Senigallia delude un affezionato turista della spiaggia di velluto

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Un turista milanese da venticinque anni affezionato della spiaggia di velluto, amareggiato per l'accoglienza ricevuta, invia una lettera al sindaco Luana Angeloni.

da Costantino Saporito
turista milanese


Gentile Sig. Sindaco,
sono quasi 25 anni che vengo a Senigallia e per me il soggiorno in questa bellissima cittadina significa soprattutto riposo.

Ho la fortuna/sfortuna di avere un ombrellone in prima fila, privilegio che ho conquistato dopo anni di frequentazione; ma è diventata anche una iattura in quanto negli ultimi anni si è andato via via intensificando un fenomeno sgradevole. Mi riferisco allo scorazzare dello sciame di extracomunitari/venditori insistenti che imperversano sulla spiaggia e che non mi permettono di usufruire del meritato riposo rigeneratore che mi occorre dopo un anno di duro lavoro. Penso pertanto che al mio rientro segnalerò, sfruttando opportunamente le mie conoscenze nel settore dell'editoria, la cosa ad un quotidiano di importanza nazionale.

E la cosa non ha nulla a che vedere con posizioni razziste; trovo soltanto incivile e scorretto da parte delle Autorità del luogo e cioè da Voi e dalla Capitaneria di Porto, che non vengano di fatto applicate le leggi vigenti per quanto concerne la vendita di prodotti falsi e quant'altro da parte di extracomunitari (magari senza permesso di soggiorno) che non pagano le tasse.

Il mio pensiero è che la libertà del mio vicino termina nel momento in cui viene ad intaccare la mia. Tradotto, non trovo giusto che il turista venga importunato tutto il giorno da persone che, a volte in maniera molto maleducata, appoggiano la loro mercanzia sul lettino e che cercano di venderti qualcosa insistentemente. Ripeto c'è uno sciame di persone di ogni etnia che si susseguono spesso a 5/6 metri l'uno e dall'altro, e permettere che ciò avvenga, mi lasci dire che è di una inciviltà mostruosa; non si riesce nemmeno a schiacciare il classico pisolino....

Chiedo pertanto a Lei e al Consiglio Comunale tutto, che vengano applicate le leggi vigenti in materia, imponendo alla Forza Pubblica (Vigili Urbani e Capitaneria di Porto) di far rispettare la normativa esistente, normativa che mi risulta disciplini la vendita dei prodotti attualmente proposti sulla spiaggia di Senigallia che da Spiaggia di Velluto si sta trasformando in Spiaggia Orribilis.. Penso che se le cose rimarrano così, l'anno prossimo non tornerò più e mi indirizzerò verso luoghi che abbiano maggior rispetto di villeggianti che, ripeto, desiderano riposo e ristoro dopo un anno di duro lavoro, e a cui venga garantita quella Privacy che a mio giudizio in questa specifica situazione viene fortemente lesa..

Lo dico con amarezza, ma certamente rispetto al passato non sarà una buona pubblicità quella che farò della spiaggia di Senigallia ad amici e conoscenti; e Lei sa bene che il passaparola a volte è ancora più determinante dei giornali... Ritengo peraltro che tutte le belle cose da Voi organizzate e messe in essere vengano in larga parte vanificate da questa situazione a mio avviso insostenibile.

P.S.
Ho voluto quest'anno noleggiare ed utilizzare una bicicletta per muovermi con più agilità e ad esempio ho provato a raggiungere in bicicletta, usando le cosiddette piste ciclabili, il cinema Multiplex Giometti vicino all'ingresso dell'autostrada (visto che il Teatro La Fenice ha pensato bene di godere della Chiusura Estiva!!!).

Sfido chiunque a dimostrarmi che la suddette piste siano degne di tale nome; spesso terminano in corrispondenza di incroci stradali dove diventa davvero pericoloso proseguire se non mettendo a rischio la propria incolumità. Per non citare i casi in cui addirittura le piste percorrono marciapiedi, attigui ai muri di cinta delle abitazioni, che in realtà dovrebbero essere riservate ai pedoni che peraltro non si sa bene dove dovrebbero transitare? Quale mente eccelsa ha ideato, progettato, costruito e realizzato una simile sciocchezza?





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 20 agosto 2005 - 4448 letture

In questo articolo si parla di


Anonimo

22 agosto, 04:35
Michele poi mi spiegherai perchè questo commento è stato censurato...<br />
<br />
--Your system administrator

Anonimo

21 agosto, 22:21
Sulla locandina della stampa locale di oggi si legge di ulteriore intervento della polizia municipale in spiaggia.<br />
Gli interventi di tutte le forze dell'ordine sulla spiaggia di Senigallia, sollecitate a quanto mi risulta proprio dal Comune, quest'anno mi pare siano stati molto più numerosi degli altri anni e di quelli eseguiti nei Comuni vicini.<br />
A me Senigallia PIACE.<br />
<br />
--una persona non delusa

Anonimo

21 agosto, 22:27
Allarghi la visione, non si accorge di quello che succede altrove ? mare e montagna: tutti spendono meno!!! A me pare che a Senigallia, rispetto ad altre località,<br />
stia andando alla grande (parli con qualche albergatore) considerata la crisi generale .<br />
<br />
<br />
--turista non deluso

