contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Professore preso a calci e pugni dai ladri che lo volevano derubare

2' di lettura
20355
EV

Preso a calci e pugni dai ladri che aveva sorpreso nella propria abitazione. E’ successo nella serata di sabato ad un insegnante di scuola media residente nella frazione di San Silvestro.

di Guido Fabbri
guidofabbri@vsmail.it
“Sono rientrato a casa intorno alle 19,30 – racconta l’uomo -. Dentro c’erano alcuni uomini che appena mi hanno visto mi hanno spintonato e colpito più volte prima di scappare. Non sono riuscito a vederli in faccia. Era troppo buio e non sono stato in grado di descriverli alla polizia. Non sono neanche sicuro di quanti fossero, forse tre o quattro persone”.

Questo il racconto del professore ancora scosso per l’accaduto. I ladri non hanno sottratto nulla dall’abitazione che si trova proprio nel centro della piccola frazione collinare di San Silvestro. A sorprendere è proprio il fatto che i topi d’appartamento abbiano tentato di agire in una zona popolata e non in una casa isolata, tanto più in un orario come quello delle 19,30 nel quale è presumibile che gli occupanti delle abitazioni possano rientrare da un momento all’altro. Per fortuna le conseguenze fisiche riportate dalla vittima dell’aggressione sono state lievi.

“Lunedì sono andato regolarmente al lavoro – racconta il professore -. Mi hanno medicato al pronto soccorso ed ora sto bene. Più che altro sono ancora turbato per lo spavento che ho preso”.

Nella serata di sabato i ladri hanno fatto visita anche ad altre abitazioni della zona collinare di Senigallia prendendo di mira proprio la frazione di San Silvestro dove si segnalano diverse effrazioni. Molte le abitazioni ripulite di denaro e preziosi.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 settembre 2006 - 20355 letture