statistiche accessi

Provenzani: l'Assessore Mangialardi è il bello della Giunta

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Secondo giorno di diretta del Caterraduno a Senigallia. Sabrina Provenzani in diretta dalla Sala Giunta del Comune rivela nuove sconvolgenti rivelazioni sugli amministratori della città.

di Penelope Pitti
foto di Silvia Piermattei
redazione@viveresenigallia.it


Il “sexy” assessore Luigi Rebecchini è una bomba all'idrogeno sganciata sulla Giunta Comunale”. E' la battuta con cui Cirri e Solibello, l'inarrestabile duo radiofonico di Caterpillar, hanno dato il via alla seconda giornata del Caterraduno. E si capisce che la giornata sarà molto calda.
L'appellativo con cui Cirri e Solibello hanno “bollato” l'assessore al turismo, autore dello slogan-tormentone estivo “Spiaggia di velluto, un'emozione da provare”, scatena le “gelosie” dei colleghi di Giunta, convocati in una “riunione urgente”.

Collegata con le stanze di palazzo c'è l'inviata Provenzali che porta ai microfoni il sindaco Luana Angeloni che sta al gioco e scherza. “Sono molto preoccupata per quello che sta accadendo in Giunta”.
A farsi sotto ci provano allora gli assessori Maurizio Mangialardi, etichettato come “il bello”, e Francesco Stefanelli, “l'eterno fidanzato”, che confessa che “se Rebecchini ha provato l'emozione sul velluto più volte, lui ha ceduto al richiamo della spiaggia sotto le stelle anche quando non si potrebbe”.
A riprendere in mano le redini della situazione ci pensa la Angeloni che ammette. “La spiaggia di notte ha un fascino e un romanticismo particolari”.

Ormai non c'è più nulla fa fare.
Il Caterraduno ha mandato in delirio la spiaggia di velluto.
Dopo aver gettato le “basi ideologiche” per la formazione del gruppo “I senza Calcio”, l'opera di creare una città “demondializzata” è proseguita ieri con la formazione del gruppo di “aiuto-aiuto”.

Centinaia di donne si sono date appuntamento ai Bagni Arcobaleno per denunciare di essere “vittime del calcio”. Moglie, fidanzate e compagne hanno dato sfogo a tutte le loro frustrazioni calcistiche, dopo anni di “vessazioni” che sono state costrette a subire per la concorrenza del calcio.



Sabrina Provenzali si affaccia dalla finestra dopo aver intervistato gli Assessori impegnati nella Giunta Comunale


La maglietta simbolo del Caterraduno, Poche Palle! L'obiettivo è quello di disintossicarsi dal calcio e dai Mondiali grazie all'intervento di "esperti e gruppi di ascolto"

Caterraduno Caterraduno Caterraduno Caterraduno Caterraduno Caterraduno Caterraduno Caterraduno Caterraduno Caterraduno Caterraduno Caterraduno

Gruppo di Aiuto ai Bagni Arcobaleno


Il tanto atteso Ardemagni esce dal ripostiglio dei giochi e getta al pubblico femminile la chiave n. 19


L'Assessore Rebecchini con indosso la maglietta simbolo del Caterraduno (il ricavato andrà in beneficenza in favore di Emergency)






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 giugno 2006 - 5752 letture

In questo articolo si parla di silvia piermattei, caterraduno





logoEV
logoEV
logoEV