Anonimo

22 agosto, 01:15
caro saporito, trovo la sua acre protesta assolutamente eccessiva. Si capisce che lei ha altro nel cuore e nella mente. una cosa è richiamare al rispetto delle leggi altra cosa i toni da lei usati che tradiscono convinzioni preconcette.<br />
<br />
sulle piste ciclabili ha una qualche ragione<br />
ma complessivamente sono altre le ragioni per cui questo sindaco e questa amministrazione meritano forti tirate d'orecchio.<br />
<br />
--civicus

Anonimo

21 agosto, 18:35
Forse questo aiuta:<br />
<br />
anek: "..al di fuori delle piccole polemiche circa lo schierarsi da una parte o dall'altra.Una pista ciclabile fatta male non è di sinistra nè di destra o di centro, è fatta male e basta".<br />
<br />
Pablo: "Nel nostro caso, (poichè ci si trova a parlare di Senigallia, sotto la giunta Angeloni II, pensavo fosse superfluo ricordarlo) una pista ciclabile fatta male è di sinistra, o di centrosinistra semmai..".<br />
<br />
Darwin: "Dal che si deduce che una pista ciclabile fatta bene è di destra, o di centrodestra se vogliamo.."<br />
<br />
Pablo: "Boh.."<br />
<br />
<br />
<br />
--Pablo for Darwin

Smile

21 agosto, 19:32
Caro Sté,<br />
se prendo un "pestatone" e non mi chiedono scusa, m'arrabbio come te, a prescindere dalla nazionalità del maleducato...<br />
E anche a me, quando dormicchio al mare, mi disturba il venditore di collanine se urla vicino alle mie orecchie, ma anche il venditore di coccobello...<br />
Mi disturbano le madri che credono che urlando si fanno ascoltare meglio dai figli, o i ragazzi che fanno "Bù!" agli amici stesi al sole a un metro dal mio lettino...<br />
Insomma, sono assolutamente normale anch'io, con le mie insofferenze comuni e la voglia di riposare che abbiamo tutti...<br />
Però, qui la questione mi pare un'altra: "ho le mie conoscenze in un giornale nazionale...!!!" Non viene anche a te da rispondere: "e chissene...!!!"?<br />
Bè, la lettera del sig. Costantino a me sembra assolutamente fuori luogo e del peggiore "razzismo" mascherato da perbenismo.<br />
Ciao,<br />

Anonimo

21 agosto, 16:29
Nel nostro caso, una pista ciclabile fatta male è di sinistra, o di centrosinistra semmai. Non stiamo parlando di piste ciclabili di Manduria piuttosto che di Pordenone, ma di piste della nostra amata Senigallia.<br />
<br />
--Pablo

Anonimo

21 agosto, 17:09
Dal che si deduce che una pista ciclabile fatta bene è di destra, o di centrodestra se vogliamo.<br />
Dunque: propongo che in via del tutto eccezionale sia data la delega ai consiglieri Massaccesi e Savini per il ridisegno delle piste ciclabili.<br />
Chi è d'accordo?<br />
<br />
P.S. Marcantoni l'ho escluso prechè è troppo "di sinistra" e potrebbe farle storte!<br />
<br />
--Darwin

Anonimo

21 agosto, 18:22
Deduci male. Ho scritto:.."Nel nostro caso, una pista ciclabile fatta male è di sinistra, o di centrosinistra semmai. Non stiamo parlando di piste ciclabili di Manduria piuttosto che di Pordenone, ma di piste della nostra amata Senigallia...".<br />
<br />
Insomma parliamo delle piste ciclabili di Senigallia, con una giunta di sinistra-centro..occorre il disegnino? <br />
<br />
<br />
--Pablo

Anonimo

21 agosto, 16:25
Forse il turista è stato troppo duro ma come gli si può dare torto? Certo è difficile controllare tutta la spiaggia ma veramente passeggiando sembra di essere in un mercato arabo.<br />
Riguardo poi le cosiddette piste ciclabili, fatta salva quella vera Cesanella-Tennistavolo, quella del mare e pericolosissima e le altre una burla.<br />
Non parliamo poi della "fiera campionaria" detta anche meglio e più realisticamente "fiera dei bomboloni" che non serve ad altro che a rimpinguare le casse della CNA a scapito della vivibilità della zona. <br />
Aggiungo che i marciapiedi sono tenuti in modo indegno di una città civile. Ormai le erbacce hanno, in qualche posto, raggiunto l'altezza di mezzo metro e occupano gran parte dell'area calpestabile. <br />
Al turista deluso e arrabbiato vorrei dire di non lasciarci soli, forse con le sue critiche riesce ad avere ascolto più dei senigalliesesenigallesi non <br />
<br />
--Rino Ceronte

