contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Ostra: si conclude sabato la stagione teatrale

2' di lettura
2304
EV

Dopo l'ottima accoglienza tributata al pubblico a Le Intellettuali di Molière messo in scena da Arturo Cirillo e poi alla coppia Scaccia Caprioglio che ha presentato Un curioso accidente di Goldoni, la stagione di prosa promossa da Comune e Amat al Teatro la Vittoria si conclude sabato 3 marzo con lo spettacolo Violaine interpretato da Raffaella Boscolo e Franco Palmieri allestito e prodotto dalla compagnia Elsinor.

dal Comune di Ostra
www.comune.ostra.an.it
Si tratta della riduzione curata da Antonio Sixty e Davide Rondoni de L'annunzio a Maria di Paul Claudel, uno dei più influenti intellettuali francesi della prima metà del Novecento. In un prologo e quattro atti, la mistica e accesa scrittura di Claudel mette in scena un "mistero" sul tema del sacrificio e dell¹innocenza. Rappresentato per la prima a Parigi nel 1912 L'Annunzio narra, sullo sfondo di un Medioevo di maniera, di Violaine, promessa sposa di Giacomo Hury e in passato desiderata anche dal costruttore di cattedrali Pietro di Craon.

In segno di pietà e di carità Violaine acconsente a dare a lui, che ora è ammalato di lebbra, un bacio d'addio. Il gesto però è sorpreso dalla gelosa sorella di lei, Mara che, anch'essa innamorata di Giacomo Hury. Diffamata dalla sorella, rinnegata dalla famiglia e abbandonata dal fidanzato, Violaine si ammala di lebbra e si ritira in solitudine per votarsi a Dio. Questo nuovo allestimento riprende l¹edizione di Antonio Sixty del 1995, dove già figuravano Palmieri e la Boscolo protagonisti anche della versione realizzata nel O98 per Rai2.

Informazioni, prenotazioni e prevendite Ufficio Cultura del Comune di Ostra tel 071/7980606 (aperto dalle 9 alle 13,30) oppure Amat corso Mazzini 99 Ancona, tel. 071/2072439 www.amat.marche.it www.vivaticket.it . I biglietti di platea e palchi centrali sono in vendita a 17,00 euro, i palchi laterali a 13,00 il loggione a 10,00 euro.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 marzo 2007 - 2304 letture