statistiche accessi

I tifosi vigorini contro i nuovi parcheggi al posto dell'anti-stadio

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
La notizia della prossima realizzazione di 200 parcheggio nell'area dell'anti-stadio del Comunale, ha suscitato le reazioni di protesta dei tifosi della Vigor Senigallia che non hanno mancato di far “sentire” la propria voce.



Ieri mattina le due porte di accesso dell'anti-stadio, su via dello Stadio, portavano a chiare lettere i segni della protesta. Le scritte, con bombolette spray rigorosamente rossoblu, “vergogna” e “lo stadio non si tocca” hanno ben reso il senso della reazione dei tifosi all'annuncio che nell'area che confina proprio con il terreno di gioco verranno realizzati entro settembre 200 nuovi parcheggi a raso.

Dopo i dissapori causati dai lavori di rifacimento del manto in erba sintetica dello stadio centrale che hanno costretto la Vigor Senigallia ha cercare ospitalità per tutta la stagione appena conclusa presso altri stadi, i dissapori tra Giunta e tifosi vigorini si riaccendono.

“Di nuovo proteste contro la giunta”- recita uno striscione degli ultra- rea di aver tolto poesia al campo togliendo l'erba (ora c'è il sintetico ndr) e facendo giocare senza scrupoli tutto il campionato alla Vigor fuori casa, ed ora dell'abbattimento del retrostadio”.

A quanto pare le motivazioni addotte dagli assessori Maurizio Mangialardi e Simone Ceresoni “di aver scelto l'anti-stadio per i nuovi percheggi perchè non più utilizzato da quanto il campo del Centrale è stato dotato di erba sintetica”, non sono bastate ai tifosi vigorini, “affezionati” a quell'area dove da sempre i giocatori rossoblu, e non solo, si sono allenati. E la protesta minaccia di proseguire.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 giugno 2006 - 2856 letture

In questo articolo si parla di vigor, penelope pitti, stadio, penelope





logoEV