Anonimo

22 agosto, 16:11
Grazie per l'appoggio! ;-)<br />
<br />
--doppelganger

Anonimo

21 agosto, 15:49
Nel cercare qualche informazione su Senigallia, dove vorrei trascorrere le mie vacanze di settembre, sono incappata in questo dibattito.<br />
In quasi ogni spiaggia italiana, per la mia esperienza e quella dei miei conoscenti, è uguale. Ogni due minuti qualcuno cerca di venderti qualcosa. Io sono gentile, rifiuto ringraziando e se hanno voglia di fare due chiacchere sono disponibile. Dopo due ore di passaggio quasi ininterrotto però sono scocciata. Questo non vuol dire che divento scortese perchè capisco la necessità di sopravvivere raggranellando qualche soldo..(tra l'altro non vendono nulla perchè sono troppi e con la stessa merce) MA la qualità della mia vacanza si abbassa e siccome per potermela permettere ho lavorato tanto e fatto sacrifici e i costi sono alti (dovunque) posso almeno permettermi di commentare che è veramente eccessivo, che sarebbe meglio che si intensificassero i controlli da parte delle autorità competenti. Una migliore gestione della faccenda mi permetterà di continuare ad essere una persona gentile ed equilibrata con chiunque. <br />
Il comune può sicuramente fare qualcosa...se non altro dare una risposta in questo spazio.<br />
Spero che a settembre ci sia il sole!<br />
Ciao<br />
<br />
--Cla

Anonimo

21 agosto, 16:05
Se sei studente si presume che tu sia giovane e quindi combattivo e pieno di energie. Questo è l'unica giustificazione al tuo commento, scritto senza una vera riflessione.<br />
Se il milanese sta a casa qualc'un altro non mangia e non da da mangiare ai suoi figli. Lo capirai a tua volta. Il milanese era arrabbiato e non ha detto delle cose sbagliate. I toni erano accesi (e sbagliati) ma i tuoi li hanno superati, invitandolo a non tornare in modo così perentorio.<br />
Perchè invece non fare dei commenti costruttivi che propongono nuove soluzioni o nuovi punti di vista? Questo ci si aspetta da una mente giovane, questo significa collegare il cervello e fare qualcosa per la tua terra e per l'economia di chi ci vive.<br />
Mi permetto queste parole perchè poco tempo fa avrei forse risposto come te ma lavorare e avere una famiglia mi ha consentito di avere un nuovo punto di vista. Ti auguro lo stesso percorso.<br />
<br />
--Cla

Anonimo

21 agosto, 12:53
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Anonimo

21 agosto, 14:22
Secondo me quello del turista milanese è un intervento leggermente razzista per quanto concerne i venditori abusivi. Credo che se un essere umano trascore la propria esistenza in un paese straniero, tentando di sopravvivere con la vendita abusiva di quattro oggetti contraffatti, è evidente che nel suo paese non si vive alla grande. Che la tentata vendita possa , a volte, creare un disturbo ci sta tutto, ma ricordiamo sempre che noi stiamo sdraiati ad abbronzarci, loro lottano per sopravvivere, molte volte come terminali di una catena malavitosa della quale costituiscono l'ultimo ed il più debole degli anelli. Sarebbe molto più proficuo tagliare la catena alla base e non alla fine. Ma questo credo sia molto più difficile che non prendersela con i poveri diavoli che ci troviamo di fronte.<br />
Credo invece che sulle piste ciclabili il turista milanese non abbia tutti i torti, basta prendere visione dei monconi attualmente presenti, dalla via dei Garofani, alle Saline, alla via XX Settembre o via Ercolani, per citare alcuni tratti, se qualcuno ha il coraggio di definire piste ciclabili quei miseri tratti disegnati in terra, credo che farebbe opera buona nel prendere visione di piste ciclabili realizzate in altri luoghi, dove chi le progetta e realizza possiede una professionalità adeguata. Per quanto mi è dato di conoscere, alcuni dei tratti che ho indicato sono pericolosi per chi vi transita in bici, soprattutto nel caso in cui si incroci un altro veicolo.<br />
Tutto questo al di fuori delle piccole polemiche circa lo schierarsi da una parte o dall'altra.Una pista ciclabile fatta male non è di sinistra nè di destra o di centro, è fatta male e basta, non serve quindi a semplificare e rendere più sicura la circolazione delle bici. <br />
<br />
--anek

Anonimo

21 agosto, 11:45
Gent. sig. Costantino,<br />
in che bagni ha l'ombrellone?<br />
Sa, vorrei spostarmi da dove sto io (anch'io in prima fila) e mi interesserebbe per l'anno prossimo il suo ombrellone...<br />
Mi faccia sapere, grazie<br />
<br />
--Darwin

Anonimo

21 agosto, 11:53
Ben detto! Stavo meditando una risposta di questo tipo, ma ora non faccio altro che appoggiare e sottoscrivere totalmente la sua. Mi fa ridere che prima che qualcuno glielo facesse notare il "signore" ha tenuto a precisare che non era pr razzismo il suo intervento!!!<br />
:O)<br />
<br />
--Pinco Pallino

Anonimo

21 agosto, 10:30
Ben fatto! La disamina di Costantino tocca in pieno alcuni (veramente solo alcuni!!) punti del disastro turistico senigalliese. Anche quest'anno calo di presenze, anche quest'anno pochissimi turisti stranieri avvistati, anche quest'anno la cittadina deve ringraziare i pendolari dell'entroterra... Non si capisce bene a quale turismo aspiri la gentile Angeloni, forse a quello delle entità ultraterrene... COntenta Lei!!!!<br />
<br />
--HDP

ghost

21 agosto, 11:02
Una curiosità: per venirci 25 anni di seguito qualcosa di buono lo avrà trovato in questa città o no? Per cortesia Sig. Costantino mi dice il nome di una località balneare in cui non ci sono venditori ambulanti in spiaggia? <br />
Che poi se questi continuano ad esserci vuol dire che qualcuno la loro merce la compra, o sbaglio?

