x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Orlandoni: Don Gerardo ci mancherà

3' di lettura
5451
EV

Tutto è pronto per l'ordinazione di Don Gerardo Rocconi a Vescovo.
La Cerimonia si terrà sabato alle 17 nel duomo di Senigallia. Per permettere a tutti coloro che lo vorranno di partecipare in Piazza Garibaldi sarà allestito un tendone con due maxischermi.
Giuseppe Orlandoni, Vescovo di Senigallia

di Michele Pinto
michele@vivere.marche.it

Mons. Giuseppe Orlandoni ha sottolineato l'importanza che riveste l'evento.
La scelta di Don Gerardo da parte di Benedetto XVI esprime benevolenza e fiducia verso la nostra diocesi.
In passato altri due sacerdoti senigalliesi sono stati consacrati vescovi: a Mons. Tinti nel 1960 fu affidata la diocesi di Fabriano e nel 1986 a Mons. Cecchini quella di Fano.

Questa scelta di Benedetto XVI ci riempie di gioia, ha detto il vescovo Orlandoni, ma ci rammarica anche un po', perché dovremo fare a meno della collaborazione di don Gerardo.
La vicinanza, non solo geografica, tra le due chiese ci permetterà comunque di continuare il rapporto.

La nomina di un vescovo è molto importante per la vita di una diocesi. Il Vescovo è come un padre, è colui che è pronto a dare la vita per propria diocesi.
Non si tratta di una semplice carica, il Vescovo è il successore degli apostoli, è colui a cui è affidato l'annuncio del Vangleo e la guida del popolo di Dio.

La cerimonia di Sabato pomeriggio sarà presieduta dal Vescovo di Senigallia Mons. Orlandoni che ordinerà vescovo Don Gerardo. Mons. Mennichelli e Mons. Fusi Pecci, il primo Arcivescovo di Ancona, l'altro vescovo emerito di Senigallia co-ordinanti. Alla cerimonia prenderanno parte altri 10 vescovi e circa 150 sacerdoti.
Saranno presenti anche i sindaci dei comuni delle due diocesi, autorità locali e regionali.

Da Jesi arriveranno sei pulman (300 persone) e molte auto private. A loro sarà riservata tutta l'ala sinistra del Duomo.
Ai senigalliesi verrà invece dedicata l'ala destra, ma a chi vuole stare comodo gli organizzatori consigliano di trovare posto nel tendone.

In ogni caso è sconsigliabile l'auto. Senigallia è spesso intasata il sabato pomeriggio e si prevede un grosso afflusso di fedeli.

Intanto nella Chiesa senigalliese rimangono scoperte tre parrocchie: S.Angelo, Roncitelli e Filetto ed il ruolo cruciale di Vicario Generale, una sorta di vice-vescovo.
Don Rocconi è stato vicario generale della diocesi per molti anni, sin dai tempi del Vescovo Fusi Pecci.
Mons. Orlandoni nei prossimi giorni si consulterà con i sacerdoti della diocesi per poi procedere alla nomina del suo vice.

La testimonianza di Don Gerardo

Don Gerardo, Vescovo di Jesi Lo Stemma del Nuovo Vescovo Informazioni tecniche
Don Gerardo, il suo stemma e la cartina con tutte le informazioni utili per la cerimonia.



Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 aprile 2006 - 5451 letture