statistiche accessi

Se non ci fosse stata l’opposizione, il consiglio si sarebbe bloccato

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
L'attacco che i capigruppo di maggioranza hanno rivolto alle forze politiche di opposizione è veramente ingiurioso, oltre ad essere totalmente privo di qualsiasi fondamento.

da Alessandro Cicconi Massi
Capogruppo Consiliare Forza Italia


Le forze di minoranza, non si sono mai sottratte al gioco democratico, non hanno mai abdicato alla loro primaria funzione, quella di controllare il corretto funzionamento delle istituzioni e la tutela di tutta la cittadinanza, non solo della parte maggioritaria che ha votato questa amministrazione.

I gruppo consiliari di opposizione, sarà bene ed utile ricordarlo ai signori capigruppo del centro sinistra, sono sempre presenti in consiglio e proprio senza la loro presenza non sarebbe giammai possibile dare inizio al consiglio comunale ed alle commissioni, vista il costante assenteismo di questi “maestri di democrazia” quali i nostri i consiglieri comunali di maggioranza.

Sarà bene ricordare che in democrazia c’è un principio fondamentale che regge il funzionamento delle assemblee elettive ed in particolare quelle in cui vige il sistema maggioritario: la maggioranza eletta e numericamente schiacciante ha il dovere e l’onere di garantire con la propria presenza il funzionamento e l’approvazione degli atti politico-amministrativi di governo.

Ebbene se non fosse stato per la presenza delle forze di opposizione che responsabilmente spesso hanno deciso di rimanere in aula discutere seppur di fronte alle indecenti assenze del centro sinistra a quest’ora il consiglio sarebbe stato del tutto privo di funzionalità, con meno di una manciata di delibere approvate. Questi signori si permettono di sparare giudizi: si vadano a rileggere le convocazioni delle commissioni e dei consigli comunali e poi saranno costretti a rimangiare quelle indecenti parole, frutto di una demagogia spicciola facilmente contestabile.

La gran parte dei pochi e rari consigli e delle commissioni sono stati convocati grazie all’azione dei gruppi di minoranza che hanno presentato mozioni ed ordini del giorno, nonché spesso chiesto urgenti convocazioni per discutere dei problemi della città.

Discutere ed avanzare proposte, mai sottrarsi ai problemi. E’ la maggioranza che totalmente priva di unità e intenta esclusivamente a praticare il mercimonio degli incarichi e delle poltrone, ha del tutto trascurato la città ed i suoi problemi. Ed oggi, di fronte alla legittima protesta dell’opposizione, guarda caso imparata dalle tecniche di ostruzionismo parlamentare adottate dalla sinistra, la maggioranza si straccia le vesti. Ipocrisia allo stato puro!ù





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 12 giugno 2006 - 4017 letture

In questo articolo si parla di opposizione, alessandro cicconi massi, consiglio comunale





logoEV
logoEV
logoEV