statistiche accessi

L'opposizione abbandona l'aula Consiliare per protesta

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Il Consiglio Comunale di Senigallia si è riunito ieri sera per una nuova sessione di lavoro. Proprio all’inizio della seduta le minoranze hanno però abbandonato l’Aula, dopo che il Consigliere Savini ha letto una dichiarazione per spiegare che con tale decisione si intendeva contestare una delibera recentemente adottata dalla Giunta per la costituzione di parte civile in un procedimento penale per diffamazione contro alcuni articoli di stampa.

dal Comune di Senigallia
www.comune.senigallia.an.it


In assenza del Sindaco, è stato il Vice Sindaco Guzzonato a replicare, mentre le minoranze uscivano, che il ricorso alle vie legali diventa necessario quando si travalica la normale dialettica politica.

L’Assemblea ha quindi iniziato la seduta con lo svolgimento delle tradizionali interrogazioni e interpellanze consiliari, presentate nell’occasione dai Consiglieri Mariani, Campanile, Magi Galluzzi. Subito dopo, prima della parte “deliberante”, è stato osservato un minuto di silenzio in ricordo del militare italiano caduto a Nassiriya.

È seguita la procedura di surroga di Patrizia Giacomelli, recentemente nominata assessore comunale, nel ruolo di consigliere. Il suo posto tra i banchi della maggioranza è stato preso da Ilaria Ramazzotti, che è stata accolta dal Presidente del Consiglio con un omaggio floreale.

Avvenuta all’unanimità l’approvazione dei verbali delle seduta precedente, si è dovuto necessariamente rinviare – causa l’assenza di tutti i consiglieri di minoranza – la designazione di due rappresentanti del Consiglio Comunale per la costituzione del Comitato di gestione dei nidi comunali a seguito di una modifica del relativo regolamento.

Sono poi state affrontate le due mozioni presentate dal Consigliere Roberto Mancini. La prima di queste, avente ad oggetto l’utilizzo di energia verde, è stata rinviata in Commissione per approfondimenti, mentre la seconda, riguardante la sistemazione delle aree adiacenti l’ospedale cittadino, è stata approvata all’unanimità dai 17 presenti.

È invece decaduto l’ordine del giorno presentato dai gruppi consiliari U.D.C., F.I., A.N. e Misto sul mancato finanziamento delle scuole. Questo prevede infatti il regolamento che disciplina il funzionamento del Consiglio Comunale per quegli atti che che al momento della trattazione non vedano presente alcuno dei firmatari. Approvati all’unanimità anche gli atti seguenti: la mozione presentata dal Consigliere Marcello Mariani per sostenere la memoria delle dieci maestre elementari che nel marzo 1906 rivendicarono l’iscrizione nelle liste elettorali; la proposta relativa al regolamento per il trattamento di dati sensibili e giudiziari ai sensi del D. Lgs. N° 196 del 30 giugno 2003; la modifica al regolamento di funzionamento del Centro diurno per pazienti affetti da Alzheimer, al fine di dare continuità al servizio anche per mezzo dell’approvazione di un nuovo protocollo di intesa con la Zona Territoriale 4 dell’ASUR e la Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti.

Decadute, per le motivazioni di cui sopra, anche le due proposte che avrebbe dovuto presentare il Consigliere Vincenzo Savini: un ordine del giorno sulla convocazione del Consiglio Grande e una mozione contenente una proposta di atto di indirizzo in materia di politica territoriale dei servizi sociali. Infine, la pratica riguardante condivisione e sottoscrizione degli Aalborg Commitments è stata approvata all’unanimità, dopo l’approvazione di un emendamento proposto dal Consigliere Donatiello.

Testo alternativo Testo alternativo Testo alternativo
Clicca per ingrandire

Nelle foto le due componenti "rosa" della Margherita con il capogruppo Bacchiocchi, l'opposizione che abbandona l'aula e la nuova consigliera Ramazzotti.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 giugno 2006 - 1678 letture

In questo articolo si parla di consiglio comunale





logoEV
logoEV
logoEV