Anonimo

21 agosto, 11:36
al di la delle rassicurazioni i commenti del Sig. Saporito (ammesso che esista) mi sembrano fuori luogo quanto meno nei toni, che non si possono non definire razzisti,e anche un po' mafiosi (conoscenze, vendette , minacce) se Senigallia non gli piace più è libero di fare le sue scelte. Non mi esprimo sui vu' cumprà ma vorrei dire una parola sulle piste ciclabili, e vorrei ricordare che la città non si trasforma in poco tempo e con poco sforzo, quando la rete delle piste ciclabili sarà completata sarà un piacere percorrere la nostra splendida città. certo adesso ci sono solo dei tronconi che prossimamente verranno collegati. Se tante cose ben fatte che vediamo fuori da Senigallia quì da noi non si possono fare è solo colpa della grettezza di molti senigalliesi che vogliono le macchine in piazza roma per andare a comprarsi il giornale quando piove e che quando c'è il sole vorrebbero percorrere tutta la città in bicicletta e lontano dalle macchine. Un po' di coerenza, vi prego!<br />
<br />
--PRIMULAROSSA

Anonimo

21 agosto, 02:40
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Anonimo

20 agosto, 22:40
Se prendo un pestatone e mi lamento, mi riconocete il diritto di farlo.<br />
Se prendo un pestatone da un extracomunitario e mi lamento, mi etichettate come razzista.<br />
Non è per caso che i razzisti siete voi che valutate lo stesso atto con due misure diverse a seconda di chi lo compie?<br />
<br />
--Stè

Anonimo

20 agosto, 22:51
Da senigalliese La ringrazio per le belle parole nei confronti della città che leggo nel commento.<br />
Per fortuna quasi tutti i turisti sono contenti di avere scelto Senigallia.<br />
<br />
<br />
<br />
<br />
--senigalliese non deluso

Anonimo

21 agosto, 02:39
andiamo alla radice del problema, se vengono i "vucumorà" a disturbare un uomo molto impegnato a prendere il sole cercando di guadagnare qualche euro, è perchè hanno bisogno di soldi per sopravvivere, aiutiamoli invece di emarginarli, dedichiamogli qualche minuto della nostra impegnata vacanza per parlarci e immedesimarci nelle loro condizioni!! potrebbero aver molte cose da insegnarci!!<br />
come ultima cosa il vostro Silvio sarà riuscito a dare a milano delle efficenti piste ciclabili, ma ancora non è riuscito a portarci il mare.<br />
tanti saluti costantino<br />
<br />
--tommi

Anonimo

20 agosto, 21:48
Con tutto il rispetto, ma uno che viene in vacanza da queste parti e non resiste alla tentazione di rinchiudersi in un cinema...oddio, vabbè che il tempo, quest'anno...<br />
Seriamente, livoroso turista milanese, le piste ciclabili sono da migliorare, completare, controllare, ottimizzare...più che vero, ma prima non c'erano, quindi già che ha fatto 25 (anni di presenza) faccia 26! Diciamo 27...<br />
I venditori abusivi la infastidiscono. Guardi che la capisco: oggi, dopo essere stato colpito dalle pallette dei cafoni che giocano a racchettoni sulla battigia (è vietato), dopo essere stato svegliato dai bambini selvaggi del vicino indifferente, dopo essere stato innervosito dal pupunz pupunz dell'animazione, dopo dopo dopo, mi ero finalmente assopito quando un maledetto vucumprà mi ha osato proporre un braccialetto e/o cd e/o borsa di LV taroccata! Invoco anch'io l'intervento dei marines!<br />
Senta turista milanese, mia moglie viene dal paese suo, ci metteva 60 minuti per fare 6 kilometri andata e altrettanti ritorno per andare a lavorare. Ora ci mette 10 minuti a fare 15 km in mezzo al verde delle colline marchigiana. Mi dice che tuttosommato i vucumprà ce li avete pure voi e la guardia padana non interviene con la necessaria determinazione celodurista. Però vi manca il resto. Allora si rilassi, e se non ci riesce, non dia tutta la colpa ai venditori abusivi (che detto tra noi, siccome siamo duri e incazzati anche da queste parti, quest'anno vigili urbani e finanza e guardia costiera, armati fino ai denti, diverse retate le hanno anche fatte...).<br />
<br />
Buon ritorno tra la nebbia!<br />
<br />
<br />
<br />
--doppelganger

