Pane Nostrum: tutte le novità della sesta edizione

30/11/-0001 -
Fervono i preparativi per il via di Pane Nostrum, la Festa internazionale del Pane che si terrà in piazza del Duca dal 14 al 17 settembre.



I “laboratori” dei panificatori, dedicati ai pani di filiera marchigiana, ai pani del Mediterraneo con Sardegna, Grecia, Spagna, Africa del Nord, Puglia, Sicilia e Basilicata, e a quelli delle città gemellate di Chester, Lorrach e Sans, saranno all'opera dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 20.30 mentre i banchi per la vendita saranno aperti al pubblico dalle 9 alle 14 e dalle 15 alle 21. L'eccezione sarà riservata all'Arte della Notte Bianca che da sabato 16 all'alba di domenica intratterrà il pubblico tra pani e dolci appena sfornati e la musica della Taranta.

“E la grande novità di questa edizione con una notte bianca dedicata all'arte dei panificatori, unica in Italia -afferma l'assessore alle attività economiche Luigi Rebecchini- per tutta la notte insieme ai panificatori, resteranno aperti anche bar, locali e ristoranti e anche i commercianti, se lo vorranno, potranno unirsi a loro”.

In continua crescita anche le prenotazioni per le aule didattiche, allestite nei giardini della Rocca Roveresca, per i corsi di panificazione gratuiti per adulti (dalle 18,30 alle 20,30 e dalle 21 alle 23), per i più piccoli (dalle 15.30 alle 17,30) e anche per le scuole (dalle 9 alle 12). In collaborazione con lo Slow Food, dalle 19.30 a pagamento, verranno realizzati anche dei laboratori del gusto per abbinamenti fra pane e companatico. Per gustare tutte le specialità di Pane Nostrum, due sono le aree di ristoro. Il ristorante ai Giardini della Rocca Roveresca, curato dall'istituto alberghiero Panzini per un menu completo tutto rigorosamente a base di pane, e Il Mediterraneo da Assaggiare in piazza del Duca, con assaggi dei prodotti tipici a base di pane delle varie località ospiti della manifestazione.

Un evento, Pane Nostrum, che chiude la stagione turistica senigalliese. “Vogliamo concludere in grande stile la stagione estiva con un evento che negli ultimi anni è cresciuto notevolmente -ha detto il sindaco Luana Angeloni- e lo facciamo puntando su un elemento base della nostra alimentazione che ci consente anche un recupero della tradizione culturale ed economica del territorio”.

“Pane Nostrum è un esempio di come fare turismo intelligente
-fa eco l'assessore regionale all'agricltura Paolo Petrini- il successo della manifestazione di Senigallia ci spinge a puntare ancora di più su quelle iniziative che contribuiscono alla valorizzazione di un settore, come quello agro-alimentare, che vede nel recupero delle tipicità la sua arma vincente”. A Pane Nostrum prendono parte anche la Camera di Commercio, la Cia e la Confcommercio che si sono dette soddisfatte per il salto di qualità della manifestazione.

Clicca qui per vedere il programma

Nelle foto, da sinistra, l'assessore Rebecchini e il sindaco Angeloni, la Angeloni e l'assessore regionale Petrini, e i rappresentanti di Camera di Commercio, Cia e Confcommercio Otello Baldini, Evasio Sebastianelli e Riccardo Pasquini.

Testo alternativo Testo alternativo Testo alternativo




Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 settembre 2006 - 2260 letture

In questo articolo si parla di pane nostrum