contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Parcheggi rosa: l'Amministrazione non fa ancora nulla

2' di lettura
2762
EV

Il capogruppo di Forza Italia Alessandro Cicconi Massi ha rivolto un'interrogazione all'Amministrazione Comunale a nome di tutta la Cdl e Gruppo Misto sull'istituzione dei parcheggi rosa.

da Fi, An, Udc e Gruppo Misto
In data 25/10/06 il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità dei presenti l’ordine del giorno presentato dai gruppi consiliari Forza Italia – An – UDC e Misto relativo all’istituzione anche nella nostra città dei c.d. “parcheggi rosa”. Trattasi di spazi di sosta riservati e gratuiti garantiti alle donne in stato di gravidanze ed ai genitori dei bambini entro il primo anno di età. Strumento già attuato in molte altre città italiane e nel nostro territorio già istituito presso alcuni parcheggi privati pertinenti a centri commerciali.

Nei confronti di tale proposta la stessa amministrazione, per nome dell’Assessore alla mobilità a cui è rivolta la presente interrogazione, esprimeva parere positivo, pur chiedendo che venissero apportate delle correzioni. Tale correzioni inerenti una dilazione dei tempi di studio della proposta e della relativa regolamentazione furono direttamente apportate dagli stessi firmatari e per tale ragione tutti i gruppi consiliari accordarono il loro voto favorevole alla proposta. Ai sensi del dispositivo del documento approvato dall’aula, l’amministrazione comunale, entro la fine del mese di gennaio ’07 avrebbe dovuto presentare alla commissione consiliare competente in materia, una proposta di istituzione e regolamentazioni di tali agevolazioni per la sosta nei confronti delle donne in dolce attesa e nei confronti dei genitori dei bambini centro il primo anno di vita.

A quanto risulta all’interrogante, fino ad oggi l’amministrazione non ha provveduto ad avanzare alcuna proposta in tal senso alla competente commissione, né tanto meno ha adottato alcuna decisione al fine di garantire l’ottemperanza al dispositivo del sopradetto ordine del giorno. Considerata in ogni caso la validità della proposta e l’utilità per il territorio, nel segno di un miglioramento del sistema di welfare locale , in questo caso a favore delle donne in un momento particolarmente bello, ma altrettanto delicato e faticoso della porpora.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 marzo 2007 - 2762 letture