contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Scorribande: in finale Chewingum, Liricairata e Nadesico

4' di lettura
5614
EV

Scorribande: per la categoria brani propri vanno in finale Chewingum, Liricairata e Nadesico.

Chewingum, Liricairata e Nadesico sono i tre gruppi che lo scorso week-end, al Gratis Club di Senigallia, si sono aggiudicati le semifinali categoria brani propri della decima edizione di Scorribande, organizzata dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Senigallia in collaborazione con la scuola di musica Musikè.

“…il trucco sta nel guardare il mondo solo in una volta!” affermano i “Chewingum” di Senigallia che si sono presentati alla gara con questa formazione: Giovanni Imparato – Chitarra e Voce, Marco Cattaneo – Basso, Michele Duscio – Basi musicali mandate con piastre cd jay, Raffaele Mattioli – Batteria. Sono di Montemarciano invece i “Liricairata” il cui nome deriva dall’accostamento di un sostantivo lirica e di un aggettivo irata, a rappresentare la loro poetica. Formazione: Claudia Greganti – voce e chitarra, Alessandra Pepe – basso, Isadora Galeazzi – chitarra solista, Andrea Massetti – Batteria. I “Nadesico”, band nata nei primi mesi del 2000 dal desiderio di mettere insieme le esperienze musicali di un gruppo di amici, sono di Ancona e Sirolo. Formazione: Lorenzo Paoloni – basso e voce, Luca Di Tullio – Batteria, Nicola Giubelli – Chitarre.

Non hanno passato il turno invece le altre due band semifinaliste di Senigallia, i “Dadamatto” e “No Not No” e la band con formazione mista da Loreto, Castelfidardo e Recanati “Skalcinati”.

È completa dunque la rosa dei finalisti di questa edizione anniversario della kermesse musicale tutta dedicata al mondo giovanile. Sei gruppi in totale, tre per la categoria cover e tre per i brani propri, che si daranno battaglia a “colpi di note” la serata dell’8 aprile. In palio per i due gruppi vincitori c’è un week-end a Londra (viaggio in aereo andata e ritorno e sistemazione in albergo 3 stelle).

Ma le sorprese di Scorribande non finiscono qui. Ci sono anche altri premi infatti per i concorrenti di Scorribande, che potrebbero rimettere in gioco anche le band che attualmente non solo non sono in finale ma magari non hanno passato nemmeno il primo turno di qualificazioni. Si tratta del sondaggio indetto da Vivere Senigallia dove il pubblico può votare ogni giorno la propria band preferita. I premi a disposizione per i primi tre gruppi più votati sono rispettivamente 4, 3 e 2 ore di registrazione presso lo studio “Musica....Maestro” di Jesi. Tutti i gruppi avranno a disposizione un tecnico che effettuerà il missaggio.
I gruppi, anche quelli della categoria cover, si impegnano a registrare almeno un brano proprio e di metterlo a disposizione della web-radio Radio Quasar www.radioquasar.it.

www.scorribande.com

semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri semifinale scorribande brani propri


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 marzo 2006 - 5614 letture