statistiche accessi

Barbara: entra nel vivo il Déjà-vu Barbara Rock on the road Festival

3' di lettura 30/11/-0001 -
Entra nel vivo dello spirito “on the road”, la 2° edizione del “Déjà vu Barbara Rock on the road Festival” dedicato alla musica anni Sessanta e Settanta americana. Dopo l’esordio serale di venerdì al pub Insomnia con i Travellin’ Band, la seconda giornata del festival sabato 10, inizia già dal pomeriggio.

di Insomnia Club
www.insomniaclub.it


Il nome del festival pensato da Pro Loco e Insomnia Club con il patrocinio del Comune di Barbara, assessorato alla cultura si deve al primo mitico album in studio di Crosby, Stills, Nash e Young insieme, “Déjà Vu” appunto. Inciso nel 1970 dopo il loro incontro qualche mese prima sul palco di Woodstock. Ed è lo spirito di quel megaraduno ad animare il centro di Barbara dalle 16 a sera tardi sia sabato che domenica. Bancarelle, stand gastronomici, buskers e artisti in giro per le strade, menù per famiglie e birra.

Sabato pomeriggio si esibiscono per strada Yellow House, Gentleman e altri musicisti marchigiani devoti al genere folk, blues, rock, west coast. I protagonisti dei concerti serali sul palco in piazza sabato dalle 21, sono Bumble Bee prima e Graziano Romani poi (intorno alle 23).

I Bumble Bee nascono nel 1984, dopo diverse altre esperienze musicali (Piancavallino Blues Band e Blackout). Se gli si chiede cosa suonino, rispondono . All’attivo hanno diversi demo cd autoprodotti, un LP ( 88' per la Cobra Records) e alcuni brani in varie compilation tra cui “Arezzo Wave 88”. Lo spirito è scanzonato.

La passione per la musica è seria. Il gruppo è composto da Guido Giacconi chitarra e voce, Paolo Leone chitarra e armonica, Eolo Taffi basso e contrabbasso, Federico Taffi sax, Andrea Rogati batteria. Sintetizzare in poche righe le esperienze di Graziano Romani è invece un po’ più arduo. Autore, voce, chitarrista, Graziano Romani è passato attraverso diversi gruppi (Megajam 5, Souldrivers), suonato dal vivo un po’ dappertutto, inciso album nella patria del rock collaborando con gli idoli del genere on the road da Elliott Murphy a Willie Nile, Ashley Cleveland, Robert Gordon, ha partecipato a numerosi tribute album anche internazionali da Battisti ai Genesis a Springsteen.

È al suo 12° album "Confessions Boulevard" e nel 2000 ha fondato la sua etichetta indipendente: la "Freedom Rain Records". Il suo nome è legato al gruppo dei Mescalero insieme a Max Cottafavi (dei ClanDestino, la prima band di Ligabue), ma anche all’inno ufficiale dell’Inter uscito in collaborazione con Elio e le Storie Tese nel 2002. Diversi i lavori realizzati con gli “Elii”. Ha cantato anche insieme a Ian Anderson, leader dei Jethro Tull. Nel 2004 esce "Painting Over Rust" con la sua "Dreamland Band" a cui partecipano Elliott Murphy (duetto vocale in "Get Together Soon"), Mel Previte (il chitarrista dei Rocking Chairs, ora con Ligabue, in "King Of The Brokenhearted" e "In The Quest For A Good Time") e il cantautore dell'Oregon David Scholl (duetto vocale in "Faithless Times"). Info grazianoromani.it. Domenica sul palco serale arrivano The New Edge Project e The Gang che presentano il loro nuovo disco (sono possibili interviste).

Ricordiamo che si può anche restare a dormire sotto le stelle, approfittando della possibilità di campeggio libero nell’area dei nuovi giardini. Si può sostare con tenda e con camper. L’area è attrezzata con servizi igienici, ma non per lo scarico dei camper.

L’ingresso al festival è gratuito. Info: 339.1828889 – www.insomniaclub.it/festival.htm





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 giugno 2006 - 2286 letture

In questo articolo si parla di barbara





logoEV
logoEV
logoEV