Smile

20 agosto, 18:59
Caro s/s/e,<br />
ok! sono antipatico, presuntuoso, ignorante: se lo dite voi che non perdete occasione di ricordarmelo... <br />
Ma è così importante, per voi che su VS sapete solo lamentarvi, sottolinearlo ad ogni mio commento? Forse sì! Forse vi fa sentire meglio: se è così, mi sento utile...<br />
Mettiti comunque il cuore in pace: continuerò a dire la mia senza insultare nessuno, ben sapendo che chi sente il bisogno, invece, di insultare me ad ogni occasione non può certo condizionare il mio modo di pensare, nè tantomeno il mio umore...<br />
Ciao!<br />
<br />
P.S. E ho scelto un nick name che mi si addice. Credimi!<br />
P.P.S. Tutti noi, a parole, ci dichiariamo "non razzisti"... Il fatto che tu definisca "marocchini" (!!!) i venditori da spiaggia, come lo chiami, "ecumenismo"?<br />
P.P.P.S. Grazie comunque per avermi riconosciuto il diritto di parola come si conviene in un paese democratico... Questo sì che è un nobile atto, da parte tua!!!<br />

Anonimo

20 agosto, 17:57
Smile ancora una volta hai perso l'occasione......sei presuntuoso da morire, credi di esere uno psicologo ed invece non sai neanche leggere tra le righe!<br />
<br />
Le piste ciclabili di questa città sono un orrore o vorresti sostenere il contrario? Tutto ciò che ha scritto il sig. Costantino lo sottoscrivo, non sono razzista e chi mi conosce lo sa molto bene ma quando è troppo è troppo. Non c'entra il fatto di essere marocchino, se fossero italiani stancherebbero lo stesso e quello che a volte scoccia è l'invadenza e la maleducazione di alcuni di loro!<br />
<br />
Ma ancora una volta devo riconoscere che in un paese democratico tutti hanno diritto ad esprimersi.<br />
<br />
Ciao.<br />
<br />
PS Mi spieghi perchè hai scelto smile come nick.....a quanto pare tu sorridi poco! <br />
<br />
--s/s/e

Anonimo

20 agosto, 18:47
No sono uno studente che certo nn naviga nell'oro, altro che stipendiato...il mio punto di vista può essere diverso dal suo, ma preferirei rinunciare ad alcuni guadagni piuttosto che ospitare gente come il signore che ha scritto una lettera dai toni così razzisti (per poi lavarsi le mani dicendo: "io nn sono razzista..") e provocatori che non lascia certo trasparire un grande amore per questa città...<br />
Stia tranquillo io mi assicuro sempre di connettere il cervello prima di scrivere, lei invece si assicuro di averlo...ho i miei dubbi <br />
...con effetto<br />
<br />
<br />
--un senigalliese

sanae

20 agosto, 17:42
mi spiace dirglielo, ma il suo articolo mi ha veramente deluso.<br />
sono milanese anch'io e vengo a Senigallia da 22 anni: mi sono sempre trovata benissimo, le persone ti sanno accogliere con affetto e simpatia, con un calore che in una città come milano è difficile, se non impossibile trovare. d'accordo, anch'io quest'anno ho notato un aumento dei venditori ambulanti sulle spiagge, ma non crede anche lei che la situazione a Milano sia molto peggio? dovrebbe usare le sue conoscenze nel campo dell'editoria per risolvere la situazione nella sua città, o almeno provarci, prima di sindacare sull'operato dell'amministrazione di un'altra città. Evidentemente non è veramente affazionato a questa città, perchè altrimenti, anzichè criticare semplicemente avrebbe potuto usare un atteggiamento più propositivo.

Anonimo

20 agosto, 17:48
..se poi, chiedere di far osservare norme e regolamenti che disciplinano il commercio (con la pretesa, magari, di tutelare i commercianti in regola coi permessi), significa essere intollerante...ah beh...alòra..E ciò che il turista milanese ha riportato nella sua lettera sono i problemini in cui si imbatte una buona parte dei turisti che vengono nella nostra città; più che replicare con tante giustificazioni al "mal capitato", Senigallia dovrebbe pensare davvero a prepararsi per tempo ed in maniera adeguata alla stagione turistica. Avete visto le auto parcheggiate lungo la Flaminia, a Falconara, la mattina per andare al mare e, ormai da qualche tempo, anche la sera? Non mi pare di averne viste così tante negli anni passati...che la raffineria API attiri più della Rotonda a Mare? <br />
<br />
--Pablo

Smile

20 agosto, 17:02
Gent. sig. Saporito,<br />
si ricorda di qualche anno fa, quando comparvero i primi "vucumprà" sulla spiaggia?<br />
Era tutta una fila di signore e signori che compravano magliette, vestitini, braccialetti, borse, calzini, ecc. <br />
Fino all'anno scorso passava una bella signora di colore, vestita dei suoi abiti tradizionali e un gran cesto sulla testa che vendeve bellissime cose. E passava il venditore senegalese di cesti intrecciati...<br />
Ora ci siamo stancati? <br />
Forse la verità è che noi - come tutti i bambini viziati dal troppo consumare e in preda a crisi "da portafoglio sempre più vuoto" - vorremmo ora che, per incanto, tutte queste persone sparissero, come per magia, dal nostro panorama di privilegiati, lasciandoci tranquilli ad ammirare la distesa di sederi stesi sl sole sui lettini davanti al nostro ombrellone di prima fila, "privilegio di tanti anni di frequentazione"...!<br />
Se insistiamo con il nostro atteggiamento arrogante e intollerante, forse i "vucumprà" lo capiranno (molti di loro hanno titoli di studio paragonabili ai nostri più elevati...) e andranno altrove a vendere collanine per mantenere le loro famiglie...<br />
Che tristezza (e che umiliazione per noi!), sig. Saporito!!!<br />
<br />
P.S. Meglio le biciclette in mezzo al traffico? <br />

