contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Due interventi per il verde pubblico

2' di lettura
2136
EV

Due operazioni relative al verde pubblico sono state completate negli ultimi giorni nel nostro territorio da parte del Servizio Verde Ambiente del Comune di Senigallia.

dal Comune di Senigallia
www.comune.senigallia.an.it

Il primo intervento riguarda la piantumazione a Marzocca di un primo gruppo di tamarix in sostituzione di quelli abbattuti durante il fortunale del settembre 2004.
Nel dettaglio, 30 tamarix pentandra (a fiore rosso) sono stati messi a dimora dal Comune, mentre altri 36 tamarix gallica (a fiore bianco) sono stati forniti da privati, secondo quanto previsto dall’art. 13 del Regolamento Edilizio Comunale.
Va anche sottolineato che un secondo lotto di tamarix di circa 30 esemplari sarà messo a dimora a fine autunno.
Il secondo intervento del Verde Ambiente riguarda il completamento dell’impianto di una alberata di “Celtis australis” lungo la pista ciclabile della Cesanella.
Si tratta in questo caso del primo di una serie di interventi previsti nell’area e che saranno realizzati in economia dall’Amministrazione Comunale con i propri dipendenti.
È importante evidenziare come a Senigallia questa operazione rappresenta un raro esempio di impianto di alberi di alto fusto che tiene conto delle corrette distanze dai manufatti e del corretto sesto d’impianto.
Ciò permetterà a quegli esemplari arborei di diventare, a maturità, alberi di alto fusto come la loro natura impone (si intende un’altezza tra i 10 e i 20 metri, con chioma tondeggiante del diametro di 8-12 metri).
Naturalmente, per raggiungere questi risultati, gli alberi in questione non subiranno potature, fatta eccezione per quegli interventi cesori dettati dalla moderna arboricoltura. “Il verde pubblico in ambito urbano – ha dichiarato l’Assessore all’Ambiente, Simone Ceresoni, nell’annunciare la conclusione di questi interventi – è un valore aggiunto molto importante per la nostra città.
Questo richiede naturalmente cure e manutenzioni adeguate per garantire la sicurezza e la stabilità degli alberi e allo stesso tempo assicurare effetti positivi a livello di microclima e lotta all’inquinamento atmosferico. I due interventi di piantumazione appena completati vanno appunto in questa direzione.”


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 marzo 2006 - 2136 letture