contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Forza Nuova occupa la Rotonda

3' di lettura
8262
EV

Con un'azione a sorpresa Forza Nuova è tornata a Senigallia per portare alla ribalta il problema casa occupando la Rotonda a Mare.
Momenti di tensione quando i forzanovisti hanno abbandonato la struttura.

di Michele Pinto
michele@vivere.marche.it
Intorno alle 17 una decina di ragazzi di Forza Nuova si sono introdotti sul tetto della Rotonda a Mare, senza entrare nei locali chiusi a chiave, dove hanno piazzato alcune bandiere ed uno striscione.

Sul posto sono intervenuti la Polizia del Commissariato di Senigallia, i Vigili Urbani ed i Carabinieri.
Nel frattempo due ragazzi di Forza Nuova sono rimasti all'ingresso del pontile per distribuire alcuni volantini.

Dopo poco più di un'ora a seguito delle trattative con la Polizia le bandiere e gli striscioni sono stati rimossi.
In piazza intanto si formava un assembramento di curiosi, di amministratolri locali e soprattutti di alcuni ragazzi del Mezza Canaja intervenuti in tutta fretta.

Per evitare che la situazione degenerasse i manifestanti sono stati fatti uscire dalla Rotonda solo dopo l'arrivo delle forze anti sommossa della Polizia di Stato.
Il tutto si è risolto con gli sfottò dei ragazzi del Mezza Canaja indirizzati ai forzanovisti che non hanno risposto.
La situazione si è risolta poco dopo le 19.

Forza Nuova occupa la Rotonda Forza Nuova occupa la Rotonda Forza Nuova occupa la Rotonda Forza Nuova occupa la Rotonda
Forza Nuova Occupa la Rotonda di Senigallia


Il Comunicato di Marco Gladi, coordinatore regionale di Forza Nuova

Mercoledì 6 settembre, dalle ore 17,00, un ventina di forzanovisti hanno occupato La Rotonda di Senigallia e la zona antistante per protesare contro l’emergenza abitativa e la discriminazione nei confronti degli italiani nell’assagnazione delle case popolari, le quali graduatorie vedono sempre priviligiare gli immgrati.
I militanti hanno spiegato uno striscione firmato FN e NAC (Nuclei Azione Casa) con su scritto “Diritto alla casa: prima gli italiani!” e hanno distribuito dei volantini il quale contenuto é sotto ripoportato:

LA CASA É UN DIRITTO: PRIMA GLI ITALIANI!
Vergogna: in Italia il 30% degli alloggi pubblici viene assegnato ad extracomunitari.
FAVORIRE FAMIGLIE E GIOVANI COPPIE.
Per tutelare la famiglia tradizionale e difendere gli interessi del nucleo-base della società civile nelle graduatorie per le assegnazioni.
FERMARE PRIVILEGI E INGIUSTIZIE.
Troppi in Italia godono del privilegio dell’assegnazione di un alloggio popolare senza averne i requisiti, grazie ad un sistema di corruzione diffusa. Questi bugiardi Vanno smascherati una volta per tutte!
PROMUOVERE UNA RIVOLUZIONE NELLE POLITICHE ABITATIVE
É necessario rilanciare l’edilizia residenziale pubblica: non più ghetti in preda al degrado metropolitanop, ma modelli di sviluppo equilibrato per un’urbanistica realmente a misura d’Uomo.

Il blitz forzanovista é dimstrazione che nessuno può mettere il bavaglio a Forza Nuova e a tutti gli italiani che sono stufi delle politiche di privilegio nei confronti degli extracomunitari e, di fatto, di discrimanazione nei confronti degli italiani.

Mrco Gladi


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 settembre 2006 - 8262 letture