Anonimo

20 agosto, 17:41
probabilmente sei uno stipendiato statale col 27 assicurato...<br />
io invece ho bisogno dei milanesi come lui, e dei tedeschi, e degli inglesi, e di tutti quelli che portano ricchezza in città.<br />
La prossima volta assicurati di esserti connesso al cervello, prima di usare la lingua!<br />
<br />
--gianburrasca

melgaco

20 agosto, 14:20
La Fenice chiusa?<br />
Ma come? Non c'era il "guru" di tutto quanto fa spettacolo come assessore alla cultura e agli eventi?<br />
Sì, insomma, quella che non si vede mai nè in consiglio, nè (mi risulta) in Giunta.<br />
Le notti sono tinte...di nero funereo!

Anonimo

20 agosto, 14:27
Caro turista milanese, <br />
criticare l'accoglienza della città, e la capacità di amministrare di chi amministra, è un grave errore che non dovrà mai più ripetere. A noi di Senigallia piacciono le piste ciclabili senza né capo né coda, i teatri chiusi e il trenino dei venditori che si snoda fra gli ombrelloni, aperti (pochi) e chiusi (tanti). Torni a trovarci chè il prossimo anno, probabilmente, ci supereremo.<br />
<br />
(P.S.: io sto con lei) <br />
<br />
--Pablo

Anonimo

20 agosto, 14:40
La lamentela nei confronti degli ambulanti mi sembra francamente eccessiva e spero, come ricorda nel suo commento il sig. Pirani, che il turista milanese ci ripensi e torni da noi anche il prossimo anno.<br />
Concordo con lui invece sulla pericolosità di alcune piste ciclabili. A mio avviso va apprezzata e incentivata l'idea di dotare la città di una rete di ciclabili in sicurezza, ma al tempo stesso vanno corretti errori esistenti molto pericolosi, come la pista lungo il fiume, in centro: l'attraversamento dei ponti Cavallotti e 2 Giugno sono uno scandalo, come, subito dopo, il tratto fantasma sotto i ponticini. E che ci sia, ad esempio, un minimo di controllo nelle piste esistenti e funzionanti: la pista della Cesanella ne è un esempio eclatante con motorini e scooter condotti da persone di tutte le età che scorrazzano a qualunque ora del giorno e della notte, e chi invece ci passeggia deve fare slalom anche con i tanti "ricordi" lasciati da tante brave persone che non puliscono dopo che il loro cane....<br />
<br />
--Dylan Dog

Anonimo

20 agosto, 15:15
Non capisco il tono eccessivo, dica la verità voleva farci sapere che ha delle buone conoscienze nel settore dell'editoria? Forse i turisti non hanno bisogno degli extra-comunitari, ma di certo i senigalliesi non hanno bisogno dei milanesi come lei...<br />
<br />
spero non ci faccia visita il prossimo anno<br />
<br />
<br />
--un senigalliese

Anonimo

20 agosto, 13:43
Con tutto quello che di imperfetto e migliorabile è possibile rintracciare nell'unamo operato, quanto sostenuto dal turista Saporito mi sembra francamente esagerato, soprattutto per quanto attiene alla minacciosa prospettiva di un intervento sulla stampa qualificata. E, ancora, mi sembra manchi un pò in tutti noi un pizzico di tolleranza verso gli altri, soprattutto i "disturbatori", non necessariamente sempre e solo extra - comunitari. Infine, mi viene da pensare che chi abita in prossimità, per esempio, della ferrovia, per poter "schiacciare il classico pisolino" chiedano a chi di dovere di spostare altrove i binari. Con simpatia e la speranza che il signore di Milano, dopo un primo momento di rabbia, possa trovare in sè i motivi che l'hanno condotto a Senigallia per quasi un quarto di secolo.<br />
<br />
--Paolo Pirani

Anonimo

20 agosto, 13:53
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Anonimo

20 agosto, 10:26
Cara signora non è una visionaria , ma ha sicuramente dei grandi paraocchi. <br />
Ma non si accorge che in tutte le spiaggie d'Italia ci sono venditori ambulanti abusivi?<br />
Inefficace la legge Bossi-Fini. Perchè non lo dice?<br />
Facile prendersela con il Comune. <br />
Ero presente a due interventi sulla spiaggia della polizia municipale e guardia di finanza. Da quello che so, ci sono stati moltissimi altri interventi effettuati con sequestro della merce.<br />
Dico questo per ristabilire le cose come stanno e non per polemiche partitiche, non mi interessano. E.... cara signora allarghi la visione.<br />
<br />
--allarghiamo la visione

Anonimo

20 agosto, 11:36
Caro signore, allora allarghi ancora di più la sua visione alle piste ciclabili! Vogliamo parlarne? mi interessa davvero il Suo parere perché fin'ora è l'unico dissonante.<br />
<br />
--Gianburrasca

