contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Ostra Vetere: grande attesa per l'incontro con Paolo Crepet

2' di lettura
1952
EV

Nell’'ambito delle serate culturali, organizzate dall’Amministrazione comunale, Ostra Vetere ospiterà un altro nome illustre e conosciutissimo legato alla scienza, alla sociologia, alla psicologia ed alla psichiatria, ma anche al mondo televisivo. Si tratta del professor Paolo Crepet, che mercoledì 4 aprile alle ore 20, parteciperà ad una serata, patrocinata dall’Assessorato ai beni culturali del Comune, per incontrare la cittadinanza e parlare del suo ultimo libro e di attualità. A fare gli onori di casa, naturalmente, il Sindaco di Ostra Vetere e Consigliere provinciale Massimo Bello.

Paolo Crepet è nato a Torino nel 1951. Psichiatra e sociologo, insegna Culture e linguaggi giovanili presso il corso di laurea in Scienze della Comunicazione dell'Università di Siena. Per Feltrinelli ha pubblicato “Le dimensioni del vuoto. I giovani e il suicidio (1993)”, “Cuori violenti. Viaggio nella criminalità giovanile (1995)”, “Solitudini. Memorie d'assenza (1997)”, e, con G. de Cataldo, “I giorni dell'ira. Storie di matricidi (1998)”. Con Einaudi, la raccolta di racconti Naufragi. Storie di confine (1999, 2002), Non siamo capaci di ascoltarli. Riflessioni sull'infanzia e sull'adolescenza (2001), La ragione dei sentimenti (2002 e 2004), Voi, noi (2003) e Dannati e leggeri (2004). Crepet ha inoltre scritto per Einaudi l'introduzione a Nemico di classe di Nigel Williams (2000), a Io, Pierre Rivière, avendo sgozzato mia madre, mia sorella e mio fratello... (2000) e a I ragazzi della via Pál (2003).

Crepet che si è occupato e si occupa a fondo dei problemi giovanili, di suicidio, di disoccupazione e di disagio sociale, dal 1989 è stato per alcuni anni professore a contratto di “Psichiatrica Sociale II” presso l’Istituto di Psichiatria e Psicologia Medica della Facoltà di Medicina dell’Università di Napoli ed ha poi proseguito l'attività didattica di Culture e linguaggi giovanili presso il corso di laurea in Scienze della Comunicazione dell'Università di Siena. Con Einaudi, la raccolta di racconti Naufragi. Storie di confine (1999, 2002), Non siamo capaci di ascoltarli. Riflessioni sull'infanzia e sull'adolescenza (2001), La ragione dei sentimenti (2002 e 2004), Voi, noi (2003) e Dannati e leggeri (2004). Crepet ha inoltre scritto per Einaudi l'introduzione a Nemico di classe di Nigel Williams (2000), a Io, Pierre Rivière, avendo sgozzato mia madre, mia sorella e mio fratello... (2000) a I ragazzi della via Pál (2003), e Sull'Amore, Innamoramento, gelosia, eros, abbandono.

Il coraggio dei sentimenti (2006). Affiancata all’attività medica e scientifica e di insegnamento, Crepet svolge anche quella di editorialista collaborando con numerose testate giornalistiche nazionali.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 31 marzo 2007 - 1952 letture