contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Mondolfo: continuano le indagini sulla tragedia di venerdì scorso

2' di lettura
2029
EV

Nella giornata di ieri il gip ha interrogato l'ex carabiniere, Angelo Accinni, 55 anni, per la convalida del fermo per omicidio volontario ed è stata effettuata l'autopsia sul corpo della moglie - Oriana Benvenuti, 50 anni - per conoscere maggiori dettagli sul decesso della donna, freddata da due colpi alla schiena.

di Morena Bartolacci
redazione@viveresenigallia.it

Alle interrogazioni effettuate dai carabinieri di Mondolfo e dal pm, Massimo di Patria, Accinni ha risposto che si è trattato di un incidente mentre era intento a pulire la doppietta nel garage dove la moglie stava stirando girata di spalle.

Dubbi sulla natura accidentale dell'accaduto hanno portato gli inquirenti a notificare all'ex carabiniere il fermo per omicidio volontario che sarà convalidato nelle prossime ore dal gip del Tribunale di Pesaro.

Interrogativi nascono dal fatto che è difficile credere che una persona esperta come Accinni possa aver commesso un gesto così ingenuo e convincente non risulta neanche la posizione del corpo della donna, rinvenuto supino.

Ora le indagini stanno spaziando nella vita privata della coppia e la luce è quindi puntata su parenti e amici, per cercare di carpire elementi chiarificatori sulla vicenda. I due, agli occhi dei più, sembravano una coppia serena, ma sono emerse voci su possibili difficoltà economiche che avrebbero coinvolto la coppia negli ultimi periodi. E da verificare anche l'attrazione dell'ex carabiniere per il lotto e le scommesse.

Gli investigatori dovranno considerare il periodo di tempo che comprende anche il 2004, anno in cui l'Accinni ha lasciato l'Arma in anticipo, a causa di un'ernia al disco e ha comprato l'attuale villetta in via Respighi 36.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 agosto 2006 - 2029 letture