x

Inveisce contro i poliziotti che lo avevano fermato, arresto un albanese

1' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Viene fermato dagli agenti di Polizia per un controllo e dà in escandescenza reagendo con improperi e violenza.



In manette con l'accusa di violenza, resistenza e minacce a pubblico ufficiale è finito T.L., un albanese di vent'anni, domiciliato a Senigallia dopo aver ottenuto dal tribunale di Ancona la sospensiva del decreto di espulsione.

Il ragazzo era stato fermato a bordo della sua auto ad un posto di blocco dagli agenti della Polizia che, dopo averlo trovato trovato in possesso della fotocopia di quella che doveva essere la sua patente di guida, gli avevano annunciato il sequestro del mezzo. A quel punto l'albanese ha cominciato a dare in escandescenza, opponendo resistenza agli agenti e facendo volare insulti e minacce.

Inevitabili le manette per il ragazzo che dopo la convalida del fermo, è comparso davanti al giudice del tribunale di Ancona che lo ha condannato a 4 mesi di reclusione per violenza, resistenza e minacce a pubblico ufficiale, con la sospensione della pena.

   

EV




Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 febbraio 2007 - 2147 letture

In questo articolo si parla di polizia, arresti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/ejlP





logoEV
logoEV
logoEV