x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Tutti i dettagli della nuova complanare e della terza corsia dell'A14

3' di lettura
18981
EV

Il Consiglio Comunale ha approvato all'unanimità il parere di compatibilità ambientale della realizzazione della terza corsia della A14 che per Senigallia significa soprattutto la costruzione contestuale di un nuovo asse di scorrimento veloce nord-sud che alleggerisca il traffico cittadino.

Maggioranza e opposizione si sono per la prima volta trovati d'accordo su un atto politico-programmatico destinato a rivoluzionare la grande viabilità. Questo per dare più forza “contrattuale” a Senigallia che si appresta a sedere il prossimo 5 maggio al tavolo della Conferenza dei Servizi indetta dal Ministero delle Infastrutture.

Secondo gli accordi infatti, la Società Autostrade potrà realizzare la terza corsia autostradale solo contestualmente alla complanare di cui l'Anas (soggetto finora ritenuto dal Comune “latitante”) è chiamata ad accollarsi l'onere delle spese.

Nello specifico, la realizzazione delle due bretelle complanari che collegheranno il Cesano con Marzocca, con attacco a nord all'altezza della rotatoria del centro commerciale e a sud al chilometro 276 del Ciarnin, dovrà prevedere anche lo spostamento dell'ipotizzato attacco da via Mattei su via della Marina e dello svincolo preventivato su via Cellini in via Belardinelli.

Il sistema di raccordi alla viabilità provinciale inoltre sarà integrato con uno svincolo in corrispondenza di via del Camposanto Vecchio, come accesso diretto al polo ospedaliero. Non secondari poi gli interventi di mitigazione ambientale, per i quali nei mesi scorsi i vari comitati locali avevano fatto sentire la propria voce. Particolari misure antirumore e la sostituzione della scarpata in terra con sostegni meno invasivi sono previste a Borgo Molino, così come una galleria artificiale sarà realizzata a borgo Coltellone mentre la zona produttiva di via Po sarà dotata di una nuova strada di accesso di connessione alla bretella e alla provinciale corinaldese.

Sarà eliminato anche il cavalcavia della Strada del Giardino così come la strada di accesso a borgo Ferretti sarà spostata dalla rotatoria del casello autostradale alla caserma dei Vigili del Fuoco. Già noto invece il progetto di Società Autostrade relativo alla terza corsia dell'A14 che nel tratto Fano-Senigallia-Ancona Nord sarà simmetrico all'attuale corpo stradale e che prevede anche il ribaltamento del casello, una nuova galleria nelle colline del Cavallo e il rifacimento di tutti i cavalcavia.

“Per la prima volta in cinque anni abbiamo un voto unanime su un atto politico-programmatico e questo perchè ogni consigliere ha saputo far prevalere il bene collettivo rappresentato da un'occasione di crescita per la città -ha commentato il sindaco Luana Angeloni- ora ci prepariamo alla conferenza dei servizi forti del sostegno di tutta una città”.

“Anche il contributo simbolico di 2 milioni e 500 mila euro che daremo rappresenta la volontà di andare avanti con il progetto ed ora tocca anche all'Anas
-aggiunge l'assessore all'urbanistica Francesco Stefanelli- voglio ringraziare tutte le forze politiche, la commissione urbanistica e i cittadini per il confronto reso possibile in questi mesi”.

In quanto alla tempistica, se il 2006 sarà l'anno del progetto esecutivo, nel 2007 si procederà con le gare di appalto e gli espropri per iniziare i lavori che dureranno almeno 4 anni.

Clicca qui per vedere il testo della delibera consiliare

Nelle foto sotto tutti i tracciati della complanare e della terza corsia dell'A14.

Testo alternativo Testo alternativo Testo alternativo Testo alternativo Testo alternativo
Clicca per ingrandire

Il sindaco e i capigruppo alla conferenza stampa dopo il Consiglio Comunale.

Testo alternativo Testo alternativo Testo alternativo
Clicca per ingrandire


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 aprile 2006 - 18981 letture