Anonimo

20 agosto, 12:47
Comunque, Sig. Costantino Saporito, il prossimo anno può anche non affittare la bicicletta per arrivare al Multiplex a vedere i film (dal momento che la Fenice, come Lei dice, è chiusa): non lo sa che da almeno un decennio, in centro, esiste un'Arena Gabbiano-cinema all'aperto dove tutti i giorni si proiettano film sotto le stelle??? Un film al giorno, in caso di maltempo proiezione all'interno con aria condizionata...??? Eh? Risparmi sulla spesa...!!!<br />
<br />
--Un affezionato

Anonimo

20 agosto, 09:02
Dispiace che gli ultimi ad accorgersi della assurdità di qualche pista ciclabile siano gli Amministratori<br />
<br />
--anonimo

Anonimo

20 agosto, 09:05
Solo gli Amministratori non si accorgono della assurdità di alcune "piste ciclabili"!<br />
<br />
--sg

Anonimo

20 agosto, 09:47
Doveva accorgersene un turista perche' la stampa ne parlasse?<br />
Da tempo ho fatto presente a Ceresoni e al Capo dei Vigili Urbani la pericolosita' di alcune piste ciclabili.<br />
Ben vengano critiche e suggerimenti che possano risolvere i problemi e migliorare l'accoglienza al turista che ci da da vivere.<br />
Ricordiamo che la Citta' vive sul TURISMO.<br />
Grazie per le critiche costruttive.<br />
<br />
Firmato<br />
<br />
<br />
<br />
--Un cittadino senigalliese

Anonimo

20 agosto, 08:07
Senigallia è una cittadina molto provinciale, caro singnore, e tutto quello che l'amministrazione sa fare, vedrà, è difendere a parole lo status quo e far barriera davanti alle critiche "irricevibili".. nei fatti quelli dell'amministrazione, al pari dei cittadini che li hanno eletti, si fanno solo i loro affari privati ed un po' di protagonismo cittadino<br />
<br />
--atlante

Anonimo

22 agosto, 10:04
grazie, Cla, non avrei saputo rispondere meglio.<br />
<br />
--gianburrasca

michele

22 agosto, 10:25
Perché è doppio.

Anonimo

22 agosto, 11:14
DA SAPORITO COSTANTINO A TUTTI.<br />
<br />
Innazitutto vorrei tranquillizzare tutti : esisto, tanto che nella lettera inviata al Sindaco Luana Angeloni ho evidenziato l'indirizzo dove alloggio qui a Senigallia, l'indirizzo di Milano, con tanto di numero di telefono fisso e mobile; anche perchè sono abituato ad assumermi sempre la responsabilità di quello che scrivo e di quello che dico. Ho chiesto alla redazione di omettere "le mie coordinate" soltanto per evitare le inutili e prevedibili polemiche dirette.<br />
Intanto grazie per i Vostri commenti, sia quelli pro che quelli contro. Stamane prima della partenza, lo confesso un po' incuriosito, ho voluto dare uno sguardo ai Vostri molteplici commenti.<br />
Ero certo che avrei sollevato un polverone, e d'altronde il mio obiettivo era proprio questo : sensibilizzare tutti, in primis la Pubblica Amministrazione, a non sottovalutare alcune problematiche a cui, naturalmente a mio giudizio, andrebbe data una soluzione.<br />
Mi sia consentito soltanto di effettuare alcune rapide precisazioni.<br />
Le mie volevano essere critiche costruttive e non distruttive.<br />
E' ovvio che se ho scelto per 25 anni Senigallia come luogo di vacanza è perchè questa città la amo, e la amo tanto al punto di considerarla il mio paese di adozione. Ma è proprio per questo motivo che mi sono sentito in diritto di dire la mia. Diversamente avrei impiegato il mio tempo in altro modo. Le tante cose positive le apprezzo da anni, ma questo non significa che si debba chiudere gli occhi sulle assurdità. Tutto è perfettibile......<br />
A chi mi accusa di avere idee preconcette e di essere razzista rispondo che non accetto lezioni di solidarietà e altruismo da nessuno. La solidarietà è un qualcosa che mi appartiene, ma non comprendo quella a tutti i costi.<br />
Quello che intendevo dire è che non trovo accettabile che i problemi vengano sempre scaricati a valle al singolo cittadino creando tensioni sociali, a mio avviso evitabili, ma devono essere risolti, o quantomeno governati a monte, da coloro che sono demandati farlo. Le leggi ci sono; che vengano rispettate e fatte rispettare. Altrimenti non lamentiamoci se viviamo in una giungla.<br />
Per quanto riguarda le mie presunte "minacce" di far pubblicare le mie rimostranze su un quotidiano di interesse nazionale, voglio far presente che non sono un ingenuo e che ho imparato a mie spese che per essere ascoltati spesso bisogna mostrare i denti....<br />
Per quanto concerne le piste ciclabili credo che lo scempio sia sotto gli occhi di tutti; capisco che in alcuni casi forse diventa difficile ottenere risultati migliori per via della conformazione del territorio, ma il quesito che mi sono posto è : non è che per ottenere la bandiera blu si sono costruite piste ciclabili (e pedo-ciclabili?) che di ciclabile hanno ben poco e che, ripeto, in alcuni casi sono veramente pericolose ?<br />
Infine se avessi voluto davvero essere polemico avrei parlato di fuochi artificiali programmati per il 23 agosto (così tardi??), di raccolta differenziata dove bisogna percorrere centinaia di metri per poter essere un bravo cittadino anche in vacanza, di locali da ballo inesistenti per i nostri giovani, etc. etc.<br />
Mi auguro di cambiare idea per l'anno prossimo e, perchè no, di confrontarci nuovamente..<br />
Ringrazio tutti per la pazienza e l'attenzione mostrata.<br />
Costantino Saporito<br />
<br />
--Costantino Saporito

