Campanile: mi chiamo fuori dai giochi così non è possibile andare avanti

Senigallia 30/11/-0001 -
Leggo, sconcertato, l'articolo del Corriere Adriatico di oggi che, purtroppo, non si discosta affatto dal linguaggio politico incomprensibile e destinato ai soli addetti ai lavori: "mi chiamo fuori dai giochi così non è possibile andare avanti"? sostiene Campanile (mi auguro che il termine giochi? sia un lapsus); le ragioni di questa presa di posizione è doveroso spiegare meglio perchè tutti sappiano cosa succede nella nostra Città a livello pubblico.

da Maurizio Tonini Bossi


Tante, troppe sono le domande a cui è doveroso rispondere su questa questione, resa artificiosamente contorta e spinosa, prima di battere i pugni sul tavolo?; potrebbe aver ragione Campanile nell'affermare che non se non ne può più,? ma di cosa?; per quale sopruso subito?; subito personalmente o nei confronti della Margherita?, della Città? non vedo nessuna di queste ipotesi.-

Giorni fa dal livello, spero legittimo, di semplice cittadino cha conosce ed ama questa Città e combatte qualsiasi situazione caratterizzata dal mai sconfitto politichese, peraltro ignorato da molti, mi sono permesso di fare il nome di Mariangela Paradisi come possibile Assessore, donna della Margherita, capace di contemperare le legittime richieste del Sindaco e i superiori interessi di tutti.- Non mi si venga a raccontare che questo nome non è noto alla Margherita ! ed allora perchè non se ne parla ?! perchè non si afferma con chiarezza cosa non andrebbe bene e a chi, se è vero come è vero, che questa proposta (lo ripeto), nasce già in fase elettorale dalla stessa Margherita? Non mi andrebbe affatto che questa questione venisse liquidata affermando che gli eletti, (persone degne e rispettabilissime) per il solo consenso che hanno avuto a livello numerico, possano vantare diritti di preferenza; non mi si dica che di fronte all'alto profilo morale, intellettuale e di compatibilità della Dott. Paradisi, esistono alternative che sappiano mettere tutti d'accordo ! Ecco dove risiede la incapacità dimostrata fino ad oggi, di saper parlare chiaro, trasparente ed elencare i NO a quella ipotesi; nessuno esclude che i NO?, mai espressi né motivati, potrebbero risultare comprensibili anche a chi, come il sottoscritto, ha ipotizzato una mancanza di alternative, ma anche un quadro d'insieme di una giunta che potrebbe crescere di livello, di capacità , di cultura multiforme, apportandovi energie nuove e fresce.- Perchè la Margherita non sarebbe stata incisiva, come avrebbe dovuto?? (questo sosterrebbe Campanile) dal momento che i veti, ad oggi oscuri a tutti, chiari forse ad una sparuta minoranza chiusa in sé stessa, hanno impedito di aderire, come nelle Sue prerogative, alla richiesta legittima del Sindaco; il primo cittadino non ha richiesto l'impossibile ma quello che alla Margherita è possibile dare; richiesta peraltro avanzata al di sopra di ogni sospetto perché ha notoriamente origini lontane.-

Infine, per cortesia, non parliamo neanche del fatto che il Partito di Rutelli senza Campanile, Bacchiocchi o Marcellini? perderebbe il peso della sua presenza nell'esecutivo.- Chi avesse necessità di informarsi meglio per comprendere quanto errata sia questa affermazione, per favore lo faccia subito e non provochi crisi improprie, incomprensibili, immotivate, dannose, autolesioniste sia nei confronti di chi le provoca sia nei confronti della stessa Margherita.-

Che bello sarebbe sentirsi dire: abbiamo riflettuto e compreso che spessissimo chi fa un passo indietro rischia solo di farne due in avanti.- Puntiamo su questo metodo di fare Politica!





