x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Umberto Fiorentino e Fabio Zeppetella: al Gratis club seminario e concerto

5' di lettura
2636
EV

Una iniziativa che vede la collaborazione e la sinergia tra Comune di Senigallia, scuola di musica Musikè e Gratis club.

Umberto Fiorentino e Fabio Zeppetella giovedì 23 febbraio al Gratis club di Senigallia terranno un seminario di grande valenza didattica e concertistica alle ore 16, mentre alle ore 21,30 si esibiranno in un concerto ad ingresso gratuito.

Durante l’incontro pomeridiano con Umberto Fiorentino e Fabio Zeppetella verranno affrontati i diversi ruoli che un chitarrista di jazz può rivestire a seconda dell’organico (dal “guitar solo” ai vari tipi di duo, dal trio al quartetto) e a seconda dello stile (dalle forme tradizionali a quelle più attuali). Le problematiche tecniche, legate allo strumento verranno esposte assieme a quelle di carattere musicale e stilistico.

La presenza di due musicisti permette una serie di esemplificazioni di interazione musicale, il che rende immediatamente pratico e vivo ogni argomento trattato. La differenza stilistica tra i due chitarristi costituisce il valore del poter disporre di esperienze personali e pareri diversificati. Il tono colloquiale, già ampiamente sperimentato in molte occasioni, mette a proprio agio i partecipanti al seminario permettendo loro di dialogare e interagire in ogni momento con i due insegnanti. Particolare attenzione viene rivolta all’esemplificazione musicale di ogni argomento esposto. La lunga esperienza didattica e l’elasticità dei due musicisti consente loro di adattare il livello del materiale esposto a quello degli ascoltatori.

Per informazioni ed iscrizioni al seminario che ha un costo di 40 euro: Musikè scuola di musica, Senigallia- – info:339 6838901/info@musike.it.

UMBERTO FIORENTINO è nato a Roma il 5 febbraio del 1956.
A metà degli anni 70 entra a far parte del mondo jazzistico romano dove, assieme ai musicisti della propria generazione, comincia ad esibirsi nei club della capitale. Piu' tardi prende parte alle formazioni di Roberto Gatto e Maurizio Giammarco, una sorta di preludio a “Lingomania” storico gruppo fondato da Giammarco nella cui formazione si sono avvicendati: Flavio Boltro, Furio Di Castri, Enzo Pietropaoli, Danilo Rea, Roberto Gatto, con i quali Umberto ha avuto modo di suonare in moltissimi concerti in Italia ed all'estero.

Dal 1988 ha formato diversi organici come leader nei quali hanno suonato: Stefano Sastro, Luca Pirozzi, Stefano D'anna, Massimo Manzi, Enzo Pietropaoli, John Arnold, Francesco Puglisi, Ramberto Ciammarughi, Dario Deidda, Fabrizio Sferra, Gianluca Renzi. Molte le collaborazioni ed i concerti con vari artisti tra i quali: Paolo Fresu, Palle Daniellson, Mike Stern, Vinnie Colaiuta, Albert Mangelsdorff, Bruno Tommaso. Ha piu' volte ottenuto riconoscimenti come miglior chitarrista di jazz italiano nei referendum dei lettori delle riviste del settore (Chitarre, Guitar club) e con Lingomania, come miglior gruppo italiano, in quelli dei critici specializzati (Musica Jazz). Ha suonato in numerosi festivals internazionali: Roma, Milano, Ravenna, Atina, Berchidda, S’Antannarresi, Roccella Ionica, San Remo, Umbria Jazz, Vicenza, Montpellier, North Carolina, Dakar...

Ha inciso come solista quattro CD: “Inside colors” (gala),”Ulisse” (brave art), “Things to come” (brave art) “Alice” (brave art). Con Mina ha preso parte alle registrazioni di tre CD. Ha partecipato in qualità di ospite musicale a diverse trasmissioni per la RAI TV e Radio RAI. Con Ramberto Ciammarughi ha collaborato in qualità di compositore per l’Istituto Geografico De Agostini. Ha insegnato dal 1984 al 1991 al St. Louis, dal 1991 al 2000 All’Università della musica, dal 2000 insegna a Percentomusica di cui è stato presidente www.percentomusica.com.
Ha pubblicato tre video-metodi: “L'improvvisazione”, “Tecnica” (Capital video), “Tecniche per l'improvvisazione” (Play game), e due libri: “Scale!” (Nuova Carisch) “La chitarra jazz” (Nuova Carisch). Dal 1992 ad oggi pubblica diversi articoli didattici per le riviste “Chitarre” e “Axe” (nel 2000 e 2001).

FABIO ZEPPETELLA, chitarrista, autodidatta, nasce a Terracina nel 1961 e si dedica professionalmente allo strumento dal 1982.
Diverse le collaborazioni, tra le quali: Area 2, Noisemaker di Roberto Gatto, Hein Van De Geyn e Aldo Romano, Kenny Wheeler, Emmanuel Bex e Roberto Gatto, Lee Konitz, Steve Grossman, Enrico Rava, Tom Harrell, Jimmy Owens, John Clarke, Lincoln Goines, Kim Plainfield, Ernst Rejseger. Partecipa a numerosi Festival Internazionali come Umbria Jazz (87/88/89/95) Roma (87/92/96/97) Ravenna (91), Milano (88), Salerno (90), Palermo (90/92), Tokio, Osaka, Kyoto, Lugano, Parigi, Singapore, Lussemburgo, Abu Dhabi international jazz Festival.

Nel 1987 è in tour in Giappone con il gruppo AREA 2. Collabora regolarmente con alcuni tra i migliori musicisti italiani come Stefano Cantini, Roberto Gatto, Paolo Fresu, Nicola Stilo, Furio Di Castri, con i quali ha registrato vari CD (di prossima uscita "Greetings from Pozzuoli" con J.J. Avenel.

Ha registrato per RADIO 2, Radio Vaticana, RAI TV 2, radio Tokio, Tele +. Ha realizzato due video didattici per la Capitalvideo, la stessa che ha prodotto Gatto, Fiorentino e Moriconi. Tiene corsi di perfezionamento al fianco di Danilo Rea, Giovanni Tommaso, Maurizio Giammarco, e Fabrizio Sferra.
Il 30/5/2000 ha vinto il concorso europeo di chitarra jazz solista tenuto dall’Orchestre National du Jazz, a Parigi.

Tra le attività didattiche è docente di chitarra elettrica presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma; docente di chitarra jazz dal 1990 al 2000 presso l'Università della Musica di Roma; docente di chitarra jazz dal 2000 presso la scuola Percentomusica; Docente di jazz in molteplici seminari di specializzazione. Ha pubblicato numerosi articoli didattici sulle riviste specializzate Jazz It, Chitarre e Axe.
Ha collaborato alla realizzazione del libro “Approccio Analitico alle strutture del jazz” di Luca Chiaraluce (Edizioni Musicali Sinfonica Jazz - 2000) insieme, tra gli altri, a Franco Cerri.

www.umbertofiorentino.it
www.fabiozeppetella.it


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 15 febbraio 2006 - 2636 letture