Ancora una anomala fuga di gas all'interno di una palazzina in via Verdi

1' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Ieri sera, per la seconda volta nel giro di tre settimane, i Vigili del Fuoco sono dovuti intervenire per chiudere l'erogazione del gas a seguito della segnalazione fatta da alcuni residenti.

di Penelope Pitti
penelope@viveresenigallia.it


All'interno del palazzo infatti vive un tossicodipendente, già noto alle forze dell'ordine, che ripetutamente minaccia gesti estremi perché alle prese con problemi economici.

Un'analoga fuga di gas era stata provocata dall'uomo lo scorso 20 novembre e in quella circostanza gli inquilini erano stati fatti evacuare e lasciati al freddo per oltre due ore. Ieri sul posto è intervenuta anche la Polizia ma l'allarme è rientrato poco dopo le 19.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 dicembre 2006 - 2040 letture

In questo articolo si parla di cronaca, penelope pitti


Anonimo

17 dicembre, 20:32
<br />
Certo che la zona del Vivere Verde una volta era rinomata, un quartiere residenziale ambito...<br />
Ora ci si trova veramente di tutto e di più.<br />
Che peccato!<br />
<br />
--Polis

Brontolone42

16 dicembre, 11:44
Se non si vuole o non si può tutelare il tossicodipendente , nonchè disabile,con un ricovero coatto, perchè ciò lederebbe la Sua privacy, ritengo assolutamente obbligatorio trovare una forma che dia una garanzia di tranquillità per tutti gli altri inquilini che coabitano nello stesso stabile.<br />
Pur non conoscendo il caso a fondo, ho l'impressione che non ci sono solo problemi economici, perchè allora l' Italia oggi sarebbe una esportatrice di Gas, ma di svariati quanto gravi motivi, che però non devono ricadere sulle spalle di persone incolpevoli di tale situazione.<br />
<br />
Franco Giannini<br />

Sole_Daniele

16 dicembre, 12:46
...e passi la prima volta....passi pure la seconda: ma adesso cosa si fa, si aspetta il Capodanno per assistere al "botto"?<br />
Mi spiace per lui, ma prima che sia tropo tardo credo che ormai gli si debba trovare un'altra sistemazione, se possibile controllata ed in cura di disintossicazione.<br />
E se non lo vuol fare....a casa ma senza gas.