x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Arcevia: Decisa la sede dei Vigili del Fuoco

2' di lettura
2575
EV

Pubblicato il decreto del Ministero dell’Interno. Entro un anno il distaccamento sarà operativo dopo il reclutamento e la formazione del personale.

dal Comune di Arcevia
www.arceviaweb.it

Ora è ufficiale. Arcevia avrà una sede dei vigili del fuoco. Il decreto è stato firmato nei giorni scorsi da parte del Sottosegretario di Stato Balocchi per conto del Ministro dell’Interno Pisanu.
“Si è trattato” commenta il Sindaco di Arcevia Silvio Purgatori “di uno degli ultimi decreti del Ministro uscente. Un atto che accoglie la proposta del Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di istituire un distaccamento misto dei Vigili del Fuoco nel Comune di Arcevia. Secondo il Ministero tale distaccamento risponde alle esigenze della zona interessata, tenuto conto dello sviluppo industriale, della natura dei luoghi, della distanza da altre sedi di servizio antincendio.”

La decisione è stata comunicata al Sindaco di Arcevia Silvio Purgatori dal Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Dott. Ing. Roberto Catarsi in visita al Comune, il quale ha affermato che “nel giro di un anno, si dovrà costituire il distaccamento dopo aver effettuato il reclutamento e la formazione del personale da destinarvi. Ne faranno parte vigili professionisti e volontari, con un’età compresa tra i 18 e 40 anni, impegnati insieme ad intervenire in caso di emergenze, necessità di pronto soccorso, incidenti stradali, calamità naturali”.

“Si tratta” ha commentato il sindaco Silvio Purgatori “di un impegno civile e sociale verso gli altri. In particolare verso coloro che vengono colpiti da eventi sismici ed altre calamità naturali. Abbiamo visto l’importanza dei vigili del fuoco e dei volontari della protezione civile in casi del genere. Ora con la presenza di una sede distaccata dei Vigili del fuoco ad Arcevia, serviranno volontari anche nel nostro Comune e mi auguro che ci sia la disponibilità di molti, anche dei Comuni limitrofi”.

Il gruppo potrà porre le proprie forze al servizio di quelle aree che abbiano subito danni a causa di calamità naturali o di altri interventi dove sia richiesta un’opera di volontariato specializzato. Inoltre potrà operare per la prevenzione e il controllo del territorio effettuando ad esempio il controllo antincendio boschivo, per il soccorso in montagna, o ancora lavorando come operatori emergenza radio e comunicazioni mobili. Nella foto il Sindaco Purgatori con il Comandante Provinciale dei VV.FF. Catarsi


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 12 maggio 2006 - 2575 letture