contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

AN, a Senigallia cresce il senso di insicurezza dei cittadini

3' di lettura
2006
EV

Interrogazione del gruppo consiliare di Alleanza Nazionale riguardo la sicurezza e la microcriminalità.

da Gabriele Girolimetti
Lucio Massacesi
Vincenzo Mastrantonio

Alleanza Nazionale
Al Sindaco di Senigallia
Al Presidente del Consiglio Comunale

PREMESSO che:

Per meri dati statistici i reati denunciati alle competenti Autorità nella Provincia di Ancona sono diminuiti, a Senigallia persiste e si accresce il senso di insicurezza e di timore dei cittadini, a causa dei quotidiani episodi di microcriminalità e vandalismo che meravigliano per l’audacia la spregiudicatezza con cui vengono perpetrati;

E’ evidente che pur esistendo a Senigallia un efficiente servizio di Pubblica Sicurezza effettuato da Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza e Polizia Municipale, la fenomenologia criminosa si rinnova ulteriormente ed aggrava lo stato psicologico della cittadinanza;

CONSIDERATO che:

Le situazioni di carenza di organico delle Forze dell’Ordine creano dei problemi di controllo e prevenzione non solo nel Centro Storico ma anche nelle immediate zone periferiche della città e nelle frazioni specie in particolari orari della giornata;

L’organigramma dell’attuale Commissariato di Polizia risale al 1989, salvo qualche sporadico ritocco e rimodellamento legati a quelle che erano le specializzazioni previste dall’Istituto e alle nuove esigenze sociali, ma che ora risultano insufficienti rispetto alle nuove problematiche criminose;

CONSIDERATO altresì:

Che quando necessario questa carenza potrebbe essere affrontata con lo strumento della “Aggregazione” che consente l’utilizzo di personale, in forza presso la Scuola di Polizia, che per lunghi periodi dell’anno resta sottoutilizzato quando la Scuola stessa non è in attività e non ospita allievi;

Che l’uso di tale aggregazione potrebbe essere di aiuto nel controllo e nella prevenzione dei crimini a Senigallia, visto che tali agenti conoscono il territorio e le abitudini locali e possono quindi dare un ulteriore e determinante supporto a tutte le Forze dell’Ordine nella collaborativa lotta al crimine;

Che tale incremento di agenti sul territorio senigalliese, in funzione di rinforzo al controllo e alle indagini, sarebbe una valida risposta alle esigenze e alle richieste pressanti che da troppo tempo gli operatori turistici,i commercianti e i cittadini tutti rivolgono alle istituzioni visto il sempre più preoccupante dilagare dei crimini e degli atti vandalici;

PERTANTO:

Si impegna il Sindaco la Giunta e il Consiglio Comunale per mezzo della Autorità Istituzionale derivante a:

Sollecitare presso gli Enti preposti lo strumento della “Aggregazione”, come già fatto in altre Regioni, strumento che permetterebbe di utilizzare gli Agenti della locale Scuola di Polizia in determinati periodi dell’anno e sopperire così alle carenze di organico per fornire quindi ulteriori agenti a disposizione del locale Commissariato onde ottenere una maggior forza nel garantire più efficaci e più forti azioni di investigazione, indagine e prevenzione, specialmente nel periodo estivo quando la popolazione cresce notevolmente;

Ad attivarsi quindi con tutte le capacità derivanti dal mandato istituzionale, affinché venga affrontata la questione della sicurezza, nello spirito di collaborazione e confronto tra le forze dell’Ordine e le forze politiche che su questo tema, devono essere unite senza logiche di appartenenza, ricercando soluzioni e strategie per prevenire e sconfiggere tutte le forme malavitose di micro e grande criminalità presenti nel nostro territorio e che quasi quotidianamente occupano le cronache cittadine con episodi sempre più preoccupanti.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 marzo 2006 - 2006 letture