contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Campanile: pronto a mettere mano alle priorità urbanistiche

3' di lettura
3390
EV

Da ieri Gennaro Campanile è il nuovo assessore all'Urbanistica. In mattinata l'incontrato con il sindaco Luana Angeloni per la firma dell'incarico e nel pomeriggio la “presentazione” ufficiale da parte della Margherita. Gennaro Campanile

“Continuo così la mia bella esperienza politica, proseguendo la mia azione con equilibrio e moderazione, fermo nei valori in cui credo -ha esordito l'assessore all'urbanistica- ringrazio i cittadini e gli elettori che hanno legittimato la mia presenza nelle istituzioni e ringrazio anche il partito che ha riconosciuto il mio lavoro ed ha investito su di me”.

Campanile si dice pronto a mettere mano da subito alle pratiche che la maggioranza ha indicato prioritarie per l'urbanistica e, se possibile, andare anche oltre. “Le priorità da realizzare entro la prossima primavera sono l'approvazione del piano Cervellati, il porto, l'ampliamento dell'Arceviese e la modifica del regolamento edilizio spero però di poter fare anche di più iniziando il lavoro anche per pratiche come il parco della Cesanella, la Corinaldese e i piani delle frazioni”.

Scontato per il partito che dopo le dimissioni di Francesco Stefanelli (che ieri non era presente alla conferenza stampa di presentazione di Campanile per impegni personali) l'urbanistica restasse alla Margherita. “La maggioranza ha delegato questo assessorato al nostro partito e la stessa maggioranza continua a pensare che debba essere la Margherita la titolare dell'urbanistica, al di là dei nomi -precisa la segretaria Barbara Sardella, in riferimento ai tre cambi al vertice dell'assessorato che si sono avuti in tre anni con Lanfranco Bertolini, Francesco Stefanelli ed ora Campanile- con la nomina di Campanile si conclude una fase che abbiamo gestito in modo serio e riservato e soprattutto che è stata condivisa, a cominciare dalla scelta di dare continuità all'azione politica intrapresa da diversi anni per l'urbanistica. È chiaro che il confronto che abbiamo avuto per l'urbanistica da lunedi si sposta su altri settori, nello specifico ora i lavori pubblici”.

A difendere la scelta di dare continuità all'urbanistica, sotto il “segno” della Margherita è stato anche il vicesindaco Michelangelo Guzzonato, ricordando “il cambiamento, rispetto al passato, cui l'assessorato ha dato il via, rispetto al passato, con la Margherita”. Sul ritardo nella nomina di Campanile interviene invece il capogruppo Andrea Bacchiocchi precisando che “la Margherita, dopo le dimissioni di Stefanelli, in tempi brevissimi ha provveduto a fornire al sindaco il nome del successore e che solo le ferie di agosto hanno fatto slittare l'investitura”.

Chiusa la pratica Campanile, che esordirà ufficialmente nella seduta del consiglio comunale del 27 settembre che vedrà l'ingresso nella schiera dei consiglieri di Luca Scattolini, resta ancora aperta per il partito la richiesta di indire un'assemblea pubblica della Margherita avanzata da un gruppo di iscritti, tra cui Tarcisio Torreggiani e Franco Porcelli. “L'assemblea ci sarà ma la riteniamo successiva a questa fase di investitura del nuovo assessore -assicura la Sardella- il fatto che ci sia stato chiesto un confronto è di per sé positivo e non intendiamo sottrarci”.

Michelangelo Guzzonato Patrizia Giacomelli Andrea Bacchiocchi Barbara Sardella
Il vicesindaco Michelangelo Guzzonato, l'assessore Patrizia Giacomelli, il capogruppo Andrea Bacchiocchi e la segretaria Barbara Sardella. In alto Gennaro Campanile.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 settembre 2006 - 3390 letture