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 06 maggio 2006 - 3420 letture

In questo articolo si parla di maurizio tonini bossi


Anonimo

05 maggio, 14:33
Insulti? Dire che VivereSenigallia non fa giornalismo mi sembra una verita' dimostrabile, basta andare all'indirizzo www.viveresenigallia.it.<br />
<br />
In quel sito non si fa alcuna sintesi degli articoli che gli utenti inviano, e quelli autoprodotti sono pochissimi. Il copia-incolla e' giornalismo? Fare questa domanda, e rispondere NO, significa insultare? Parliamo semmai di nuovo modo di fare informazione, di web 2.0, qualsiasi cosa... ma non parliamo di giornalismo.<br />
<br />
--Il Moralizzatore

Anonimo

05 maggio, 10:33
Oltre che aver rinunciato a fare i giornalisti (ma forse non avete mai iniziato), ora non curate nemmeno il COPIA E INCOLLA? Date un'occhiata a quanti caratteri illeggibili campeggiano in questo articolo, forza!<br />
<br />
--Il Moralizzatore

Anonimo

05 maggio, 11:14
..."moralizzatore" per un formato non compatibile? E perché poi i giornalisti di VS avrebbero rinunciato a fare il loro mestiere? Non è che ti sei montato un po' troppo la testa?<br />
<br />
P.S. è proprio vero che umiltà e rispetto per gli altri sono doti che ci vorrà un po' di tempo a far tornare di moda...!<br />
<br />
--Daniele

Smile

05 maggio, 11:23
Caro Michele, l'altro giorno ci hai proposto una "difesa d'ufficio" per i commenti che contengono insulti.<br />
Mi rendo conto che può essere difficile "oscurare" quelli che insultano voi giornalisti... Dunque, provvedo a segnalartelo io. Ciao e buon lavoro!

Smile

05 maggio, 15:47
Ha ragione, moralizzatore: a quanto mi risulta (ma non ne so più di tanto, e neanche mi interessa...) VS è solo una testata editoriale associata all’ANSO (Associazione Nazionale Stampa Ondine). Dunque, è indubbio che VS sia un giornale. Un giornale però, come direbbe Catalano, è fatto da giornalisti e immagino che Michele e gli altri lo siano. E anche se non lo fossero (se, cioè, non fossero iscritti all’Ordine) sarebbe la stessa cosa: un commento sarcastico e di cattivo gusto resta tale al di là delle eventuali verità in esso espresse. E il suo commento, a mio avviso, è offensivo, caro moralizzatore, ed è per questo che l’ho segnalato...<br />
<br />
P.S. Mi perdoni ma, come mi pare abbia già scritto Daniele, come le è venuto in mente un “nick” del genere...? <br />
<br />
Ma con tutti questi commenti, stiamo andando un'altra volta fuori tema... Perdono!!!<br />

michele

05 maggio, 16:03
Grazie per il pensiero, ma preferirei rispondere nel merito, visto che gli argomenti trattati sono, secondo me, importanti.

michele

05 maggio, 16:17
Mi piace la definizione "nuovo modo di fare informazione".<br />
<br />
In realtà in redazione cerchiamo di coniugare questa novità in cui la maggior parte dei compiti redazionali sono affidati ai lettori (i commenti, l'ordine degli articoli e spesso gli articoli stessi) con un giornalismo più tradizionale.<br />
<br />
Sinceramente non credo che il vero giornalista sia quello che rialabora un comunicato stampa riassumendolo, o allungandolo, al numero delle righe che il caporedattore gli assegna.<br />
Mi sembra più corretto pubblicare tutto il comunicato.<br />
<br />
A noi piacerebbe invece fare più inchieste, ma abbiamo delle difficoltà, che spero supereremo presto, e questa attività, per ora, è piuttosto ridotta.<br />
Ce ne dispiace.<br />
<br />
Per la cronaca il dirittore responsabile è Fabrizio Chiappetti, che è iscritto all'albo dei giornalisti pubblicisti, come lo sono Penelope e Guido.<br />
Io, Silvia, Francesca non siamo, per la legge italiana, giornalisti.

michele

05 maggio, 16:18
Si tratta di un problema tecnico prontamente corretto.<br />
Ce ne scusiamo.<br />
<br />
Per "i gioranlisti" ti ho risposto più sotto.

