Liberi per Senigallia: una viabilità come nel gioco del Monopoli!

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
E’ da qualche mese che, per le strade di Senigallia, stiamo assistendo ad una versione impazzita del gioco del Monopoli. Le vie, i quartieri stanno subendo degli interventi che è riduttivo definire squilibrati.

da Fulvio Greganti
portavoce Liberi per Senigallia


Vicolo stretto, vicolo corto, vicolo largo, ogni assembramento ha una complessità che non facilita chi fa un uso quotidiano delle strade. E’ perfettamente inutile fare degli esempi che sono sotto gli occhi di tutti. Da anni i problemi della viabilità sono in primo piano nella discussione cittadina. Anziché alleviarli, questa amministrazione con ogni provvedimento li aggrava.

Non è possibile passare un’estate intera con i problemi turistici che sappiamo. Non è immaginabile stuprare la città ed il suo arredo o favorendo troppo le piste ciclabili al posto della strada o allargando certi marciapiedi a dismisura o tagliando completamente lunghe file di alberi. Eppure questo viene fatto quotidianamente.

Sono provvedimenti che mancano di equilibrio. Oltre a garantire maggiore sicurezza a pedoni e ciclisti, il centro sinistra senigalliese non farebbe niente di male se aiutasse a viaggiare dignitosamente l’automobilista.

Invece il furore ideologico di certe componenti di sinistra privilegia sempre una parte di cittadini a scapito delle altre, anche in provvedimenti come questi che non dovrebbero avere niente di ideologico. La finalità dovrebbe essere sempre assicurare maggiore sicurezza e maggior libertà a tutti.

Chi fa uso delle strade dovrebbe avere il massimo di libertà possibile con il limite di non arrecare danno a se stesso e agli altri. Invece si prendono misure vessatorie che vanno al di là delle infrazioni. Come dice apertamente l’assessore Ceresoni, si vuole solo maggior sicurezza per ciclisti e pedoni. Il problema non è solo pratico ma culturale.

La sinistra non ritiene di considerare le strade di Senigallia qualcosa da abbellire, da conservare, da difendere ma da cambiare, trasformare, all’occorrenza “sfigurare”. Non è solo un caso di segnaletiche che tra l’altro non ci sono.

Si tratta di non vedere più certe file sulla strada statale, non ad Agosto ma già ad Aprile, inventate di sana pianta da un’amministrazione completamente cieca di fronte a tutto ciò. O di non considerare il lungomare soltanto un bivacco indefinito. Un po’ più di ordine ed un po’ più di libertà.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 agosto 2005 - 2385 letture

In questo articolo si parla di


Anonimo

02 agosto, 14:50
Egr. sig. Greganti,<br />
se il problema non è pratico, ma culturale e i cittadini votando hanno scelto questo tipo di cultura, e non quella della possibilità di parcheggiare l 'auto anche sotto l'arco del Comune (si fa per dire...) in nome della libertà individuale di fare i propri comodi, vuol dire che la maggioranza dei cittadini di Senigallia è più matura della minoranza dei Consiglieri.<br />
Dunque, il problema è stato risolto. O no? <br />
<br />
Smile :-)

Anonimo

02 agosto, 15:03
ma Lei vorrebbe portare la sua auto in corso 2 giugno? estremizzando anche io nel discorso, direi di si.<br />
Ma ha le gambe per camminare duecento o cento metri? Le garantisco che in piazza Duomi si trova parcheggio. No Lei vuole entrare dentro il negozio o al bar del centro in macchina...... Io preferisco, stando seduto in un bar, non avere auto che mi sfrecciano davanti. Questione di gusti.<br />
Qui non si tratta di amministrazione di sinistra o di destra, tutte le città hanno gli stessi problemi e anche nelle citta amministrate dal centrodestra il centro è chiuso al traffico. Tutte le città hanno problemi di traffico, Lei non si è accorto che in questi ultimi anni il numero di auto è cresciuto a dismisura. Le strade non reggono più, ma dappertutto, in tutte le città. Potrei fare una lista lunghissima di situazioni anche più gravi di Senigallia. Ma d'accordo non dobbiamo guardare ai fatti negativi delle altre città, ma come cittadino di Senigallia Le consiglio che piuttosto di fare polemiche partitiche, lavori anche Lei per una soluzione invece di lanciare lamento propagandistico. Poi alla fine faccia come crede, nn tutti la pensano come me, ma neanche come Lei.

melgaco

02 agosto, 23:38
Un conto è arrivare in macchina in corso 2 giugno, cosa che penso neanche Greganti voglia, un conto è creare un labirinto inestricabile per le auto che hanno la disavventura di inoltrarsi nella zona di via Capanna, via Venezia, via Marche etc.<br />
Perchè, ad esempio, se mi trovo in via Capanna, a 200 metri dal casello autostradale, per raggiungere lo stesso devo per forza arrivare a viale 4 novembre e fare il giro andandomi ad invischiare in viale Leopardi e poi sul ponte Zavatti? Possibile che sia il ponte l'unica via per uscire ad ovest ed arrivare al casello autostradale? La viabilità in quella zona, a prescindere dai cantieri aperti, tende a creare ingorghi piuttosto che a districarli.

