x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Cicconi Massi sui rapporti giunta comunale e Mezza Canaja

2' di lettura
2271
EV

Non ci resta che ironizzare su una certa sinistra che per anni ha cercato di corteggiare i giovani dei centri sociali, pensando e sperando che da questi derivassero chissà quali benefici sia di immagine, che a livello elettorale.

da Alessandro Cicconi Massi
Capogruppo Forza Italia

Non ci resta che ironizzare, anche perché le parole di denuncia le abbiamo espresse ormai troppe volte in questi anni, prendendoci anche insulti di ogni genere ed accuse di essere illiberali o addirittura dei filo-fascisti intolleranti.

Alla fine avevamo ragione noi, se è vero come sembra che l’amministrazione, addirittura per voce del suo indiscusso “lider maximo” Luana Angeloni, ha abbandonato la strategia del corteggiamento ed ha aperto la fase della tensione. Alla fine anche il centro sinistra istituzionale ha perso la pazienza, magari di fronte alle accuse che gli stessi giovani del Mezza Canaja hanno rivolto all’amministrazione ed ai partiti che la compongono.

Colpe di questi ragazzi, noi non le abbiamo mai volute cercare e non li abbiamo mai voluti criminalizzare. Ognuno giustamente oggi come oggi, si approfitta delle circostanze e cerca di massimizzare il proprio profitto. Chi invece abbiamo contestato, sempre e coerentemente è stata la giunta comunale, con il suo buonismo da quattro soldi, con i favori immeritatamente rivolti a questi giovani. Ieri ponti d’oro, oggi invece l’idillio è finito.

Che spasso leggere sui giornali i reciproci attacchi tra Sindaco e i portavoce del movimento no global, che ridere nel vedere i giovani arrampicati vicino all’insegna di una nota cooperativa rossa pronti ad attaccare il governo e la sinistra stessa che quel governo guida.

Che risate nel vedere le facce degli esponenti del centro sinistra locale, rosse di rabbia, sta volta, che giurano una lezione a questi impertinenti e capricciosi figli di papà.

Cari colleghi amministratori di maggioranza, lo avete voluto voi. Avete calato le braghe, scusate il temine poco consono, ma calzante, di fronte a questi giovani, avete concesso tutto, vi siete abbassati a fare gli intermediari immobiliari pur di coprire gli abusi di questi gruppi. Avete intercesso verso imprenditori locali, avete insomma fatto di tutto per tener buoni questi ragazzi che l’unica cosa che vogliono è uno spazio per la loro attività. Ieri avete avvallato la prepotenza alleandovi al mezza canaja (forse era periodo troppo pieno di appuntamenti elettorali) oggi cercate di fare la voce grossa.

Non siete credibili, e questi giovani hanno imparato come prendervi…in giro.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 agosto 2006 - 2271 letture