Condannata la ditta degli scuolabus di Corinaldo e Ostra Vetere

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
La ditta al momento della gara non aveva , contrariamente a quanto dichiarato, autobus adeguati al trasposto di studenti.
Sull'appalto degli scuolabus di Ostra Vetere e Corinaldo già lo scorso anno era scoppiata una polemica.

di Penelope Pitti
pnelope@viveresenigallia.it


Una condanna penale è stata emessa dalla Procura della Repubblica per la ditta di trasporti che gestisce il trasporto scolastico dei comuni di Corinaldo e Ostra Vetere Falaschi di Pontedera (Pi).

Il giudice ha infatti riscontrato false “autocertificazioni” presentate dalla ditta toscana alla gara d'appalto (poi vinta) che “contrariamente al vero - si legge nella sentenza - aveva dichiarato di essere in possesso di almeno otto autobus idonei al trasporto scolastico degli alunni delle scuole materne, elementari e medie inferiori (quando in realtà soltanto alcuni mesi dopo la ditta aggiudicatrice della gara d'appalto otteneva la regolarizzazione dei propri veicoli) e di aver preso visione dei luoghi di esecuzione del servizio quale condizione di ammissibilità alla gara”.

Una condanna che solleva “inquietanti” dubbi sullo stato di sicurezza degli autobus adibiti al trasporto scolastico che, stando alla sentenza, hanno circolato per mesi senza essere in regola e quindi mettendo a rischio l'incolumità dei ragazzi.
Già lo scorso inverno tre autobus della ditta Falaschi erano stati fermati proprio mentre stavano eseguendo il servizio di trasporto pubblico scolastico perchè sorpresi, durante un controllo, senza le necessarie certificazioni per le revisioni annuali, in aggiunta al altri mezzi che avevano iniziato il servizio di trasporto scolastico per l'anno 2005-2006 senza essere regolarmente immatricolati. La sentenza emessa dal tribunale di Ancona condanna la ditta Falaschi alla pena pecuniaria di 1200 euro di multa in attesa del verdetto atteso dal Tar, cui era ricorsa la ditta di Trasporti Pettinelli di Senigallia, ritenendo che la “vittoria” della Falaschi alla gara d'appalto fosse “irregolare”.

Già nei mesi scorsi infatti la ditta senigalliese, dopo essere ricorsa al Tar e alla denuncia penale, si era rivolta anche ai sindaci di Corinaldo, Livio Scattolini, e di Ostra Vetere, Massimo Bello, facendo presente come dopo un anno dall'assegnazione del trasporto scolastico alla ditta di Pontedera, la stessa avesse iniziato il servizio con autobus non in regola con le immatricolazioni e con le revisioni, denunciando anche il caso limite di un mezzo (che svolgeva servizio quotidiano addirittura per un asilo) “sparito” dalla circolazione solo alcuni mesi fa ed immatricolato il 29 novembre 2005, dopo aver svolto per mesi il servizio di trasporto scolastico con un foglio di via (una carta di circolazione provvisoria) rilasciata il 28 aprile 2005.

Nel ricorso al Tar la ditta Pettinelli denuncia anche irregolarità procedurali che sarebbero stato compiute dal comune di Corinaldo che avrebbe anche assegnato ulteriori servizi alla ditta Falschi, come il bus navetta per la festa di Halloween e le ricorrenze dei morti dello scorso anno, senza ricorrere a gare.

Sotto accusa anche il servizio della colonia marina effettuato da mezzi ancora una volta sprovvisti della regolare e obbligatoria autorizzazione del Ministero delle Infrastrutture e trasporti.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 02 novembre 2006 - 6308 letture

In questo articolo si parla di trasporti, ostra vetere, corinaldo


Anonimo

02 novembre, 08:39
Sindaco Scattolini voto 3: Sindaco Bello voto 3. Svegliatevi! O tornate a Senigallia!<br />
<br />
--Armaduk

Anonimo

02 novembre, 09:37
a parte la burocrazia l'importante è che il servizio continui a funzionare bene!<br />
<br />
--italiano

Anonimo

02 novembre, 10:00
La ditta Pettinelli denuncia irregolarità...,da che pulpito ! L'aveva mai conosciuta prima, la stessa ditta, una gara ?<br />
<br />
--Bucaniere

Anonimo

02 novembre, 13:03

Off-topic

Io posso procurarmi 8 carretti trainati da buoi..<br />
posso partecipare alla gara di appalto per il prossimo anno?<br />
<br />
--