contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Il farro Monterosso nella tavola di Re Bruno

1' di lettura
3789
EV

Sua Maestà Elisabetta Gregoraci e Re Bruno d'Arcevia, hanno immensamente gradito al punto di ordinare in barba al galateo all'insolito e confusionario paggio per l'occasione interpretato da Patrick Ray Pugliese un bis della nobile pietanza.

di Angelo Sgreccia
www.ilparadisodelre.it
All'interno della cerimonia di inaugurazione, che ha avuto luogo in questi giorni del Country House Il paradiso del Re di San Pietro in Musio ha fornito ai Regali commensali un pasto a base di Triticum Dicoccum meglio conosciuto come farro delle Marche che, Sua Maestà Elisabetta Gregoraci (nelle vesti di Regina) e Re Bruno d'Arcevia (nei panni del Sovrano), hanno immensamente gradito al punto di ordinare in barba al galateo all'insolito e confusionario paggio per l'occasione interpretato da Patrick Ray Pugliese un bis della nobile pietanza.

L'azienda agricola Monterosso di San Lorenzo in Campo leader nella produzione e lavorazione del farro "cereale robusto e di color oro ambrato, usato già 3000 anni prima di Cristo dai Faraoni egiziani e poi arrivato sulla tavola dei Romani, che ne fecero alimento primario per dare forza ed energia al nutrimento dei propri centurioni".
I promotori del Paradiso del Re Angelo e Orietta insieme ai cuochi del Piccolo Ranch, hanno scelto appunto questo farro per la eccezionalità qualitativa dei prodotti e per la grande attività di promozione che questa azienda fa del nostro territorio.



Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 maggio 2006 - 3789 letture