x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

È Senza Volto l'alternativa a Prodi

1' di lettura
2573
EV

Il comitato elettorale dei Senza Volto sta portando avanti cinque punti programmatici, fuori dal programma dell'Unione a cui devono essere aggiunti.

dal Mezza Canaja

1) Amnistia per i reati sociali e non solo:
Si è arrivati in Italia ad oltre 60.000 carcerati. Carceri che dovrebbero portare vergogna a chi li gestisce.
Da Genova in poi il movimento è stato colpito da oltre 8.000 denunce.

2) Chiusura immediata dei CPT (Centri di Permanenza Temporanea.
A parte l'inumanità delle strutture in se è un discorso di diritto, non si possono rinchiudere persone innocenti in carcere.

2) No alla Guerra:
Non solo il ritiro dall'Iraq, ma il ritiro da ogni teatro di guerra.

4) No alla precarietà, reddito per tutti:
Il precario come soggetto centrale. Il precario è il soggetto senza diritti e senza volto. Oggi non ha nemmeno più il diritto di sciopero.

5) Antiproebizionismo:
E' una battaglia più che altro culturale. Continuare a colpire chi fa uso di stupefacenti non fa altro che portare soldi alla malavita organizzata.

Questi cinque punti sono portati avanti dalla persone che non hanno garanzie in Italia.
Con Il governo di centro destra non è stato possibile portare avanti un dialogo, ci stiamo provando con l'Unione.

Alle primarie Simona presta il suo volto per portare le istanze dei Senza Volto, di coloro che non possono essere ascoltati.
Si tratta di una ragazza di 34 anni di Catanzaro che vive a Roma da 10 anni in una casa occupata, aderisce ad Action. E' una precaria, ha lavorato in un pub come donna delle pulizie e in un all center.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 15 ottobre 2005 - 2573 letture