x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Storie straordinarie di donne semplici

2' di lettura
2426
EV

La Regione Marche ha promosso un progetto intitolato “Storie straordinarie di donne semplici”, nato dalla cooperazione tra gli assessorati alle Pari Opportunità, alle Attività e Beni Culturali e alla Conoscenza, Istruzione, Formazione e Lavoro.

dal Comune di Senigallia
www.comune.senigallia.an.it

Tale progetto è rivolto ai Comuni del territorio, alle Università, alle scuole superiori e alle donne attive quali amministratrici negli enti locali, con l’obiettivo di realizzare una storia di donne marchigiane, sia famose che sconosciute, appartenenti o alla generazione di età inferiore ai 30 anni o a quella di età superiore ai 60 anni.

L’intenzione è quella di creare un archivio informatizzato delle storie raccolte sul territorio e implementarlo successivamente attraverso l’inserimento nei portali e nei siti regionali, con la raccolta di ulteriori contributi e il collegamento ad altre banche dati (biblioteche delle donne, centri documentazione, ecc.).

Questa banca dati sarà poi resa fruibile al pubblico e ai ricercatori, non solo in rete ma anche attraverso i punti Informadonna e Informagiovani del territorio. Inoltre, le storie più particolari saranno messe in scena nel prossimo mese di marzo 2006 sui palcoscenici dei teatri storici situati in piccoli Comuni marchigiani in apposite serate a tema, attraverso la narrazione diretta fatta dalle protagoniste nonché l’interpretazione di allievi delle scuole di teatro marchigiane e persino di note attrici professioniste.

Le storie inviate dovranno avere carattere di “straordinarietà”, cioè aspetti peculiari e particolarmente interessanti dal punto di vista esistenziale, personale, sociale o storico, pur documentando spaccati di vita realmente vissuta e non frutto di fantasia. Le donne protagoniste di tali storie devono avere caratteristiche di forte personalità, la capacità di esprimere sentimenti, passioni, ideali che le pongono o le hanno poste al di fuori delle consuetudini.

Chiunque voglia partecipare potrà inviare la sua storia, o la semplice segnalazione di donne che hanno storie interessanti da raccontare, entro e non oltre la data di lunedì 20 febbraio 2006 all’indirizzo e-mail mluisa.baroni@regione.marche.it, corredandola dei dati anagrafici e dei recapiti telefonici delle protagoniste, nonché di una dichiarazione di consenso al trattamento dei dati personali ai sensi delle leggi vigenti.

La realizzazione di questo progetto potrà contribuire a sviluppare e diffondere una cultura di genere, a promuovere una condivisa consapevolezza dell’importanza del ruolo della donna nelle Marche e per le Marche, nonché a creare una sensibilità sociale nei confronti delle donne che faciliti l’agibilità di spazi d’azione e di ambiti di responsabilità.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 febbraio 2006 - 2426 letture