contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Insieme per Castelleone: botta e risposta sul bilancio 2007

4' di lettura
1923
EV

Il Capogruppo di Minoranza Manfredi ed il Consigliere Cuicchi non possono far a meno di rispondere alle affermazioni (esternazioni!) fatte dal Consigliere Comunale, Guerra Domenico, durante il Consiglio Comunale del 23/03/07 all'atto dell'approvazione del Bilancio di Previsione 2007, prima a titolo personale poi in sede di dichiarazione di voto.

da Insieme per Castelleone
Il Vice Sindaco, Guerra, continua ancora a far finta di non capire e tira fuori, quando non ha più argomenti per ribattere "Insieme per Castelleone", la grinta pretestuosa e denigratoria che lo contraddistingue, attaccando a livello personale:….dice infatti: "Va ricordato che nel suo programma elettorale la minoranza aveva previsto il completamento del Palazzetto e il suo attuale Capogruppo e il Consigliere Cuicchi nel 1987 votarono a favore del relativo progetto e negli anni successivi nessuno di loro, pur avendo ricoperto il ruolo di Assessore allo Sport, Cultura e quant’altro, si è distinto per avere costruito una minima proposta per risolvere una questione per la quale, è bene non dimenticare, i cittadini pagano da anni i relativi costi del mutuo necessario per la sua realizzazione"…. Nel 1987, il Consigliere Guerra, che faceva parte dell'allora minoranza, votò contro al Progetto del Palazzetto, senza ricordare che i componenti dell’allora maggioranza e successive, oggi sono autorevoli esponenti della Margherita e dei D.S., forze politiche che sostengono l’attuale amministrazione.

Va altresì ricordato che nell'allora delibera di approvazione del Progetto era scritto che la struttura doveva essere completata, ma così non è stato, in quanto in corso di realizzazione ci furono dei lavori non previsti che fecero lievitare i costi della struttura non permettendo il completamento dell’opera e ci fu anche il cambio di Amministrazione e sindaco e nonostante il Palazzetto fosse sempre inserito nei vari Programmi Elettorali non fu mai completato. I lavori, in effetti, subirono una brusca frenata nelle tre legislature "Franceschetti" (dal 1990 al 2004) tanto da far scattare nel 2005 anche una condanna da parte della Corte dei Conti di ben 25.000,00 Euro. Nel frattempo, Manfredi e Cuicchi, sono usciti volutamente dalla scena amministrativa del paese ritornandoci poi dal 1999 come esponenti di "Insieme per Castelleone". Solamente nel programma elettorale del 2004, dopo che negli anni precedenti "Insieme per Castelleone" aveva richiesto la possibilità di valutare la riconversione di parte della struttura in Scuola Materna, si è scelto di inserire nel nostro Programma Elettorale il completamento del Palazzetto a stralci e per lotti funzionali senza rischiare un indebitamento così grave. A proposito della nostra definizione su questa struttura “un pozzo senza fondo”, dobbiamo ricordare quanto sottopostoci dalla stessa maggioranza con l'approvazione del Piano Economico Finanziario, redatto tra l'altro in forma errata e con alti costi, in cui erano previsti circa 40/70.000,00 euro per trent'anni a carico dell'Amministrazione. Un onere finanziario decisamente troppo alto da sopportare per questa comunità.

Per sgomberare il campo da inutili pretesti, dobbiamo ricordare che il Guerra nella foga di accusare la minoranza si dimentica che, i DS quando erano in minoranza erano contro il completamento del Palazzetto fino a quando non sono entrati a far parte della maggioranza presieduta dall'allora sindaco Franceschetti (1999), poi condannato dalla Corte dei Conti a risarcire il Comune per i danni derivanti dal mancato completamento del Palazzetto stesso. E poi ancora per ricordare la sfrontatezza politica del collega Guerra non ci dobbiamo dimenticare, relativamente all'ampliamento della zona produttiva di Pian Volpello, che quando era all'opposizione ha tenuto un atteggiamento contrario, divenuto poi sempre più disponibile fino a giustificarne la scelta, appena salito sul carro della maggioranza. Da che pulpito arriva la predica lo conosciamo già ma vorremmo che anche i Castelleonesi ne prendessero atto ed invitiamo Guerra a riflettere seriamente sull’andamento del Consorzio Città Romana di Suasa di cui è Presidente e sulla delicata situazione relativa allo spostamento della strada di Pian Volpello.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 31 marzo 2007 - 1923 letture