Anonimo

03 agosto, 11:34
Al di la della facile ironia se si voglia entrare al bar con la macchina, c'è da dire che la viabilità a Senigallia è disastrosa e lo sarà ancor di più nella stagione invernale quando, condizioni climatiche avverse, non consentiranno l'uso di mezzi alternativi all'automobile.<br />
Una mamma con due bambini da portare a scuola o con la spesa da portare a casa è impensabile che possa in una giornata piovosa spostarsi in bicicletta. Provvedimenti come ad esempio il dirottamento di tutto il traffico proveniente da Sant' Angelo in via Marche, ridotta ormai ad un imbuto, non faranno altro che peggiorare una situazione già critica. Se poi consideriamo che con la riapertura delle scuole alle ore 13 stazioneranno lì molti genitori la situazione sarà al collasso.<br />
Situazioni analoghe le ritroviamo per tutta Senigallia e il non volerlo ammettere denota unicamente scarsa capacità di pensiero a tutto vantaggio di una certa ideologia.<br />
M.P.

Anonimo

03 agosto, 14:59
certo che si ammettono i problemi, ma a me pare che voi vi ostinate a dire che sono problemi solo di Senigallia.<br />
Poi invece del solito lamenyo fate proposte concrete se siete cosi bravi e gli altri cosi ottusi.<br />
Mah!

Anonimo

03 agosto, 15:02
Per me la zona pedonale deve essere più ampia!!!!!! <br />
Ma non avete capito che non c'è soluzione al problema!<br />
Ma quale ideologia!

Anonimo

03 agosto, 18:14
Che c'entra l'ideologia? E perchè "scarsa capacità di pensiero"? Ma scherziamo??? Solo perchè la si pensa diversamente? Che intolleranza!!!<br />
Allora, venendo alla questione: per quanto riguarda via Marche credo che la deviazione del traffico sia provvisoria. Ha idea di quanti incidenti si sono verificati all'incrocio tra via Capanna e viale dei Pini? Io sì, perchè ci passo spesso. Dunque, la rotatoria (che rallenta la velocità delle auto) e i marciapiedi mi sembrano sacrosanti.<br />
Se l'opposizione ha qualche proposta seria e alternativa da fare, lasciando da parte il sarcasmo che mi sembra l'unica arma (spuntata) che la contraddistingue, la faccia. Altrimenti, continuiamo pure a divertirci con le risposte su VS!<br />
<br />
M.P. (persona evidentemente diversa da quella precedente, ma con le stesse iniziali...)

Anonimo

03 agosto, 19:26
Che ridere, impazzite pure nell'usare le vostre auto sempre piu' grandi, come la vostra boria. Non avete ancora capito che siete vittime delle vostre stesse mani e spesso non vi accorgete che andando a piedi risparmiereste tempo, bile e soldi, ma di quest'ultimi ve ne fregate. Non si puo' fare a meno dell'auto, ma torniamo ad un uso ragionevole della stessa. Vado spesso a piedi e credetemi se dico che il problema non sono i pedoni, i marciapiedi o le bici, ma i nostri cervelli.

Anonimo

03 agosto, 21:21
COMPLIMENTI AL PORTAVOCE...CI VOLEVA QUALCUNO CHE SCRIVESSE QUEL CHE SI SENTE DIRE DA CHI NON HA LA PENNA FACILE.<br />
Enzo

Anonimo

03 agosto, 21:50
troppe auto!!!!! ditemi una città, una sola ,dove il traffico scorre senza problemi. Non esiste! Nè in Italia nè all'estero.

Anonimo

03 agosto, 22:04
NO

Anonimo

03 agosto, 22:06
Ma che provvisoria???<br />
Guardi che le opere eseguite sono strutturali e non dipinte per terra: non si potranno cancellare con un colpo di spugna.<br />
Ma cominci a ragionare con la testa!

Anonimo

03 agosto, 22:09
CHIACCHIERE... SOLO CHIACCHIERE.<br />
vediamoci in via Marche a novembre all'uscita della scuola e poi ne riparliamo!

Anonimo

03 agosto, 22:42
Ma possibile che non sappiate rispondere senza offendere?<br />
Io di testa ne ho fin troppa, di tolleranza pure. <br />
Quindi, proseguo: via Capanna non è destinata a restare a senso unico. Pertanto, via Marche tornerà alla viabilità consueta.<br />
Detto ciò, Le auguro una buona nottata sperando che un buon sonno le regali un po' più di educazione.<br />
M.P.




logoEV
logoEV