Mbuto

05 maggio, 23:32
Caro il nostro "Moralizzatore" (che nick del cavolo, mi consenta), Vivere Senigalli è il giornale e il sito dove in assoluto si trovano più informazioni su Senigallia e molte, moltissime, opinioni sulla vita cittadina, politica e non.<br />
Non a caso è sempre più letto e i lettori partecipano con sempre più passione postando commenti.<br />
Allora cosa vuole che ce ne freghi se i redattori sono o non sono giornalisti. Fanno un bellissimo giornale esauriente e aperto a tutte le opinioni, quindi secondo me sono Giornalisti con la "G" maiuscola. <br />
Dove la trova lei altrettanta informazione e altrettanto pluralismo? Sull'Adriatico? sul Carlino? sul Messaggero? Ma si, magari su Sprint e Sprintonline, anche se esprimono praticamente le sole ripicche e i soli rancori del loro editore e giornalista e opinionista e fattorino e tipografo e inviato e fotografo, tutto in uno, il quale, siccome veniva spesso e volentieri sbeffeggiato in calce ai suoi non infrequenti deliri, ha avuto la bella pensata, un vero colpo di genio bisogna riconoscerlo, di abolire i commenti dal suo sito, pur lasciandone la parvenza.<br />
<br />
La sua vena censoria la rivolga verso se stesso caro signore.<br />
Si "automoralizzi", e si tolga quella trave dall'occhio per favore.

Anonimo

06 maggio, 12:43
buffoncello!<br />
<br />
--uno spettatore del circo

Sole_Daniele

06 maggio, 13:08
Caro Maurizio T. B. (scusa le sigle, ma se scrivo tutto non finisco più!), credo tu abbia centrato il nocciolo della questione e che abbia fatto bene ad ucire allo scoperto in maniera chiara.<br />
La mia impressione, da esterno, è che un posto da assessore faccia gola sempre e comunque, quindi se una personalità valida (non entro nel merito della sig. Paradisi che personalmente non conosco)non viene presa in considerazione, oppure presa in scarsa considerazione, mi fa venire subito il sospetto che di giochi sottobanco ce ne siano molti e molto complessi.<br />
Per carità, se in seno alla Magherita si volesse fare un nome di una persona considerata migliore ben venga!!!! Ma giustamente questo benedetto nome sarebbe ora di farlo, non tirare la cosa per le calende greche: aspettiamo che finisca il mandato del sindaco?

ghost

06 maggio, 14:36
Concordo pienamente con il Sig. Mbuto. Raramente si trova un giornale come questo con tanta pluralità di informazione e tanta libertà di opinione. Quando ce n'è uno, caro "moralizzatore" bisogna tenerselo ben stretto.<br />
E' cosa rara di questi tempi.

Smile

06 maggio, 15:06
Concordo! E voglio anche sottolineare con quanta gentilezza, signorilità e pacatezza ha risposto Michele...

Anonimo

06 maggio, 15:25
Gli appetiti della Margherita sono noti da tempo. Questo partito, a Senigallia almeno, ha il problema del collocamento del personale politico che, per quanto non numerosissimo, è comunque in eccesso rispetto ai posti disponibili. Si sono sistemati in molti, ma le ambizioni di alcuni (assolutamente ingiustificate se si considerano le qualità reali) non sono state soddisfatte. Ecco quindi che se il sindaco chiede una rosa di nomi di donne della Margherita, la Margherita risponde con i nomi di Bacchiocchi, di Campanile e di Marcellini. A meno di viaggi lampo a Casablanca, non mi pare si tratti di donne. Insomma, questi tre bisogna collocarli (o almeno uno dei tre). Sono ambiziosi, si credono furbi e non pensano ad altro: questa è la verità. <br />
<br />
--Provenzan Salvani

doppelganger

06 maggio, 19:02
VS, con i suoi pregi e i suoi limiti è uno strumento di dibattito. A noi lettori la libertà di leggere quello che ci interessa, intervenire (e non è poco) quando riteniamo, fare altro se VS ci annoia. Ma perchè perdiamo tanto tempo dietro una stupida provocazione? Ora che il nostro amico ha ottenuto i suoi 15 minuti di notorietà (come insegna il vecchio Woody), direi può bastare.

doppelganger

06 maggio, 19:17
Ma davvero facciamo finta di stupirci? Ma davvero crediamo nella fata turchina? Delle due l'una: o MTB viene giù dal monte con la piena, cosa che potrei anche escludere, oppure si presta anche lui ai giochi di potere (è bello ogni tanto perdere il senso del ridicolo!) della Margherita senigalliese. Tertium non datur.<br />
<br />
Piuttosto mi domando: persone della Margherita sono ben sistemate in molti posti di comando e di gestione (di risorse umane e finanziarie) a Senigallia. Cosa c'è di tanto importante nell'ottenere un assessorato di basso profilo? E se presto la margherita avesse più di cinque petali? Diventerebbe grande, quasi come una quercia...ma se non la annaffiamo bene, rischia di seccarsi!<br />
In America è già partita la corsa al dopo-Bush. E noi vogliamo essere da meno?




logoEV