statistiche accessi

Inizia il Déjà-vu Barbara Rock on the road Festival

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Palco pronto, riflettori puntati sul Déjà-vu Barbara Rock on the road Festival che inizia venerdì 9 giugno alle 23 nell’Insomnia Club di Barbara e prosegue on the road fino a domenica.



Tre giorni di rock, folk e blues itinerante per il centro dal pomeriggio fino alla sera, quando i concerti si spostano sul palco ufficiale allestito in piazza. L’iniziativa è promossa da Pro Loco e Insomnia Club con il patrocinio del Comune di Barbara, assessorato alla cultura, che per il 2° anno trasformano il tranquillo centro di origini longobarde, nella cittadella del rock statunitense anni Sessanta e Settanta. Lo spirito è quella che animò il mitico raduno di Woodstock nel ’69: musica dal vivo, performance improvvisate tra gruppi diversi, campeggio libero, artisti per strada, birra e qualcosa di caldo o freddo da mettere sotto i denti nelle pause del rock. Il nome del festival è ispirato al primo lavoro in studio dei mitici CSNY: “Déjà Vu”.

I quattro Crosby, Stills, Nash e Young suonarono insieme per la prima volta proprio sul palco di Woodstock. Dopo quella collaborazione lasciarono le rispettive band per diventare i CSNY e incidere il capolavoro discografico “Déjà Vu” l’anno successivo. Il gruppo che apre la manifestazione venerdì al pub Insomnia è la Travellin’ Band, tribute band ai Creedence Clearwater Revival nata l’anno scorso. Quattro ragazzi tra i 23 e 24 anni di Moie e Barbara, appassionati di generi diversi che hanno poi trovato la perfetta fusione nella musica dei Creedence.

I Travelling Band nascono a ottobre 2005 dall'idea di Francesco Ulissi che raduna un po’ di amici per costruire una band spinto dalla passione per la musica e in particolare per il Blues/Country. All’inizio la band è composta da Francesco Ulissi (chitarrista di Moie), Simone Novelli (anche lui di Moie, cantante già in gruppo di cover dei Metallica, Black Sabbath e AC/DC, ma con la passione per il blues/country e per i Creedence), Francesco Giuliani (bassista di Moie con la passione per il grunge/rock), Daniele Paradisi (batterista di Barbara appassionato di musica in generale). Hanno tutti tra i 23 e i 24 anni. I loro gusti si incontrano nell’improvvisazione blues e nel suonare cover di un gruppo che nessuno mette in discussione: i Creedence. A questo punto, manca il secondo chitarrista. In formazione entra Riccardo Santoni di Jesi. La loro prima serata live è quella del 17 marzo. quella anche in cui si decide il nome della band. Se il tributo è ai Creedence, il nome è un pezzo dei Creedence: Travelling Band.

Il festival prosegue sabato 10 e domenica 11 con performance e bancarelle e artisti di strada dalle 16. Doppio concerto a sera sul palco in piazza: alle 21 e alle 23. Sabato, Bumble Bee e Graziano Romani. Domenica, The New Edge Project e The Gang. La band dei fratelli Severini ha appena pubblicato un nuovo disco dal titolo “Insieme alla speranza”. Sono possibili interviste.

Ricordiamo che è anche possibile fare campeggio libero con tenda o camper. L’area ha disponibilità di servizi ma non è appositamente attrezzata per lo scarico dei camper. L’ingresso al festival è gratuito. Info: 339.1828889 – www.insomniaclub.it





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 giugno 2006 - 3096 letture

In questo articolo si parla di barbara, déjà-vu barbara rock





logoEV
logoEV