma di questi giorni : infatti si assiste, come accade in politica e non come faceva Robin Hood, si leva ai poveri per dare ai signori. (parlo della sabbia).<br />
La si toglie da ponente per darla a levante ed in pagamento???? niente illuminazione !!!! <br />
<br />
Franco Giannini

Daniele_Sole

11 aprile, 12:29
E una sede stradale che un programma comico di alcuni anni fa avrebbe tranquillamente ridefinito "comodo sterrato".<br />
<br />
Piccola nota personale: faccio spesso quella strada x lavoro (praticamente sempre, anche 4 volte al giorno), e la situazione stradale mi impegna in se a non superare i limiti di velocità, per quanto è messa male.<br />
Nonostante tutto già sono dovuto intervenire comprando nuovi ammortizzatori.

Anonimo

11 aprile, 00:31
Invece di piangere, mettere mano al portafogli!<br />
500 euro moltiplic x tutti gli albergarori, 500 € moltiplic x tutti i ristoranti, 500 €moltiplic x tutti i bar, 500 € moltiplic x tutti gli stabilimenti balneari, 500 € moltiplic x tutti i commercianti del lungomare..... Sommando i risultati delle moltiplic si arriverebbe sicuramente a più di centomila euro, forse duecentomila. E' ora di svegliarsi amici.<br />
<br />
<br />
--attendo

Anonimo

11 aprile, 00:42
P.S. Le attrazioni costano e mi pare che il Comune faccia già la sua parte. Da cittadino accetto di buon grado l'intervento pubblico, quando viene fatto bene e mi pare che lo sia, perchè capisco che alla fine vuol dire favorire l'economia turistica. Ma non esageriamo, è ora che anche altri si muovano. <br />
Con duecentomila euro che potreste tranquillamente raccogliere, invece del lamento, sai le attrazioni da organizzare... Muovetevi... <br />
<br />
--cittadino che attende

Anonimo

11 aprile, 08:33
Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV