x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Ostra Vetere: inaugurazione di palazzo De Pocciantibus

4' di lettura
2400
EV

A distanza di poche settimane dal completamento del lavori di ristrutturazione dei locali interni all’edificio, lo storico “Palazzo De Pocciantibus” è di nuovo consegnato alla comunità di Ostra Vetere, in tutto il suo splendore ed in tutta la sua imponenza.

L’inaugurazione è prevista per domenica 5 novembre alle ore 18 nel cuore del centro storico di Ostra Vetere con due appuntamenti culturali di spessore. Il pubblico potrà visitare non soltanto i bellissimi locali del Palazzo, ma anche ammirare una Mostra Antologica del pittore Walter Bastari e, per l’occasione, degustare una interessante esposizione fotografica del grande ed internazionale Mario Giacomelli sulla “Vita del pittore bastari”, già esibite al Museo di Capodimonte di Napoli.

Un affascinante viaggio nel mondo di due artisti, che riempiranno le splendide sale del Palazzo De Pocciantibus con le loro opere fino al 2 dicembre e che tutti possono visitare. L’evento sarà contraddistinto anche dall’edizione di un catalogo, che raccoglierà la storia del “De Pocciantibus”, le sue immagini, le due mostre inaugurali e una serie di interventi, a cominciare dal critico Maurizio Cesarini, dal Direttore del Museo dell’Informazione Carlo Emanuele Bugatti, dal prof. Enzo Carli, dal critico Gabriele Tinti e dello stesso Mario Giacomelli.

“Questo prestigioso immobile, di notevole interesse culturale ed architettonico, situato nel cuore del centro storico, riprende così a vivere, tornando a regalare – dice il Sindaco Massimo Bello -emozioni e sensazioni, che da tempo si erano perdute nella memoria di pochi. Il Palazzo De Pocciantibus è una costruzione di forme rinascimentali, contraddistinta da un bel portale in arenaria, ed è legata alla memoria storica del paese come sede di una nobile famiglia stabilitasi ad Ostra Vetere attorno alla metà del XV° secolo da Ragusa (Dalmazia), e che ha illustrato l’antica Montenovo con l’opera di suoi insigni cittadini.”

“L’Amministrazione comunale è fiera, quindi, di poter inaugurare ed aprire al vasto pubblico – prosegue il Sindaco - un monumento storico così importante e vitale per il nostro paese, perché esso rappresenta uno dei luoghi naturali più belli, che qualifica non solo il centro storico, ma anche il valore di quella “Cittadella della Cultura” che intendiamo realizzare ad Ostra Vetere.”

“Ora il nuovo Palazzo De Pocciantibus entra di diritto – aggiunge l’Assessore ai Beni culturali Susanna Massi - a far parte di un progetto culturale di spessore che l’Amministrazione comunale, fin dal suo insediamento, sta portando avanti per stimolare energie nuove ed originali, al fine di creare una serie di interessi culturali e sociali, che permettano ad Ostra Vetere di essere un punto di riferimento del nostro territorio provinciale, regionale e nazionale.” “Il Palazzo De Pocciantibus è inaugurato ed aperto al pubblico – aggiunge l’Assessore Massi - con una serie di eventi culturali e mediatici perché merita, da parte nostra e di tutta la Comunità, un’attenzione particolare. Aver voluto, per ora, destinare i suoi locali a spazi culturali significa aver individuato in quel luogo la sua più naturale e piacevole vocazione.”

“Il nostro ringraziamento – concludono il Sindaco Massimo Bello e l’Assessore Susanna Massi - va alla precedente Amministrazione per aver intuito il valore intrinseco di questo Palazzo ed all’attuale Giunta il merito per aver dato seguito all’idea ed al progetto; a tutti coloro che hanno lavorato per portare a compimento i lavori di riqualificazione dell’edificio, alla Banca di Credito Cooperativo di Ostra Vetere ed al suo Presidente per aver creduto nel nostro progetto di valorizzazione e di promozione del patrimonio di Ostra Vetere, alla “Galleria Arearte” di Senigallia per la sua preziosa collaborazione nell’aver allestito le prime mostre di Mario Giacomelli e di Walter Bastari che accompagnano i primi mesi di vita del palazzo (ed a cui seguiranno altre collettive di diversi artisti di fama nazionale ed internazionale), alla ditta Tecnostampa di Ostra Vetere per aver contribuito alla realizzazione di uno splendido catalogo dell’evento, ed a tutti i collaboratori della struttura comunale per averci messo nelle condizioni di poter inaugurare, in tempi brevi, un pezzo della nostra storia locale.”


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 27 ottobre 2006 - 2400 letture