x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Arcevia: bilancio 2007, cala l'Ici e la retta per il nido

4' di lettura
2567
EV

Passa a maggioranza il bilancio preventivo 2007. Tariffe invariate, diminuisce l’ICI sulla prima casa e la retta dell’asilo nido, istituiti due fondi per le nuove imprese e per il sociale. Aumenta l’addizionale IRPEF dallo 0,4 allo 0.6 per cento.

dal Comune di Arcevia
www.arceviaweb.it

“Il bilancio di previsione 2007 -dichiara il Sindaco di Arcevia Silvio Purgatori -si basa su una scelta ben precisa: conciliare, le esigenze di equilibrio del bilancio con l’equità e l’attenzione verso le categorie più deboli, con l’impegno di salvaguardare e rafforzare la rete dei servizi, a partire da quelli rivolti agli anziani, ai non autosufficienti e alle politiche educative; di garantire inoltre un controllo delle dinamiche tariffarie compatibili con la tutela dei redditi delle famiglie. Per reperire le risorse necessarie abbiamo ritenuto più equo utilizzare, la leva dell’addizionale Irpef (che passa dallo 0.4% allo 0.6%), e contestualmente diminuire l’ICI sulla prima casa dal 6 per mille al 5,5 per mille, per mantenere una pressione tributaria equilibrata.

Credo che ogni euro di addizionale che noi chiediamo ai cittadini sia giustificata dal livello di quantità e qualità dei servizi che, con questo bilancio, continuiamo a garantire. E comunque prima di andare a chiedere di più ai cittadini, in questi anni, puntando al massimo livello di equità fiscale, abbiamo lavorato per recuperare risorse dalla lotta all’evasione fiscale, nel 2005 abbiamo emesso 643 accertamenti ICI e incassato oltre 43.000 euro, nel 2006, 670 e incassato oltre 48.000 euro, mentre nel 2007 partirà la verifica del classamento degli immobili. Inoltre per la prima volta è stato istituito un Fondo per la creazione di nuove imprese artigiane e di nuovi posti di lavoro".


"Non sono aumentate le tariffe per i servizi a domanda individuale - afferma l’assessore al bilancio Fabrizio Ferretti- così come rimangono invariate tutte le norme di attenzione ai proprietari della prima casa di abitazione, sia per quanto riguarda l’ICI, sia per quanto riguarda la stipula di contratti di locazione nel rispetto della L.431/98 (cosiddetti affitti concordati), per i quali è previsto l’azzeramento dell’aliquota ICI a carico dei proprietari, così come viene mantenuta l’istituzione del fondo destinato all’intervento in conto interessi, da fruire da parte di quanti attiveranno interventi di ristrutturazione di immobili abitativi all’interno dei centri storici. Viene mantenuto l’aumento della detrazione ai fini ICI sulla 1° casa, per determinati soggetti, (residenti ultrasessantacinquenni e coppie di nuova formazione) sino ad €. 206,58. Inoltre è stato istituito un Fondo sociale da destinare alle famiglie di soggetti residenti nel territorio comunale, che assistono direttamente, full time, presso la propria abitazione, congiunti non autosufficienti, mentre le rette dell’asilo nido sono state diminuite di 25 euro-mese per i soli residenti. Per quanto concerne la spesa per investimenti, per l’esercizio 2007 e per il triennio 2007/2009 l’Amministrazione Comunale ha predisposto un programma di interventi che garantisce una attenzione al territorio nella sua intierezza, attraverso interventi di carattere generale ed altri ubicati sia nel centro storico che nelle frazioni”.

Nell’introdurre il bilancio il Sindaco Purgatori ha voluto ringraziare i componenti della commissione bilancio e i capi gruppo consiliari, manifestando il suo apprezzamento per il lavoro svolto, per le indicazioni e le proposte avanzate e per la qualità della discussione, inoltre ha affermato “occorre rilanciare con forza la centralità delle politiche per lo sviluppo di questo territorio tutti dobbiamo lavorare, amministratori, politici, forze economiche e sociali per costruire un “progetto” che faccia della nostra realtà un sistema territoriale sempre più integrato. Un sistema capace di offrire ai cittadini ed alle imprese i servizi e le infrastrutture che servono per essere competitivi. Sappiamo bene che un territorio dove è più forte la coesione sociale, è anche più competitivo e capace di attrarre investimenti, dobbiamo pertanto lavorare tutti insieme con tutti i protagonisti della politica e della società presenti sul territorio per l’affermazione di nuovi e più alti valori competitivi all’interno di una vasta solidarietà sociale”. Con 10 voti favorevoli 2 astenuti (Verdini, Emili) e 3 contrari (Rossi, Impiglia, Terenzi) il Consiglio comunale di Arcevia ha approvato il bilancio di previsione 2007.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 aprile 2007 - 2567 letture