x

In aula il racconto della giovane violentata sotto la minaccia di un pitbull

1' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Ha ripercorso momento per momento tutte le violenze sessuali subite durante lo stupro avvenuto nel luglio del 2000 nel parcheggio delle Saline di Senigallia, sotto la minaccia di un pitbull inferocito.



E' comparsa in aula la giovane, all'epoca dei fatti non ancora maggiorenne, che si è costituita parte lesa nel processo iniziato presso il Tribunale di Ancona.

La ragazza tempo fa denunciò di aver subito uno stupro di gruppo nel parcheggio dell'area delle Saline, a Senigallia, mentre veniva minacciata da un bitbull inferocito. Il tutto sotto gli occhi del fidanzato che non avrebbe fatto nulla per aiutarla.
Quattro i ragazzi accusati di stupro sono Nicola Muolo, 36 anni di Bologna, Fabiano D'Elia, 25 anni di Taranto, Marco D'Antino, 25 anni di Loreto, e un ragazzo all'epoca dei fatti minorenne che sarà pertanto giudicato dal Tribunale dei Minori.

Muolo e D'Elia sono accusati anche di rapina, per aver sottratto ala ragazza due collane d'oro, un anello e 2 milioni e 400 mila delle vecchie lire. Muolo è anche accusato di cessione di sostanze stupefacenti, estorsione e furto aggravato nei confronti della vittima.

Il processo è stato rinviato al prossimo 22 marzo.

   

EV




Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 marzo 2006 - 3128 letture

In questo articolo si parla di giudiziaria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/eiaL





logoEV
logoEV