statistiche accessi

L'ALA consegna il finanziamento comunale al Dott. Marcellini

1' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Come promesso e, probabilmente, come auspicato da più parti, il sottoscritto – per conto dell’associazione lotta all’amianto - non è piu’ intervenuto sulla questione bonifica degli ex stabilimenti Sacelit ed Italcementi.
Una decisione sofferta ma presa dopo mesi di segnalazioni, accertamenti, consultazioni, indicazioni, proposte e, soprattutto speranze di tutela della salute dei cittadini, che, purtroppo, non hanno avuto i risultati sperati.



Tutto questo solo e soltanto per evitare che l’amianto killer potesse continuare a provocare – come ha fatto in passato – vittime, dirette ed indirette. Un impegno forte che, in contropartita, ha invece portato il sottoscritto a rischiare denunce e querele per difendere la gente, subire umiliazioni ed aggressioni verbali per segnalare pericoli, doversi tutelare per parlare.
Per questo obiettivo – la garanzia della salute della gente - l’ALA ha lavorato investendo impegno, sacrifici e soldi.

Ed a proposito di soldi colgo l’occasione per ringraziare la Giunta municipale per la concessione di un contributo economico (anche se effettivamente poco oneroso rispetto ad esempio ai costi per parcelle su consulenze sull’amianto) che, però, preferisco consegnare al dott. Massimo Marcellini, medico del reparto oncologia di Senigallia (mio attuale medico curante) che sicuramente avrà più opportunità del sottoscritto di lavorare per la tutela della salute della gente, purtroppo sempre più spesso vittima di gravi malattie.

Un contributo modesto che, comunque, il dott. Marcellini, persona serissima e sempre disponibile nei riguardi di chiunque, avrà modo di gestire. Ringraziando ancora per la fiducia accordata, porgo distinti saluti.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 giugno 2006 - 2465 letture

In questo articolo si parla di amianto, massimo marcellini, a.l.a., carlo montanari





logoEV
logoEV
logoEV