statistiche accessi

x

Presentato ad Arcevia il nuovo libro di Paolo Santini

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Greande successo di pubblico ad Arcevia per la presentazione del libro “Arcevia. Nuovo itinerario nella storia e nell’arte”, edito dal suo autore, lo storico Paolo Santini, arceviese, da sempre impegnato nella ricerca storica ed artistica.

dal Comune di Arcevia
www.arceviaweb.it


L’iniziativa, voluta fortemente dall’Amministrazione Comunale nell’ottica del rilancio culturale e turistico della città, si è svolta sabato scorso nella splendida cornice della chiesa di S. Francesco di Piazza.

Il libro non è solo la riedizione e l’aggiornamento nei contenuti e nelle immagini (ci sono delle belle foto a colori a corredo del testo) del volume da tempo esaurito “Arcevia. Itinerario nella storia e nell’arte”, già edito nel 1984 e nel 1988, ma si tratta di un’opera nuova, che analizza dettagliatamente la storia e il patrimonio artistico arceviese partendo dal più lontano passato per giungere all’epoca moderna.

Il sindaco, Silvio Purgatori, presente alla manifestazione, ha ricordato: “Quando un libro arriva alla terza edizione non servono parole. Il successo editoriale è già nei fatti, testimoniato dall’apprezzamento dei lettori. Per il sottoscritto e l’Amministrazione comunale è un onore essere partecipe e coinvolto in questa iniziativa editoriale che solo l’amore di Santini per la sua terra poteva portare, ancora una volta, a compimento. Noi, per quello che ci è consentito, cercheremo di non essere indegni di quello che il passato di Arcevia rappresenta per la nostra memoria storica ma anche e soprattutto per il nostro futuro. Un’ opera per il visitatore, per il turista, per il fedele soggiornante, per noi tutti, dovremmo già conoscere i valori del nostro paese, dovremmo sicuramente esserne fieri, ma forse così non è per tutti, forse molti, vinti dall’abitudine, non colgono la bellezza in cui vivono. Questo volume è dedicato anche a loro, perché continuino ad apprezzare quello che vedono ogni giorno e perché ne sappiano un pochino di più”.

Santini propone inoltre nuove attribuzioni per identificare gli autori di alcune delle opere conservate nel territorio comunale di Arcevia e delle quali si era da tempo perso il ricordo. In particolar modo al centro dei suoi interessi il pittore cinquecentesco Ercole Ramazzani e le opere conservate all’interno della chiesa-pinacoteca di San Medardo.

Particolarmente interessanti anche le notizie sui palazzi nobiliari del capoluogo e le schede sui castelli medievali che fanno da corona all’antica Rocca Contrada (il primo nome della città di Arcevia). Nuovi documenti usciti dagli antichi archivi e suggestive intuizioni personali fanno del libro un’opera da leggere tutta d’un fiato.

Un'immagine della presentazione del libro avvenuta sabato scorso.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 20 luglio 2005 - 2588 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV
logoEV