Anonimo

30 agosto, 11:04
Non si Capisce perchè questo commento sia stato censurato....ciao Paolo!<br />
<br />
--Daivde

michele

30 agosto, 11:32
E' identico a quello precedente.<br />
<br />
Mettere i commenti in rosso vuol dire far perdere meno tempo ai lettori, quindi segnalo i commenti che contengono solo volgarità, che son scritti in maiuscolo e quelli doppi.<br />
<br />
Ciao,<br />
Michele

Anonimo

26 agosto, 18:18
Caro Sig. Costantino, <br />
ci scusi, sfortunatamente il 57% dei nostri concittadini sono celebrolesi, ed hanno rieletto la SIGNORA.... , non si preoccupi, la pista ciclabile è una trappola per sorci, il teatro tra qualche anno sarà chiuso per ferie 365 giorni all'anno (è nato obsoleto) e soprattutto la Rotonda sarà innaugurata altre 2 volte prima di sapere cosa la SIGNORA intenderà farci<br />
<br />
--MAGNALARDO

Anonimo

26 agosto, 10:15
Egregio turista sig. Saporito,può essere sicuramente interessante il suo dibattito con Smile con il quale certamente Lei ne esce malconcio non foss’altro per la differenza di sensibilità e rispetto; mi riferisco al rispetto che Lei non ha nei confronti di chi vacanze tranquille certo non se le può permettere.- Unico neo del dibattito quindi, e forse le serve per nascondere il suo vero volto, è che si sta perdendo di vista l’orige della questione; Lei ha “introdotto”, non ce lo dimentichiamo, parlando di “ dello sciame di extracomunitari/venditori insistenti che imperversano sulla spiaggia e che non Le permettono di usufruire del meritato riposo,a volte in maniera molto maleducata, appoggiano la loro mercanzia sul lettino e che cercano di vendere qualcosa insistentemente, e che non le consentirebbero nemmeno di schiacciare il classico pisolino…. cosi che la Spiaggia di Velluto si starebbe trasformando in Spiaggia Orribilis”Dal momento che Lei sembra non avere attitudini per integrare le sue lamentele con qualche argomentazione più rispettosa e sensibile nei confronti di persone che avrebbero anch’esse necessità e diritti per godere dello stesso suo meritato riposo, io Le rispondo che da Lei, brava persona, stimato professionista, gran lavoratore per 12 ore al giorno, alto indice intellettivo, ci si dovrebbe attendere qualche umana costruttiva riflessione in più; e quale momento migliore per farlo quando Lei si riposa sotto l’ombrellone, a Senigallia ?!.- Cordialmente.- DENIL<br />
<br />
--Denil

Anonimo

24 agosto, 09:18
Allora ti consiglio di cancellarlo, cosi' fai peggio perche' la gente ci clicca e perde tempo<br />
;-)<br />
<br />
--m

Anonimo

23 agosto, 11:29
Vede Pablo, se per caso si scoprisse che i venditori abusivi (ma non si vergogna - intendo per la sua stessa dignità- a chiamarli " vucumprà? - che poi, se lo lasci dire, alcuni parlano italiano meglio di lei) rubassero clienti ai negozi del centro -o del lungomare, o della periferia, o del centro commerciale...o suoi, che ne so? sarebbe un po' strano. D'accordo che le leggi valgono per tutti e vanno rispettate, ma questo accanimento contro gente che tutto sommato cerca di guadagnarsi da mangiare e a lei non porta niente, se non l'intimo disagio per far parte del 15% dell'umanità che mangia tre volte al giorno...mi preoccupa di più l'extra comunitario che non viene integrato, al quale non si insegnano i valori dell'educazione civica, che proviene da paesi dove per mille ragioni la vita ha meno valore di un pezzo di pane. In questo campo uno stato laico e responsabile dovrebbe agire con realismo e lungimiranza. Ma non credo che sia questo il caso in discorso, anche perchè esistono in diverse città italiane, ragazzini italianissimi che non hanno difficoltà ad ammazzare qualcuno per poche centinaia d'euro.<br />
E poi guardi, anche per la legge dei grandi numeri, essere sempre, costantemente, perennemente, incontrovertibilmente, pedissequamente, stupidamente "contro" come fa lei, non convince. Faccia una cosa, se il dubbio l'attanaglia, provi a parcheggiare anche lei sulla Flaminia e fare il bagno all'ombra dell'Api. Poi mi dirà.<br />
<br />
<br />
--doppelganger

Anonimo

19 agosto, 21:47
Carissimo sig. Costantino La ringrazio di cuore!!!!!<br />
<br />
Mi sembra, a volte, di essere una visionaria, ma se le stesse cose che vedo io le vede anche Lei comincio a sentirmi in buona compagnia!<br />
<br />
Grazie!<br />
<br />
--amb




logoEV
logoEV